Post

Visualizzazione dei post da gennaio, 2011

Train de vie

Immagine
Train de vie è una commedia atipica ambientata nel 1941 in un piccolissimo villaggio ebreo situato nell'Europa dell'est durante l'invasione nazista. Il matto del villaggio avverte il consiglio dei saggi dell'arrivo dei tedeschi nei villaggi vicini e per sfuggire alla deportazione propone come unica via di salvezza quella di cercare di raggiungere in treno il confine con l' Urss   fingendosi deportati. Solo un folle poteva avere un'idea del genere. Acquistano così un treno, addestrano dei loro compaesani ad atteggiarsi e parlare da nazisti, e partono verso la libertà e la terra promessa dato che la speranza è anche quella di arrivare in seguito in Palestina . Durante il loro viaggio befferanno più volte i nazisti, disorienteranno i partigiani pronti a liberarli, affronteranno contrasti interni quando alcuni di loro abbracceranno l'ideologia comunista ed infine incontreranno anche degli zingari che hanno avuto la loro stessa idea. La loro avventura termine

Passa Sartana … è l'ombra della tua morte

Immagine
Voglio fare un appello con questo film a chi lavora nel cinema affinché a distanza di 40 anni si torni a produrre un genere che tante soddisfazioni ha dato al settore in termini di incassi e lavoro. Certo il filone ha rappresentato anche un concentrato di luoghi comuni finendo spesso in sciocchezze e corbellerie col solo scopo di far cassa etichettandosi col tempo solo come fenomeno violento e di consumo. Perchè non c'era la TV e il cinema era il solo luogo di svago e bisognava riempire le sale con prodotti ripetitivi in quantità e a scapito della qualità. Ma pur sempre creando un mestiere associato ad esso fatto di buoni caratteristi, registi, comparse e maestranze specializzate in carpenteria, falegnameria e vari e sempre senza l'utilizzo di una sola lira del denaro pubblico. Ecco perché vorrei che firmaste nei commenti questo appello affinché torni in auge un genere, magari anche con altri, che un tempo caratterizzarono il nostro Cinema nazionale. Ci vorrebbe in ver

Frà Diavolo – Atto III scena I

Immagine
Devo dire che il cinema mi ha spesso fatto conoscere musiche che non avrei mai immaginato di ascoltare e questo bellissimo film del quale abbiamo già parlato in questo post serve più che altro a farvi conoscere uno dei più grandi baritoni di tutti i tempi: Tito Gobbi . Considerato da molti inarrivabile per il timbro di voce, in questo film presta la voce "canora", perchè il parlato è di Giulio Panicali uno dei tre più grandi doppiatori della storia del cinema nazionale, a Dennis King , Frà Diavolo alias il Marchese di San Marco . Nel clip mancano i 2 interpreti principali, Stanlio e Ollio , ma lo scopo era quello di far ascoltare questa bellissima aria che potrete divertirvi a cantare dal momento che inserisco le parole e credo tantissimi nel web approfitteranno con i motori di ricerca a reperirle qui e tuttavia possiamo notare alcune delle spalle abituali del duo comico come James Finlayson e la bella Thelma Todd . Per i crediti potete andare al post originale: Frà

Totò: Chi si ferma è perduto

Immagine
Trama: I ragionieri Antonio Guardalavecchia (Totò) e Giuseppe Colabona (Peppino De Filippo) sono impiegati presso la filiale di Napoli della ditta Pasquetti, una società di trasporti. Il loro capoufficio è Cesare Santoro, superiore molto severo che non tollera l'atteggiamento poco professionale dei due impiegati. Al culmine dell'ennesimo rimprovero riservato a Colabona e Guardalavecchia davanti a un impiegato neoassunto, il catanese Donato Cavallo, Santoro li minaccia di trasferirli in Sardegna. L'improvvisa morte del capoufficio dà inizio a una spietata "guerra per la successione" tra Colabona e Guardalavecchia, lotta i cui segnali si manifestano già al funerale di Santoro. Parodìa stupenda dell'avidità e dell'ambizione delle persone che pur di raggiungere anche miserrimi obiettivi son pronti a tutto. Trasferito in ambito politico nella nostra povera Italia, Guardalavecchia, Colabona e Santoro vi ricordano qualcuno? Ribadisco, il "Pri

