Gli eroi del West


Gli eroi del West
M ike e Colorado sono due lestofanti che campano rubando denaro e gioielli ad ignari viaggiatori. Saliti a bordo di una diligenza si spacciano di volta in volta per musicanti o addirittura si travestono da moglie e marito per rubare con destrezza ai passeggeri e farsi poi sbarcare con la scusa di aver inavvertitamente sbagliato diligenza. Sulle loro tracce c'è sempre un fido compare che segue da lontano pronto con i cavalli e ogni volta, con un trucco diverso, la storia si ripete fin quando capita loro un inaspettato colpo di fortuna. Scesi dall'ennesima diligenza si sono appropriati dei documenti e medagliette ricordo di due tizi facenti parte di famiglie in lotta tra loro per il possesso di una ricca miniera a Dallas. La diligenza ripartita, era poi saltata in aria perché al suo interno era stata posta una bomba dal sicario Pablo, pagato dal sindaco che ha in serbo di accaparrarsi la miniera al posto delle due famiglie belligeranti degli Hinter e dei Milland. I due vecchi capi capifamiglia li aveva fatti ammazzare tra loro con uno stratagemma e dopo aver saputo che i loro figli maschi stavano per arrivare in città, aveva provveduto a farli saltare in aria con la dinamite. Non sa che Mike e Colorado han preso loro i documenti e visto che mancano dalla città da una trentina d'anni, essendo stati spediti dalle famiglie nei collegi all'Est, contano di imbrogliare tutti e prendersi la miniera. Non sanno a loro volta che le loro famiglie sono in guerra da sempre e giunti in città, vengono da un lato accolti dalle rispettive sorelle e subito dopo incitati a farsi la pelle. Già è difficile dare ad intendere di essere chi non sono, anche se il tanto tempo trascorso lontano da Dallas gioca a loro favore in fatto di ricordi sbiaditi circa parenti, genitori e quant'altro. Lo è ancor più doversi misurare in un duello mortale visto anche che sono nella realtà buoni amici. Così tra un espediente e l'altro i nostri riescono a barcamenarsi finché saranno le loro sorelle acquisite a cavarli d'impaccio, prima caricando a salve le loro colt quando vennero messi l'uno di fronte all'altro e poi, una volta scoperta la loro vera identità, salvarli dall'accusa mossa ad arte dal sindaco di essere gli autori dell'assassinio dei due ai quali hanno preso l'identità. Grazie a Pablo, non pagato per il lavoro svolto, il sindaco verrà denunciato come il mandante degli omicidi e verrà arrestato, mentre i nostri potranno godersi la miniera e le loro belle .. sorelline.
Al di là di qualche battuta e di un buon impegno dei protagonisti, il film è talmente leggero, compresa la faida derbistica, che vola via come un palloncino in un'ora e mezza senza accorgersene. Ottimi esterni spagnoli e interni italiani adeguati con apprezzabile colonna sonora del maestro Gianni Ferrio.


Gli eroi del West
Italia 1963
Regia: Steno
Musiche Gianni Ferrio
con
Walter Chiari: Mike
Raimondo Vianello: Colorado
Silvia Solar: Margaret
Aurora Julia: Sherry
Bruno Scipioni: Verdugo
Mary Anderson: Barbara
Tomás Blanco: Il sindaco Ortes
Beny Deus: Bill
Miguel Del Castillo: Pablo
Antonio Peral: Il boia
Mercedes Lobato: passeggera della diligenza
Xan das Bolas: il Dottore
Santiago Rivero: Jonathan

Commenti

I Magnifici Sette del mese

400 giorni - Simulazione spazio

Assassinio sul treno

Assassinio sul palcoscenico

Assassinio al galoppatoio

Sherlock Holmes e la Perla della Morte

Cold Blood - Senza pace

Killer calibro 32