Post

Visualizzazione dei post da 2010

Vent'anni dopo – Teste dure

Immagine
Vent'anni dopo, da cui il titolo italiano del film, è il tempo che intercorre dalla fine della seconda guerra mondiale al momento in cui Stanlio si accorge che è finita. E già poverino, lasciato di guardia in trincea, nessuno si è preoccupato di avvisarlo che il conflitto era finito. Nemmeno il suo amico Ollio che all'epoca era partito in perlustrazione. E quando questi legge sul giornale del fatto curioso e vede la foto dell'amico creduto ormai morto da tempo, si precipita in auto a recuperarlo presso la Casa del Soldato, una sorta di ospizio per veterani.
L'incontro tra i due è toccante e frutto dell' intelligenza artistica di Stanlio che si "inventa" assorto e seduto su di una gamba in una carrozzella al punto che lo spettatore pensa subito che l'altra se l'è persa in guerra. E figuriamoci Ollio come la prende, si lascia talmente suggestionare dall' immaginazione che non nasconde una smorfia di dolore e compassione quando lo vede. La scena…

Un dollaro d' onore

Immagine
Chi non ha visto e amato questo film del 1957 diretto da Howard Hawks col mitico duca nel ruolo dello sceriffo John T. Chance .. io l'avrò visto e rivisto decine di volte e sempre con lo stesso trasporto ed entusiasmo nel vedere all'opera quei personaggi e interpreti da sempre amati. Lo sceriffo, in questo film dai canoni classici del western americano, è alle prese con un signorotto, Nathan Burdette, che spadroneggia con la sua banda nel territorio  di Rio Bravoe l'arresto del fratello, Joe Burdett, per omicidio trasforma il suo ufficio in un fortino asserragliato dalla banda per liberare il detenuto. Può contare sull'aiuto del vice Dude "el borachòn" l'ubriaco Dean Martin, il giovane pistolero ColoradoRicky Nelson e il vecchio aiutante Stumpy interpretato dall'ottimo caratterista di tanti western Walter Brennan. Non mancheranno i colpi di scena fino all'esplosivo finale con tutti i protagonisti che in nome dell'amicizia e dell'unione tr…

The Prestige (2006)

Quando mi ripromisi che avrei seguito sempre con interesse le opere di Christopher Nolan era la lontana estate del 2000 e per la prima volta vantavo un accredito per la mostra del cinema di Venezia.
Nella sezione "nuove proposte" il poliedrico attore Tim Robbins si presentava come produttore di un misterioso psycothriller dal titolo assai accattivante. Memento.
Incredibile.
La complessità eccessiva di memento fu per me uno stimolo irresistibile a seguire le future evoluzioni del suo regista, Nolan appunto, che alla sua opera successiva seppe prontamente deludermi (Insomnia).
Ma fu una parentesi.
Batman Begins, il suo film successivo, restituì al mondo Nolan in tutta la sua capacità suggestiva di rendere toccanti storie impossibili, e tutto il suo cinema torna all'ennesima potenza in The prestige.



OSSERVA ATTENTAMENTE, così si apre il film, con una carellate su innumerevoli cappelli sparsi sul pendio di una collina.... visione surreale all'inizio, illuminante alla luc…

La ragazza del lago (2007)

Immagine
Un film che è la dimostrazione che per fare un buon film non servono solo i soldi, ma soprattutto le idee. Non è necessario imitare gli americani, ma avere coraggio e voglia di proporre cinema. Un giallo senza corse in macchina, senza scazzottate, senza distruggere negozi a colpi di fucile o mitra. Un buon film, da guardare in silenzio lasciandosi rapire dall'ottima fotografia, dagli intimistici dialoghi, da una colonna sonora indovinata. La trama? Una ragazza viene trovata morta e nuda sulla riva del lago ed un commissario comincia ad indagare in un piccolo paesino del Friuli ...

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 2007
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, poliziesco
Regia Andrea Molaioli
Soggetto Karin Fossum (romanzo Lo sguardo di uno sconosciuto)
Sceneggiatura Sandro Petraglia
Casa di produzione Indigo Film
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Fotografia Ramiro Civita
Montaggio Giogiò Franchini
Musiche Teho Teardo



Interpreti e personaggi
Toni Servillo: commissario…

Il Miracolo di Berna (2003)