La giusta distanza (2007)

Immagine
Mazzacurat i, regista del film, esplora ancora una volta la pianura veneta ed i suoi mutamenti che di fatto la rendono immobile, come la nebbia che l'avvolge. In questo film, si parla di integrazione, dei cosidetti "nuovi italiani". C'è il meccanico tunisino, la moglie rumena del ricco del paese, il pizzaiolo magrebino. Sembra distante questo Veneto del Polesine, da quello che ci racconta la cronaca quotidiana della solidarietà: ci narrano di muri razziali e culturali nel Veneto che fu bianco. Finchè non accade qualcosa di terribile ed allora il Veneto multiculturale sparisce e ritorna la provincia per bene, dove l'apparenza va salvata a scapito della verità, soprattutto se mina le sicurezze di ogni giorno, ed allora non esistono più i nuovi italiani, ma ritornano gli "stranieri deliquenti". Mara (Valentina Lodovini) è una giovane maestra, che si trasferisce nel paese di Concadalbero, un piccolo centro agricolo sulle sponde del Po. Mara è molt

Bella di giorno

Immagine
Severine è candida, Severine è diafana, Severine è ialina, Severine è pura, Severine è perversa, Severine è la Bella di Giorno Severine è Luis Bunuel e la sua proiezione erotica, dissacratoria di una società borghese e perbenista, ne incarna le sue allucinazioni surrealiste fatte di sogno e realtà sempre in bilico tra di esse. A volte ironiche, altre violente, ma sempre eleganti nel conflitto che pongono allo spettatore su cosa sia normale o anormale, giusto  o sbagliato. Nel 1967 la società era all'inizio di quei moti che l'avrebbero sconquassata dalle basi bigotte e borghesi e il film fu molto duro da digerire e solo un genio come Bunuel poteva portare sullo schermo un tema così scioccante e se vogliamo amorale, schiaffeggiando il perbenismo dell'epoca con una … carezza chiamata Catherine Deneuve . Lei era la giusta incarnazione per il suo progetto, una donna giovane, borghese che mai al mondo uno avrebbe immaginato di proporle una parte simile. E qui come in seguito,

Che bella giornata

Immagine
Se vince la Juve poi è perfetta. Un sabato sera in una multisala gremita di bimbominkia e qualche attempato come noi per rendere il dovuto omaggio a un grande semplice della nuova commedia italiana. Non è Divina come quella che tiene a galla Roberto Benigni , ma è genuina, schietta e financo cafona nel suo protagonista: Luca Medici al secolo Checco Zalone . Il sempliciotto che rispolvera vecchi luoghi comuni dei vizi nazionali e li trasmette al pubblico con un rinnovato candore tale da farlo apprezzare dalla prima all'ultima battuta, con un ritmo incalzante e mai banale: il film è tutto suo come lo schermo che buca con disarmante facilità. Il tema dell'immigrato meridionale, già presente nel suo primo film " Cado dalle nubi " è qui riproposto in versione ancor più grottesca; se prima lui arrivava a Milano con le migliori intenzioni, qui è un trentenne di quelli che " Si ringrazia la Regione Puglia per aver fornito i Milanesi ". E' ancora più pungent

Nove Settimane e Mezzo (1986)

Immagine
Un film culto, non tanto per la confezione, ma per quello che ha rappresentato per noi giovani degli anni '80. Un film che per molti ha segnato la fine dell'età dell'innocenza o la scoperta dell'erotismo spinto. Ricordo che all'epoca fece molto scandalo, ma per andarlo a vedere c'erano le fila al cinema, soprattutto di coppie di fidanzati. Nasceva il mito di Kim Basinger . Che rimane tutt'ora, per me, una delle icone erotiche femminili per eccellenza. Un film che come negli anni '70 "Histoire d'O" ha segnato la rivoluzione dei costumi sessuali nelle coppie italiane e non solo. Da non dimenticare la colonna sonora , e la famosa You Can Leave Your Hat On , cover di Randy Newman cantata da Joe Cocker , che accompagna la scena dello spogliarello della Basinger. Un film da vedere assolutamente in dolce compagnia. E poi da reinterpretare ... e diciamoci la verità nove settimane e mezzo così non sarebbero poi male ...

