Le avventure di Davy Crockett


T re capitoli delle avvincenti avventure del trapper più famoso d'America, dagli inizi, al seguito del Generale Jackson con i suoi volontari nella guerra contro i bellicosi Creek di Capo Stecca Rossa che si concluderà con la resa, dopo una prima fuga nei boschi, e dopo un duello, secondo le regole indiane, che Davy vincerà, risparmiando il capo e convincendolo ad accettare i trattati di pace. Lui si occuperà di persona di farli rispettare tranquillizzando il suo avversario che in quell'uomo ripone la massima fiducia. Dopo un breve periodo trascorso in Tennessee, dove ha ripristinato la legalità in una zona dominata da loschi affaristi, nel pieno della sua popolarità e pur con una certa riluttanza, viene eletto in parlamento e deve andare a Washington dove viene accolto con tutti gli onori. Lo stesso Andrew Jackson, sotto al quale ha combattuto e che oggi è il Presidente degli Stati Uniti, si congratula vivamente con lui. Ma la vita politica non gli si addice e quando apprende che il trattato stipulato con gli indiani sta per essere annullato, dopo un veemente intervento in parlamento dove scongiura simile scelleratezza, parte con George Russel, fido amico di tante avventure, verso destinazione ignota. Sua moglie è morta nel frattempo e i suoi due figli vengono allevati da sua cognata che gli scrive una struggente lettera per informarlo della triste notizia. Forse anche per questo sceglie come meta il remoto Texas, dove il Generale messicano Santa Ana sta ammassando truppe desideroso di riprenderselo e dove eroicamente troverà la morte con altri come lui nella disperata ed estrema difesa di Alamo.
Prodotto dalla Disney con la solita cura con cui ha distinto la sua storia, è una avvincente avventura con riguardo anche all'aspetto documentaristico, inserendo sovente spezzoni di vera vita animale, su tutte resta impressa la famigliola di orsi che gioca e bisticcia mentre fa il bagno lungo un fiume. Cosa del resto in linea con i tanti e bellissimi documentari naturalistici targati Disney, che intrattenevano in quegli anni ragazzi ed adulti di tutto il mondo sia al cinema che in TV. I luoghi meravigliosi dove è stato girato il film sono tali da esserne interpreti al pari degli attori impegnati e garanzia di un prodotto visivo di grande bellezza... Ringraziamo i Cherokees, la Carolina del Nord e la popolazione di Tennessee e Texas per la loro collaborazione

Davy Crockett
King of the Wild Frontier
Stati Uniti 1955
Regia: Norman Foster
Musiche George Bruns
con
Fier "Fess" Parker: Davy Crockett
Buddy Ebsen: George Russel
Basil Ruysdael: Generale, Presidente Andrew Jackson
Hans Conried: Thimblerig
William Bakewell: Maggiore Tobias Norton
Kenneth Tobey: Colonnello Jim Bowie
Pat Hogan: Capo Stecca Rossa
Helene Stanley: Polly Crockett
Nick Cravat: Busted Luck
Don Megowan: Colonnello William Travis
Mike Mazurki: Piedone "Bigfoot" Mason
Jeff Thompson: Charlie Due Camicie
Henry Joyner: Swaney
Campbell Brown: Bruno


Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

I Vichinghi (2014)

Il grande colpo di Surcouf

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

Jupiter - Il destino dell'universo