Immagine
Estate del '54. Il padre di Mathias torna a casa dopo gli anni passati come prigioniero di guerra in Unione Sovietica. Mathias ha 12 anni e fino ad allora ha condotto una vista relativamente tranquilla, in una cittadina mineraria tedesca, assieme alla madre ed alla sorella. Mathias è amico e mascotte di Helmuth Rahn, giocatore di calcio della nazionale della Germania Ovest che disputerà i mondiali in Svizzera quell'estate del '54. Per Mathias Helmuth è come un padre e non riconosce invece quello naturale; quest'ultimo dopo i duri anni di prigionia in URSS non riesce ad adattarsi alla nuova realtà familiare e civile tedesca. La passione per il calcio di Mathias viene ostacolata dal padre, il calcio viene visto come una perdita di tempo. Ma, man mano che la squadra tedesca avanza nel torneo mondiale, anche Mathias aumenta la sua carica vitale sul padre, fino a giungere al Miracolo di Berna.

Un film che apparentemente parla di Sport, ma che in realtà affronta il periodo po…

Continuavano a chiamarlo Trinità

Immagine
Monaco: Sia lodato Gesù Cristo.
Bambino: e perché?
Monaco: .. ehm .. che il Signore vi accompagni.
Bambino: No, andiamo da soli!
E anche questa volta verso un successo incredibile, bissando quello del 1970 col primo film della serie. Il regista è sempre lo stesso e anche se la trama stavolta è un pochino lenta e scontata, i due riescono comunque in due ore a far divertire il pubblico che riempiva le sale allora e non si perde oggi
i passaggi in TV. La storia vede il padre (Harry Carey Jr.): Ma perché in tutto questo tempo non ci hai mai inviato una lettera?Perché io non so scrivere e voi non sapete leggere ... risponde TrinitàMi sembra un ottimo motivo. che con la complicità di Trinità (Terence Hill) si finge moribondo affinché Bambino (Bud Spencer) collabori col fratello allo scopo di formare una coppia di "onesti" fuorilegge. I due arrivano così in una cittadina per mettersi subito all'opera, ma si imbattono in un signorotto locale:
James Parker (Emilio Delle Piane), c…

Ciao Mario ...

Immagine
Se ne è andato, con un volo ... lui che ha fatto volare la commedia all'italiana in alto, facendola diventare mito ... non serve dire altro per salutare il grande Mario, che a 95 anni ha deciso di burlarci ancora. Grazie Mario per le risate amare che ci hai fatto fare, per averci fatto guardare dentro, per aver riso con noi di noi.









I Vichinghi

Immagine
I Vichinghi nell' Europa dell' ottavo e del nono secolo adoravano un Dio pagano della guerra: Odino. Costretti fra i confini delle desolate terre nordiche, imprigionate dai ghiacci, si dedicarono alla costruzione di navi che usarono per diffondere un regno di terrore, la cui violenza e brutalità non furono mai eguagliate nella storia. La maggiore ambizione di ogni vichingo era quella di poter morire con la spada in pugno e così entrare nel Wahlalla dove il Dio Odino avrebbe salutato in lui un nuovo eroe. La bussola era sconosciuta e potevano navigare soltanto orientandosi con il sole e con le stelle. Quando scendeva la nebbia erano come ciechi privi di ogni risorsa, credevano che la terra fosse piatta e che navigando oltre i lidi conosciuti il Vento Nero li avrebbe spinti verso il Mare Avvelenato che immaginavano ad occidente oltre i limiti della terra, alle soglie del Limbo. La loro grande aspirazione era quella di conquistare l' Inghilterra, allora divisa in tanti picco…

Muraglie

Immagine
M uraglie, (Pardon us) è uno dei più bei film della geniale coppia Laurel & Hardy che in questo film sono "i due re della birra" più maldestri che la storia conosca. Tentano infatti di venderla, in pieno proibizionismo, ad un poliziotto, scambiato da Stanlio per un tranviere e così finiscono dritti in cella. Qui a causa di un problema che affligge Stanlio ad un dente che "rumoreggia" con uno strano effetto pernacchia i due vengono relegati nella peggiore cella che ci possa essere: quella del Tigre: "ciao pollo!!" è il benvenuto che ricevono dal losco figuro (Walter Long) e l'ingenuo risponde con un "riverisco!!" seguito dalla inevitabile pernacchia ma tale da sorprendere il galeotto al quale nessuno ha mai mancato così apertamente di rispetto. E così pur invitandolo a moderare i modi "che la pazienza ha un limite" gli stringe la mano tanto da far balenare al "furbo" Ollio l'idea di presentarsi anche lui con "…