Tra le nuvole

Immagine
Film soffice e lieve come le ovattate nubi che fanno da sfondo e pur affrontando un tema spinoso e angosciante come i licenziamenti in tronco di tanti dipendenti in piena crisi economica. Ryan Bingham ( George Clooney ) è un freddo e cinico manager di una società specializzata nel liquidare dirigenti e impiegati di aziende in crisi. A loro si rivolgono per evitare di dare ai propri dipendenti la ferale notizia " you fired – sei licenziato "  e loro sono chiamati in gergo tagliatori di teste . Con questo strano lavoro il bel Ryan si trova gran parte dell'anno per aria e come unico  e fisso obbiettivo ha quello di raccogliere miglia con la American Airlines per arrivare nel più breve tempo possibile alla fatidica soglia di 10 milioni di miglia rappresentati dalla magica carta nera in pura grafite. Un must elitario che solo in pochissimi vantano. Anche le relazioni amorose vissute attraverso incontri casuali nei grandi alberghi hanno spesso un incipit bizzarro fatto di

The Lost City (2005)

Immagine
Se c'è un attore che sempre mi ha convinto nelle sue interpretazioni questo è Andy Garcia, e nel limite del possibile ho sempre cercato di vedere i suoi film. In The Lost City, egli non è solo l'attore protagonista, ma anche il regista, produttore esecutivo e autore delle musiche. E aggiungiamoci pure che come il protagonista del film anch'egli è un esule cubano. Il film narra la storia di Fico (A. Garcia) proprietario di un locale notturno "El Tropico" di L'Avana durante la dittatura di Battista e all'alba della rivoluzione Castrista. Nella sua famiglia il padre, docente universitario, è per un opposizione parlamentare al regime di Battista, mentre suo fratello Ricardo si unisce al movimento, extraparlamentare, comunista di Fidel Castro e l'altro fratello, Luis, al movimento democratico (sempre extraparlamentare). Man mano che il regime Castrista raggiunge il potere ed il controllo della vita cubana, le attività del locale di Fico sono ridotte, prima

