Un militare e mezzo


Un militare e mezzo
N icola Carletti torna trent'anni dopo in Italia, dall'America dove era emigrato in cerca di fortuna. Ha con sé moglie, figlia grande, figlio piccolo e un sogno nel cassetto che sta per avverarsi: il lancio in grande stile di un nuovo farmaco digestivo, il DIGER FRIZ che garantisce digestioni da struzzo. Conta di far fortuna a casa sua dopo la parentesi deludente americana che gli viene rinfacciata dalla moglie, la quale non gli perdona di non aver mai imparato bene l'inglese e di aver speso gli ultimi dollari per il viaggio in nave. A peggiorare le cose arriva poi la chiamata imprevista alle armi che per un cinquantenne come lui è una vera e propria sciagura. Del resto a vent’anni partito per l’America non aveva risposto alla chiamata di leva e per questo motivo è tuttora renitente alla leva e obbligato quindi a prestare il dovuto servizio militare. Ovviamente inoltra subito domanda per essere esonerato vista l'età e la famiglia a carico e i tanti impegni lavorativi. Ma la burocrazia è lenta e quindi deve sorbirsi il burbero maresciallo Rossi col quale inizia un singolare rapporto di amore, odio, amicizia e guerra dovuti ai rispettivi ruoli, sottufficiale e recluta, che tuttavia si sovvertono e scambiano tra loro in presenza del colonnello comandante della caserma che Nicola ha saputo farsi amico grazie alle sue pillole digestive che lo hanno liberato da anni di bruciori di stomaco. Grazie al colonnello, che non immagina sia una recluta, riuscirà, in una girandola di divertenti quadretti, a portare a termine un lucroso contratto con un'importante industria farmaceutica, lasciando con un palmo di naso il burbero maresciallo e le sue punizioni, prontamente cancellate dal provvidenziale e ignaro colonnello al quale rivolgersi raccomandando sé stesso, facendo però credere all’ignaro ufficiale che sia per un parente sotto la naja. Ma è tempo di ottenere il meritato e doveroso congedo e sarà lo stesso maresciallo a consegnarglielo e porre fine a litigi e capricci che ben presto sfoceranno in un rapporto di amicizia e forse anche di affari. Nel frattempo la figlia di Carletti, Mary, si è innamorata del bel tenentino Giorgio, superiore del maresciallo e in procinto di diventarne genero, essendo fidanzato con sua figlia Anita. Ma la donna, dal caratterino irascibile, ha finito per cedere alle lusinghe del maturo Roy Harrison, industriale americano titolare del Carletti, col quale aveva allacciato una finta relazione al solo scopo di far ingelosire il suo bel tenentino. Un intreccio che ad ogni modo, oltre a coinvolgere i nostri personaggi, conduce al lieto fine naturale in commedie come questa, che, a interpreti, attori e caratteristi, di eccezionale bravura, alterna anche momenti di pura comicità.


Un militare e mezzo
Italia 1960
Regia: Steno
Musiche Armando Trovajoli
con
Aldo Fabrizi: Maresciallo Giovanni Rossi
Renato Rascel: Nicola Carletti
Robert Alda: Mister Roy Harrison
Terence Hill: Tenente Giorgio Strazzonelli (accreditato Mario Girotti)
Virna Lisi: Anita Rossi
Vicky Ludovisi: Mary Carletti
Audrey McDonald: Betti Carletti
Ignazio Balsamo: Portiere delle Farmaceutiche Riunite
Lella Fabrizi: Zia di Anita (non accreditata)
Paolo Ferrara: Giocatore a scopone (non accreditato)
Loris Gizzi: Industriale farmaceutico
Salvo Libassi: Sergente maggiore
Ruggero Marchi: Il colonnello
Guido Martufi: Pasquale
e con
Alberto Antonucci
Nino Nini

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta