Agente 007 - La spia che mi amava

Tra i film del mitico Agente 007 questo con Roger Moore mi è piaciuto particolarmente. Lui prima di essere l'Agente più amato e conosciuto del mondo, è bene ricordarlo, è stato il più amato al tempo della TV dei Ragazzi nel ruolo di Ivanhoe il cavaliere senza macchia e senza paura. Qui lavora a fianco della bellissima Anya Amasova, maggiore dell'esercito sovietico, spia russa col nome in codice di Agente Tripla X. Due loro sottomarini nucleari sono stati rubati con i rispettivi equipaggi da un ricco scienziato folle, Karl Stromberg. Costui ha la passione per il mare e detesta la ricerca di nuove conquiste nello spazio quando abbiamo ancora così tanto da scoprire celato sotto le profondità del mare. Lui ne è convinto al punto che ha costruito un enorme laboratorio sottomarino e conta di allargare il suo progetto a intere città dopo che avrà distrutto il genere umano arrivato al limite della propria decadenza. Per questo ha rubato i pericolosi ordigni nucleari con i quali vuole distruggere la terra in superficie. I governi Russo e Inglese debbono pertanto unire le loro forze per scongiurare tale catastrofe e mettono in campo i loro migliori agenti allo scopo. Contro troveranno sofisticati congegni e un' organizzazione perfettamente efficiente con molti uomini a disposizione. Senza contare che tra questi vi è un giovanotto, soprannominato lo Squalo per via di certi denti in acciaio che usa per tranciare ogni cosa, anche metallica, gli capiti a portata di bocca ed eliminare quindi facilmente con un solo mozzico un umano fatto di ciccia ed ossa. Bond e la sua "compagna" se lo trovano di fronte in diverse occasioni riuscendo sempre a venirne fuori ma ogni volta senza che questo gigante ci lasci le penne. Bond addirittura se lo troverà di fronte anche in un altro film. Ovviamente il pericolo sarà scongiurato e lo scienziato folle perirà nel suo sofisticato laboratorio che andrà distrutto. I nostri prima di venire recuperati avranno il tempo per spassarsela un po' e alla grande visto che una bottiglia di Dom Perignon del '52 non manca mai in un guscio di salvataggio che si rispetti.
The Spy Who Loved Me
UK, USA 1977
Regia: Lewis Gilbert
con
Roger Moore: James Bond
Barbara Bach: Maggiore Anya Amasova (Agente Tripla X)
Bernard Lee: M
Lois Maxwell: Miss Moneypenny
Desmond Llewelyn: Q
Richard Kiel: Squalo
Curd Jürgens: Karl Stromberg
Milton Reid: Sandor
Olga Bisera: Felicca
Caroline Munro: Naomi
Walter Gotell: Gen. Anatol Gogol
Vernon Dobtcheff: Max Kalba
Edward de Souza: Sceicco Hosein
Michael Billington: Sergei Borzov
Robert Brown: Ammiraglio Hargreaves

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Gianni & Pinotto - Africa strilla

Gli ammutinati dell'Atlantico

La Pica sul Pacifico