Etichette

Alec Guinness1 Alessandro Blasetti11 Alfred Hitchcock11 Alida Valli3 Amedeo Nazzari10 Anatole Litvak1 Animazione19 Anna Magnani10 Anthony Quinn12 Anthony Steffen28 Assia Noris5 Audie Murphy19 Audrey Hepburn2 Ava Gardner4 Ave Ninchi25 Avventura245 Azione351 Barbara Stanwyck3 Batman6 Bette Davis2 Bice Valori24 Billy Wilder4 Bing Crosby4 Biografico25 Bob Hope9 Boris Karloff2 Brancaleone2 Brigitte Bardot2 Bud Spencer17 Burt Lancaster16 Buster Keaton3 Cappa e spada110 Caratteristi4 Carla Gravina4 Carlo Campanini34 Cary Grant14 Cecil B.DeMille2 Charles Bronson16 Charles Laughton3 Charlie Chan23 Charlie Chaplin16 Charlot13 Charlton Heston12 Checco Zalone4 Christopher Nolan4 Clark Gable12 Claudette Colbert2 Claudia Cardinale7 Clint Eastwood25 Comico107 Commedia693 Danny Kaye4 David Niven8 Dean Martin18 Deborah Kerr3 Dino Risi12 Disney12 Documentario7 Doris Duranti3 Drammatico176 Dustin Hoffman3 Eduardo De Filippo18 Edward Dmytryk9 Edward G. Robinson15 Edwige Fenech6 Elvis Presley1 Emma Gramatica3 Epico5 Ercole16 Ermanno Olmi1 Erotico5 Errol Flynn8 Fantascienza242 Fantastico90 Fantozzi10 Federico Fellini3 Fernandel6 Festival95 Franca Valeri15 Franchi & Ingrassia83 Francis il mulo2 Franco Nero17 Frank Capra3 Fratelli Marx5 Fred MacMurray7 Fritz Lang12 G.M.Volontè2 Gary Cooper12 George Hilton17 Gesù di Nazareth1 Giallo66 Giancarlo Giannini2 Gianni & Pinotto13 Gianni Garko20 Gigi Proietti1 Gina Lollobrigida5 Ginger Rogers1 Gino Bramieri12 Gino Cervi21 Giuliano Gemma31 Giulietta Masina6 Glenn Ford13 Grace Kelly5 Greenway1 Gregory Peck12 Grottesco11 Groucho Marx5 Guerra96 Guest post6 Hedy Lamarr1 Henry Fonda15 Henry Hathaway12 Henry King6 Horror38 Howard Hawks10 Humphrey Bogart18 I Tre Supermen7 Ingmar Bergman1 Ingrid Bergman3 Isa Miranda6 Italian Action28 Italian Spy66 Italian Thriller14 Jack Lemmon2 Jack Nicholson1 Jacques Tourneur5 James Cagney4 James Coburn9 James Stewart20 Jane Russell7 Jean Marais5 Jeff Cameron17 Jerry Lewis22 Joan Crawford5 John Ford17 John Wayne43 Johnny Dorelli5 Joseph L. Mankiewicz3 Kim Novak3 King Vidor2 Kino3 Kirk Douglas21 Klaus Kinsky22 Lando Buzzanca12 Laurel e Hardy32 Lauren Bacall5 Laurence Olivier2 Lea Padovani9 Lee Van Cleef27 Lex Barker17 Lina Wertmüller3 Lino Banfi18 Lirica1 Louis de Funès10 Luchino Visconti1 Lucio Fulci21 Luigi Comencini5 Luigi Zampa8 Luis Buñuel1 Luisa Ferida4 Macario19 Maciste22 Marcello Mastroianni8 Margaret Lee26 Marilyn Monroe1 Mario Bava13 Mario Camerini8 Mario Monicelli17 Mario Soldati12 Marisa Mell4 Marlene Dietrich6 Maureen O'Hara11 Mel Brooks3 Mel Gibson7 Melodramma1 Memoria1 Michael Curtiz10 Mickey Rooney3 Mina3 Miss Marple4 Mitologia15 Mr.Wong1 Musical1 Musicale42 Neorealismo3 Neri Parenti3 Nicolas Cage5 Nino Manfredi22 Nino Taranto26 Noir76 Olivia de Havilland5 Opera1 Orson Welles8 Otto Preminger4 Paolo Villaggio22 Pasqua1 Paul Newman4 Paulette Goddard4 Peplum95 Peppino De Filippo62 Peter Lorre14 Peter Sellers13 Pier Paolo Pasolini2 Pietro Germi2 Pirati48 Poirot4 Poliziesco114 Primo Carnera4 Pulp9 Quentin Tarantino9 Raimondo Vianello53 Randolph Scott24 Raoul Walsh14 Rassegne3 Ray Milland8 Renato Rascel19 René Clair2 Richard Harrison30 Rita Hayworth3 Rita Pavone5 Robert Aldrich9 Robert De Niro7 Robert Mitchum27 Robert Siodmak6 Robert Taylor11 Robert Wise2 Roberto Rossellini2 Rock Hudson11 Roger Corman6 Roger Moore4 Romantico6 Sam Peckinpah5 Sandra Mondaini12 Satirico8 Sean Connery11 Sentimentale34 Sergio Leone8 Sherlock Holmes27 Shirley MacLaine1 Silvana Mangano7 Silvana Pampanini19 Sophia Loren12 Spaghetti Western347 Spencer Tracy6 Spionaggio84 Splatter3 Sport6 Stampa91 Stanley Kubrick2 Star Wars7 Stefania Sandrelli2 Steno37 Steve Reeves12 Stewart Granger10 Storico27 Super Eroi62 Tafazzi1 Takeshi Kitano6 Tarzan3 Terence Hill17 Thriller259 Tina Pica21 Tino Scotti7 Titina De Filippo16 Tom Hanks5 Tomas Milian15 Tony Curtis12 Totò Antonio De Curtis96 Tyrone Power13 Ugo Tognazzi39 Ursula Andress5 Veronica Lake2 Victor Mature11 Victor McLaglen7 Vincent Price14 Virna Lisi7 Vittorio De Sica45 Vittorio Gassman20 Walter Chiari48 Walter Matthau7 Wes Anderson5 Western308 William Holden8 Woody Allen15 Yul Brinner4 Yvonne De Carlo9 Zeffirelli1 Zorro10
Mostra di più