1000 dollari sul nero

Il primo Sartana del cinema è lui, Gianni Garko, in questo film dal titolo assolutamente fuorviante e non inerente al contesto: sembra buttato lì a  caso se  non fosse per una collana del medesimo valore che Sartana regala alla madre di nero vestita. E' un'interpretazione passabile ma difficilmente intuibile nella storia. E c'è di più; Sartana è cattivo, anzi cattivissimo e lungi dal mio preferito postato pochi giorni fa - Sono Sartana il vostro becchino - dove il personaggio assume una connotazione propria di uomo al confine tra il bene e il male, con piccole differenze negli anni portate da registi e attori che ne vestiranno i panni. Ma a parte l'identità del personaggio non ancora definita il film è ben fatto e altrettanto bene interpretato. Johnny Linston, di umile famiglia, dopo 12 anni di carcere per una ingiusta accusa di omicidio torna al paese dove trova il fratello Sartana, che nel frattempo gli ha rubato Manuela, la donna che amava, e che tiranneggia gli abitanti con una banda di balordi pretendendo tributi mensili in cambio di protezione e in rivalsa con i patimenti subiti da giovane, ha posto sua madre al di sopra di tutti, una vedova nera che oggi tutti temono e rispettano. Costei riceve Johnny e le rivela tutto il suo compiacimento per ciò che l'altro figlio sta facendo. E pur vivendo sola e dedita all'alcool è orgogliosa di questo stato che la ripaga di anni di umiliazioni e patimenti subiti in paese. Johnny non è d'accordo e pur sentendo contro la diffidenza della popolazione e la comprensibile ostilità dovuta alla sua famiglia e al fatto che è creduto un assassino inizia a contrastare il fratello, tendendogli soventi agguati. La rabbia di Sartana cresce a tal punto da mettere a ferro e fuoco interi villaggi e la madre si convince che è ora di fermarlo e prega Johnny di farlo al più presto. Tra i due è ormai scontro aperto, ma come ammonisce la Bibbia:
"Non odiare tuo fratello nel tuo cuore, e non levarti contro il tuo sangue. Levitico, XIX"
nel duello finale Johnny ferisce ad una spalla Sartana e poi getta via la colt .. e mentre l'altro cerca di far fuoco di nuovo, Manuela, lo fredda con una fucilata, vendicandosi di anni di soprusi.


la stupenda colonna sonora di Michele Lacerenza

1000 dollari sul nero
Italia 1966

Regia: Albert Cardiff alias Alberto Cardone
Musiche: Michele Lacerenza

con
Gianni Garko: Sartana
Anthony Steffen: Johnny Linston
Erika Blanc: Joselita Rogers
Roberto Miali: Jerry
Carla Calò: Rhonda
Carlo D'Angelo: Giudice Waldorf
Sieghardt Rupp: Ralph
Franco Fantasia: lo sceriffo
Angelica Ott: Manuela
Daniela Igliozzi: Mary
Gino Marturano: Foster
Olga Solbelli: la madre

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Furore