Due pistole per due fratelli


C had Santee, congedato coi gradi da sergente dopo una lunga campagna contro gli indiani, sta per prendere la diligenza che lo porterà a Laramie dove conta di allevare il bestiame che suo fratello Jubal, in una lettera, gli ha scritto di possedere, oltre ad un ranch e tanta terra. Con lui prende posto a bordo anche Rose Fargo, cantante di saloon, con la quale ha appena intrecciato una relazione e Asso di Picche, tipo poco raccomandabile che si guadagna da vivere barando. Sulla strada vengono attaccati da banditi mascherati che rubano l'oro delle paghe che la diligenza trasportava e anche i passeggeri, dopo aver eliminato il conducente e un uomo di scorta che avevano tentato di reagire. Lasciati a piedi, vengono raggiunti in serata dallo sceriffo preoccupato per il ritardo del mezzo, che una volta seppelliti i cadaveri, organizza senza esito una battuta alla ricerca dei colpevoli. Purtroppo per Chad è ancora peggio, nei giorni successivi, apprendere che suo fratello Jubal è il capo di quella banda che terrorizza la zona e che la mandria e il ranch non sono altro che sogni da realizzare dopo aver accumulato i denari necessari. La delusione è cocente, ma non intende denunciare il fratello, scegliendo di dividere le loro strade di fronte alla risolutezza di Jubal di perseguire i suoi illeciti sogni. Tuttavia, scambiato per complice, deve fuggire dallo sceriffo e dagli uomini di suo fratello, che lo considerano un traditore, dopo l'irruzione nel loro covo degli uomini di legge. In realtà, li aveva condotti lì Meeteetse, una giovane indiana che viveva con loro come serva e si era innamorata di Chad. Gelosa di Rose aveva preferito denunciarli e rinunciando alla taglia, aveva scagionato Chad ottenendo dallo sceriffo la sua incolumità e sperando così di conquistare il suo cuore ed eliminare la rivale, sulla quale aveva messo gli occhi Shawnee, un pericoloso membro della banda. Ma sia lui che Jubal, se pur ferito, riescono a salvarsi e quest'ultimo scoperta la tresca uccide l'indiana, che ha però il tempo di insinuare in lui il tremendo sospetto che sia stato Chad a tradirli. Anche Shawnee è di quell'idea e vorrebbe regolare i conti spinto anche dalla bramosia per quella donna che è scappata con lui. Sapendo che si sono trasferiti in un lontano posto ai piedi delle montagne, dove gestiscono con altri un emporio che traffica con cacciatori di pelli, attendono il momento propizio per assaltarli, rubare la merce e regolare i conti. Nel frattempo i nostri, nella piccola comunità di rigida osservanza mormone che li ha ospitati, si sono sposati e conducono una vita felice di lavoro e amore i cui frutti, stanno per portare alla luce un figlio. Ma Jubal e Shawnee sono sul punto di entrare in azione e radunata una banda locale si precipitano nell'emporio. Dapprima soltanto i due che immobilizzano Chad e quando Shawnee va a chiamare il resto della banda, tra i due fratelli c'è un chiarimento tale da far prevalere il legame familiare e Jubal rompe ogni indugio alleandosi con lui. Insieme saranno praticamente invincibili e la sorpresa del suo cambio di fronte, ha l'effetto sperato nella prima sparatoria con parte degli uomini che preferisce abbandonare il campo vista la mala parata e il rischio serio di rimanerci tutti stecchiti. Così il solo Shawnee, schiumante rabbia, si avventa sui due uccidendo Jubal prima di essere freddato da Chad. Il dolore per la perdita di suo fratello è presto mitigato dalla nascita di una bambina alla quale viene dato il nome di Jubilee. Con lei ricorderanno quel fratello che aveva saputo pentirsi e immolare la sua vita per salvarli.
Buster Crabbe, qui al minimo sindacale e avanti con gli anni, non ha modo di mostrare quel fisico eccezionale che esibiva come Tarzan o Flash Gordon, in virtù di un passato di nuotatore straordinario, con ben 16 record mondiali e 35 nazionali, campione olimpico e per questo nell'albo mondiale del nuoto. La sua fama di attore e la popolarità raggiunta anche grazie a fortunate serie TV, gli è valsa una mattonella nella Walk of Fame di Hollywood, la numero 6901 in Hollywood Boulevard, per chi fosse interessato a fotografarla. Neville Brand, ha qui modo di redimersi, dopo aver esibito primi piani e lineamenti tipici da duro del cinema, quale è sempre stato in carriera. Donne nella norma con punticino in più a favore della bellissima indianina Lita Milan. C'è anche Slim Pickens, uno dei più noti attori-caratteristi americani anche se in un ruolo marginale.

Gun Brothers
Stati Uniti 1956
Regia: Sidney Salkow
con
Buster Crabbe: Chad Santee
Ann Robinson: Rose Fargo
Neville Brand: Jubal Santee
Michael Ansara: Shawnee Jack
Lita Milan: Meeteetse
James Seay: Asso di Picche
Roy Barcroft: sceriffo Jorgen
Lane Bradford: vice sceriffo
Harry Lauter: vice sceriffo
George Lynn: Blake
William Tannen: Rourke
Rick Vallin: Gomez
Walter Sande: Yellowstone Kelly
Slim Pickens: Moose MacLain
Dorothy Ford: Molly MacLain
Dan White: Jonathan Logan

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Maciste contro i tagliatori di teste

O' Cangaceiro

Gianni & Pinotto - Africa strilla