Capitalism: a Love Story

Immagine
Un cazzotto nello stomaco dello spettatore benpensante. L’ ingordigia di un mondo che ha fatto del profitto un Dio, un Moloch, al quale sacrificare ogni qualsivoglia elementare diritto alla vita relegandolo miseramente al livello di sopravvivenza. Un appello alle coscienze di chi ancora crede nel modello americano di vita e di sviluppo. Questo film di Michael Moore arriva dritto al cuore di chi lo guarda perché non parte dal presupposto di condanna tout court, ma dal tentativo di riportare sulla giusta strada questo “Capitalismo”, ormai diventato mostro. Ne percorre le strade, dal dopo guerra quando in America cresce a dismisura grazie alla concomitante distruzione dell’industria giapponese e tedesca e arriva fino ai giorni nostri con tanti esempi, tra i più crudeli, disumani e grotteschi ci possano essere. La crisi dell’industria americana, senza concorrenza prima, che col rifiorire di quelle europee e orientali perde sempre più colpi e reagisce con altrettanti tagli e licenziamenti…

Gli Argonauti

Immagine
Visto di recente grazie a mamma Rai e subito con la mente agli anni '60 quando da ragazzino lo vidi per la prima volta. La freschezza il film la mantiene tutta intatta nonostante il cinema sia cresciuto in maniera esponenziale nel campo degli effetti visivi. Ma quelli usati dal mago del tempo Ray Harryhausen, se da un lato appaiono "infantili", dall'altro rimangono ancora impressi per la loro complessità rispetto ai tempi in cui vennero ideati e, con un occhio di riguardo, ancora godibili. La storia dei 50 eroi greci partiti con Giasone in testa alla ricerca del "Vello d' oro", dono degli dei, e in grado di portare pace e prosperità a chi lo possedesse è abbastanza nota. I nostri eroi partono alla volta della sconosciuta Colchide a bordo della nave Argo e se da un lato Giasone (Todd Armstrong) gode dell'appoggio di Hera (una bellissima Honor Blackman sogno di tanti ragazzi in quegli anni), dall'altro ha rifiutato l'appoggio degli dei con in…

Nell'anno del Signore (1969)

Immagine
Film che narra un fatto vero ossia la condanna a morte di due carbonari nella Roma Papalina.
Cast d'attori d'eccezione da uno straordinario e arguto Nino Manfredi (Pasquino) nella parte di un ciabattino, un Tognazziin versione cardinale con accento veneto, Alberto Sordi in veste di frate mistico, Enrico Maria Salerno in un integerrimo colonello, Claudia Cardinale in quella di una finta moglie e grande amatrice. In questo film viene messo a nudo il potere della Roma dei Papi, le loro ipocrisie. Il film varia dalla farsa al dramma, lasciando alla fine un sorriso amaro. La Roma dei Papi che non accetta la Rivoluzione Francese ed il vaccino contro il vaiolo perchè inventato da un figlio della rivoluzione ma non si fa scrupoli nell'usar la ghigliottina per ammazzare due ribelli processati senza prove.







Titolo originale Nell'anno del Signore
Paese Italia, Francia
Anno 1969
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, drammatico, storico
Regia, Soggetto eSceneggiatura Luig…

Sentieri Selvaggi

Immagine
Quella porta che si apre all'inizio e si chiude alla fine contiene un capolavoro del genere western, forse il più bel film del regista John Ford, duro e violento in un crescendo di odio e vendetta per tutta la sua durata e che suscitò non poche perplessità all'epoca dell'uscita. Sentieri selvaggi del 1956 ebbe addirittura critiche con velate accuse di razzismo vista la complessità della psicologia del protagonista Ethan Edwards (John Wayne) che tornato dalla guerra di secessione passerà parecchi anni alla ricerca disperata della nipote rapita da una banda di indiani Comanches e lo farà con un odio e un furore tale da alimentare non poche riserve morali. Solo rivedendolo più volte si può apprezzare la complessità del racconto che trae comunque spunto da un fatto vero e che in ultima analisi vede un uomo, a cui è stata sterminata la famiglia, che cerca la vendetta, niente di più umano e comprensibile se pur deprecabile nei modi e sentimenti. Ma è un film e il razzismo non c&…

Bomber (1982)

Mentre l'Italia vinceva i mondiali di calcio, Michele Lupo, che già aveva diretto Bud Spencer in altre leggendarie occasioni ( Lo chiamavano Bulldozer (1978), Uno sceriffo extraterrestre... poco extra e molto terrestre (1979), Chissà perché... capitano tutte a me (1980)) dirige forse il più archetipico dei film che io chiamo "spacca (tutto) e spara (battute)" con Bud Spencer. Accompagnato anzichè dal classico coprotagonista Terence Hill, questa volta Bud mette a servizio il suo personaggio ad una armata brancaleone di freaks, giudati da una Gegia agli albori e il miglior Jerry Calà per famiglie che si sia mai visto dai tempi dei suoi esordi coi Gatti di Vicolo Miracoli. Il ricordo di Bomber mi conduce sempre ad una commozione sincera, che sgorga dalla fanciullesca e geniale comicità di Calà, unita ad una trama apparentemente semplice, ma non banale. Perchè Bomber è anche un racconto di formazione, quella di Giorgione, il giovane dal destro micidiale, che trova in Bombe…

Carrellata di miti

Immagine
C'è una grandezza innata in Groucho, che sfida l'analisi più accurata, come succede con tutti i veri artisti. Lui è semplicemente unico, allo stesso modo di Picasso o Stravinskij, e credo che la sua impudente strafottenza verso l'ordine costituito sarà divertente tra mille anni come adesso. Oltre tutto, mi fa ridere. (Woody Allen)
Citatemi dicendo che sono stato citato male.Come ci si può divertire in una festa in cui le birre sono calde e le donne sono fredde?
L'unico modo infallibile per provare una nuova gag era quello di provarla su Zeppo. Se gli piaceva, la scartavamo.
Mangio come un avvoltoio. Purtroppo la somiglianza non si ferma qui.
Mi sono sposato davanti a un giudice. Avrei dovuto chiedere una giuria.
Trovo che la televisione sia molto educativa. Ogni volta che qualcuno l'accende, vado in un'altra stanza a leggere un libro.
Un uomo ha l'età della donna che ha per le mani.
Due maestri della commedia. Ollio col suo "tie twiddle" lo sfarfalleggi…

El Dorado

Immagine
Chissà perchè il regista Howard Hawks decide dopo 7 anni circa di riproporre, si parla di remake, la stessa storia del suo mitico Un dollaro d'onore, forse gli era piaciuto tanto che voleva in qualche modo rifarlo o prolungarne gli effetti. Invece il film si regge solo sulla bravura degli interpreti perchè la storia è più o meno la medesima con John Wayne e con Robert Mitchum al posto di un altro grande come Dean Martin, coadiuvato da Arthur Hunnicutt un bravo caratterista di tante pellicole western al posto di Walter-Stumpy-Brennan e un giovane James-Mississippi-Caan anche lui col nome di un fiume come Ricky-Colorado-Nelson che in più cantava e pure bene. Ecco che la storia è speculare e mi riprometto di raccontarla meglio quando affronteremo l' originale, spero prossimamente. Lo sceriffo J.P. Harrah (Mitchum), "una stella attaccata a un ubriaco" ha il suo bel da fare con il solito proprietario terriero con mandrie che necessitano spazi altrui ed è coadiuvato in que…

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

Immagine
« Il Cristianesimo è una religione democratica basata sul lavoro »
(Don Camillo)

Da i romanzi di Guareschi, sono tratti una serie di film che meglio di tanti altri hanno descritto l'Italia post bellica ed il suo passaggio da civiltà rurale e patriarcale a società moderna.
Tutti prodotti dalla Cineriz e interpretati da Fernandel (don Camillo) e Gino Cervi (Peppone) gli episodi sono cinque:
1. Don Camillo (regia di Julien Duvivier, 1952)
2. Il ritorno di don Camillo (regia di Julien Duvivier, 1953)
3. Don Camillo e l'onorevole Peppone (regia di Carmine Gallone, 1955)
4. Don Camillo monsignore... ma non troppo (regia di Carmine Gallone, 1961)
5. Il compagno don Camillo (regia di Luigi Comencini, 1965)




Non so quante volte li ho rivisti, ma ogni volta è come se fosse la prima ed in ogni occasione ne trovo una chiave di lettura nuova. Centro degli episodi è la contrapposizione tra il sentimento cristiano di don Camillo e l'ideologia comunista di Peppone, rispettivamente parroco e sin…

