Il forte delle amazzoni


The Guns of Fort Petticoat
F rank Hewitt, Tenente dell'esercito nordista, è impegnato col suo reparto a mantenere nella riserva assegnata la tribù indiana che sovente sconfina per cacciare o commerciare. Alcuni attacchi da parte di frange ribelli contro gli agricoltori hanno indotto il Colonnello comandante del suo distaccamento a muovere contro di loro, sottovalutando l'atto fortemente provocatorio che avrebbe significato. Frank, preoccupato che le ritorsioni avrebbero interessato soprattutto le vicine fattorie del Texas, gestite al momento soltanto da donne indifese essendo i loro uomini impegnati nella Guerra Civile contro il Nord, tenta con ogni mezzo di fermare il suo comandante dal suo fermo proposito, venendo da questi posto agli arresti fino a suo rientro. Ma mentre il Colonnello massacra un intero villaggio con donne e bambini del tutto estranei ai fatti, lui scappa a cavallo in direzione confine texano dove si imbatte solo in una generale ostilità dovuta al suo combattere tra le fila yankee. Ma quando bande indiane iniziano a seminare morte e distruzione, i suoi appelli vengono accolti da molte donne che, lasciate le loro fattorie e preso con sé poche cose, si riuniscono in una vecchia missione dove barricarsi visto che la valle è ormai interamente circondata dagli indiani. Hewitt vinte le diffidenze iniziali riesce a dare loro uno spirito di corpo cameratesco oltre a addestrarle al tiro che fortunatamente vede molte di loro già abili a maneggiare armi. Sarà questo a salvarle dall'attacco in massa degli indiani che a più riprese tenteranno di sopraffarle incontrando però una coraggiosa resistenza. A nulla sarebbe valsa però se Hewitt in un’ audace sortita non avesse ucciso il loro Sakem che si teneva sempre a debita distanza dalla linea di fuoco. Contando sulla loro superstizione Hewitt lo esibisce come un trofeo appeso fuori della missione atterrendo i rimanenti al punto da ritirarsi. Non gli resta che tornare al forte per subire il giudizio della Corte Marziale come disertore ma le sue donne irrompono per testimoniare a suo favore e addirittura un alto ufficiale non solo lo scagiona ma mette agli arresti il suo superiore reo del  massacro che aveva scatenato la violenta reazione indiana.
Insolito western al femminile con tanta azione e ovvio spazio ai sentimenti che vedranno il bel tenentino finire tra le braccia di una delle più coraggiose delle ragazze sopravvissute. Girato in Arizona poi si avvale degli splendidi esterni naturali del Deserto di Sonora e di tanti nativi negli ovvi e più credibili panni degli indiani.


The Guns of Fort Petticoat
Stati Uniti 1957
Regia: George Marshall
Musiche Mischa Bakaleinikoff
con
Audie Murphy: Tenente Frank Hewitt
Kathryn Grant: Anne Martin
Hope Emerson: Hannah Lacey
Jeff Donnell: Mary Wheller
Jeanette Nolan: Cora Melavan
Sean McClory: Emmett Kettle
Ernestine Wade: Hetty
Peggy Maley: Lucy Conover
Isobel Elsom: Charlotte Ogden
Patricia Tiernan: Stella Leatham
Kim Charney: Bax Leatham
Ray Teal: Salt Pork
Nestor Paiva: Tortilla
James Griffith: Kipper
Ainslie Pryor: Colonnello Chivington
Hugh Sanders: sergente Webber
Charles Meredith: ufficiale di comando
John Dierkes: bottegaio

Commenti

I Magnifici Sette del mese

400 giorni - Simulazione spazio

Assassinio sul treno

Assassinio sul palcoscenico

Assassinio al galoppatoio

Sherlock Holmes e la Perla della Morte

Cold Blood - Senza pace

Killer calibro 32