Captain America - Il primo Vendicatore

Tratto dai fumetti della prolifica Marvel Comics, il film narra le gesta del supereroe Capitan America partendo dall' inizio, da quando in pieno conflitto bellico nell'America del 1942 ferve un patriottismo diffuso che vede tantissimi giovani arruolarsi per andare a combattere i nazisti in Europa. Tra questi c'è lo sfigatello Steve che non riesce, per la sua gracile costituzione, a farsi accettare dall'esercito venendo continuamente respinto in vari tentativi e usando nomi diversi con il risultato NON IDONEO che lui non riesce proprio a digerire. E' un ragazzo caparbio e continuamente perseguitato da bulli e prepotenti ai quali oppone una ferma resistenza e un coraggio non comune per il suo fisico mingherlino con l'unico risultato però di finire ogni volta al tappeto. Ma l'importante per lui è reagire ad ogni sopruso e la sua vita cambia quando il prof. Abraham Erskine lo sceglie come volontario per testare un siero da lui inventato in grado di trasformare un uomo in un super-soldato dalla straordinaria forza fisica. Il professore è fuggito dalla sua patria - i Nazisti hanno invaso prima di tutto la Germania - dove era stato costretto a testare la sua invenzione su Johann Schmidt a capo della potente organizzazione militare Hydra voluta dallo stesso Hitler. Il siero, non ancora testato, è anche in grado di acuire i sentimenti e quindi il carattere delle persone da buone a migliori e da cattive in peggiori e aveva avuto su di lui un effetto terrificante trasformando il suo volto in un mostruoso teschio rosso rendendolo ancor più cattivo ma conscio e fiero del suo stato. La sua organizzazione aveva lo scopo di produrre armi di distruzione tali da volgere in breve la guerra a favore della Germania e Schmidt aveva inoltre rinvenuto il mitico Tesseract, un cubo di energia legato alle leggende nordiche come appartenente ad Odino e in grado di alimentare le più sofisticate macchine ed armi e con esse, in pieno delirio di onnipotenza, confidava di assoggettare il mondo intero compresa la Germania ed Hitler. Su Steve, il siero sembra non avere effetti indesiderati, anzi il ragazzo è diventato un "bronzo di Riace" e finalmente può assaporare anche la compagnia di fanciulle attratte dal suo fisico come mai gli era capitato prima. Viene pertanto usato come "uomo immagine" per pubblicizzare gli arruolamenti e invogliare la gente all'acquisto dei Bond per finanziare e sostenere l'azione bellica del paese. Con un costume che richiama la bandiera americana e uno stuolo di ballerine, gira le varie città in un crescendo di popolarità. Ma quando un suo caro amico viene dato per disperso in Europa, non esita a partire nel tentativo di rintracciarlo. Con la sua forza e uno scudo fatto di un rarissimo materiale in grado di assorbire ogni vibrazione, si fa paracadutare nei pressi del luogo dove il reparto è disperso e con grande abilità individua la roccaforte del crudele Schmidt dove gli americani catturati venivano costretti a lavorare nella fabbricazione di quelle armi. Riesce a liberarli e riportarli dietro le linee alleate e l'impresa viaggia velocemente su tutti i giornali in patria. Ormai riconosciuto leader e in grado di combattere meglio di chiunque, con i suoi organizza una squadra altamente specializzata e ingaggia battaglie ovunque riportando schiaccianti vittorie e fino allo scontro finale col temibile "gemello" da laboratorio. Mentre tutto intorno esplode, il Teschio Rosso riesce a decollare con un immenso aereo e puntare diritto verso gli Stati Uniti con un paio di bombe devastanti ma Capitan America riesce ad aggrapparsi ad una ruota e salire a bordo. Lo scontro tra i due è terribile, il Teschio cerca di salvare il Tesseract ma maneggiandolo ne viene dissolto e il cubo fora il pavimento dell'aereo precipitando nel vuoto. Capitan America non in grado di pilotare quel gigante riesce solo a farlo precipitare tra i ghiacci dove oggi, dopo 70 anni di ibernazione, viene trovato da una squadra di scienziati ed affidato alle "cure" di Nick Fury e della SHIELD. Avrà modo nei prossimi film di conoscere i suoi nuovi amici Avengers e con loro proteggerci tutti dal male sempre in agguato.

Captain America: The First Avenger
USA-GB 2011
Regia: Joe Johnston
con
Chris Evans: Steve Rogers-Capitan America
Hugo Weaving: Johann Schmidt-Teschio Rosso
Hayley Atwell: Peggy Carter
Tommy Lee Jones: Colonnello Chester Phillips
Stanley Tucci: Abraham Erskine
Sebastian Stan: James Barnes
Dominic Cooper: Howard Stark
Toby Jones: Arnim Zola
Samuel L. Jackson: Nick Fury
Neal McDonough: "Dum Dum" Dugan
Derek Luke: Gabe Jones
Kenneth Choi: Jim Morita
Bruno Ricci: Jacques Dernier
J.J. Feild: James Montgomery Falsworth
Richard Armitage: Heinz Kruger

Commenti

  1. Un film che non mi sento assolutamente di consigliare. L'ho visto ed ho subito creduto che non avesse alcun senso investire tanti soldi in effetti speciali, per un risultato tanto incosistente.

    Poi, quest'anno, ho capito il senso...

    ..."I VENDICATORI"...

    l'utilità del film è solo quella di preparare il "capolavoro" della MARVEL che sarebbe uscito nel 2012: "The Avengers".

    Ogni film..."THOR" compreso è stato studiato in funzione del Kolossal del 2012.
    Soluzione finale???
    THOR : appena sufficiente
    CAPITAN AMERICA: insufficiente
    IRON MAN: molto divertente
    IRON MAN 2: molto divertente

    THE AVENGERS: molto molto divertente

    THE AVENGERS 2: ?????? (staremo a vedere...)

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Il grande colpo di Surcouf