Etichette

Alfred Hitchcock10 Amedeo Nazzari6 Animazione14 Anna Magnani8 Anthony Quinn8 Anthony Steffen18 Audrey Hepburn1 Ava Gardner4 Ave Ninchi9 Avventura178 Azione250 Bette Davis2 Bice Valori9 Billy Wilder3 Biografico18 Bob Hope4 Boris Karloff1 Brancaleone2 Brigitte Bardot2 Bud Spencer16 Burt Lancaster12 Cappa e spada67 Caratteristi4 Carla Gravina3 Cary Grant9 Cecil B.DeMille2 Charlie Chaplin16 Charlot13 Charlton Heston11 Christopher Nolan4 Clark Gable11 Claudette Colbert2 Claudia Cardinale6 Clint Eastwood22 Comico83 Commedia370 Danny Kaye2 David Niven8 Dean Martin13 Deborah Kerr3 Disney4 Documentario6 Drammatico132 Dustin Hoffman3 Eduardo De Filippo9 Edward Dmytryk8 Edward G. Robinson11 Elvis Presley1 Epico3 Ercole13 Ermanno Olmi1 Erotico4 Errol Flynn4 Fantascienza157 Fantastico62 Federico Fellini3 Festival95 Franca Valeri12 Franchi & Ingrassia14 Franco Nero13 Frank Capra2 Fratelli Marx2 Fred MacMurray3 Fritz Lang9 G.M.Volontè2 Gary Cooper11 George Hilton9 Gesù di Nazareth1 Giallo24 Gianni & Pinotto11 Gianni Garko16 Gigi Proietti1 Gina Lollobrigida4 Ginger Rogers1 Gino Cervi13 Giuliano Gemma28 Giulietta Masina4 Glenn Ford9 Grace Kelly4 Greenway1 Gregory Peck11 Grottesco7 Groucho Marx3 Guerra60 Guest post6 Hedy Lamarr1 Henry Fonda10 Henry Hathaway8 Henry King5 Horror22 Howard Hawks9 Humphrey Bogart12 Ingmar Bergman1 Ingrid Bergman3 Italian Action23 Italian Spy42 Italian Thriller9 Jack Lemmon2 Jack Nicholson1 Jacques Tourneur5 James Cagney4 James Coburn7 James Stewart17 Jane Russell6 Jeff Cameron15 Jerry Lewis18 Joan Crawford3 John Ford13 John Wayne34 Kim Novak1 Kino3 Kirk Douglas21 klaus Kinski12 Kubrick2 Laurel e Hardy23 Lauren Bacall5 Laurence Olivier2 Lee Van Cleef21 Lex Barker9 Lino Banfi3 Lirica1 Luchino Visconti1 Lucio Fulci9 Luigi Zampa7 Luis Buñuel1 Luisa Ferida3 Macario8 Maciste17 Marcello Mastroianni6 Margaret Lee13 Marilyn Monroe1 Mario Bava11 Mario Camerini6 Mario Monicelli11 Mario Soldati6 Marisa Mell2 Maureen O'Hara7 Mel Brooks3 Mel Gibson3 Memoria1 Michael Curtiz7 Mickey Rooney1 Miss Marple4 Mitologia15 Mr.Wong1 Musical1 Musicale15 Neorealismo2 Neri Parenti2 Nicolas Cage4 Nino Manfredi17 Noir43 Opera1 Orson Welles3 Otto Preminger3 Paolo Villaggio6 Pasqua1 Paul Newman4 Paulette Goddard4 Peplum69 Peppino De Filippo44 Peter Lorre10 Peter Sellers12 Pietro Germi1 Pirati30 Poliziesco56 Primo Carnera3 Pulp1 Quentin Tarantino8 Raimondo Vianello20 Randolph Scott17 Raoul Walsh10 Rassegne3 Ray Milland3 Renato Rascel7 René Clair1 Richard Harrison20 Rita Hayworth2 Robert Aldrich4 Robert De Niro4 Robert Mitchum21 Robert Siodmak3 Robert Taylor10 Robert Wise1 Roger Corman3 Roger Moore3 Romantico6 Sam Peckinpah5 Satirico7 Sean Connery10 Sentimentale22 Sergio Leone3 Sherlock Holmes21 Shirley MacLaine1 Silvana Mangano5 Sophia Loren9 Spaghetti Western230 Spencer Tracy5 Spionaggio59 Splatter3 Sport6 Stampa91 Star Wars5 Stefania Sandrelli1 Steno18 Steve Reeves10 Stewart Granger9 Storico20 Super Eroi42 Tafazzi1 Takeshi Kitano2 Terence Hill14 Thriller187 Tina Pica11 Titina De Filippo9 Tom Hanks5 Tomas Milian13 Tony Curtis12 Totò Antonio De Curtis57 Tyrone Power7 Ugo Tognazzi14 Ursula Andress5 Victor Mature9 Victor McLaglen7 Virna Lisi4 Vittorio De Sica37 Vittorio Gassman16 Walter Chiari26 Wes Anderson3 Western248 Woody Allen14 Yul Brinner3 Yvonne De Carlo8 Zeffirelli1 Zorro8
Mostra di più