Il pianeta proibito


Il pianeta proibito 1956
A ltair IV, pianeta del sistema solare di Altair è la meta della nave spaziale C-57-D, che al comando di John Adams è partita da poco più di un anno dalla Terra per andare alla ricerca di eventuali sopravvissuti della spedizione Bellerofonte, inviata anni prima sul sistema di Altair e della quale si è persa traccia. Giunti in prossimità del pianeta, ricevono uno strano messaggio radio col quale vengono invitati a non atterrare e tornarsene indietro. La voce alla radio è del dottor Edward Morbius che dichiara di star bene e di non aver bisogno di nulla oltre ad essere l'unico sopravvissuto della spedizione. Ma gli ordini ricevuti sono precisi e il comandante Adams chiede le coordinate di atterraggio e un incontro per chiarire la storia. Una volta atterrati vengono accolti da uno strano robot che li invita a salire sul suo veicolo per condurli dal suo padrone. Adams e un paio di ufficiali salgono a bordo e poco dopo fanno la conoscenza del dott. Morbius che li ospita in una casa super tecnologica e dotata di ogni comfort, oltre ad un cibo squisito che Robby, lo strano robot tuttofare, produce direttamente. A lui basta analizzare una qualsiasi sostanza sia organica che non per replicarla in pochi minuti e nelle quantità desiderate. E' anche una formidabile guardia del corpo, armata di tutto punto ma con valvole che ne impediscono l'aggressività verso gli umani. Costruito con una tecnologia straordinaria, frutto degli antichi abitanti di quel pianeta, i Krell che dopo aver raggiunto un formidabile livello di conoscenza, si sono misteriosamente estinti. Morbius li sta studiando da allora e ha scoperto nelle cavità del pianeta una imponente loro costruzione, una specie di macchina pensante che nei loro intenti avrebbe dovuto liberarli da ogni problema fisico. Racconta anche che tutti i membri della spedizione vennero uccisi da una forza misteriosa e mostruosa al tempo stesso, mentre lui e sua moglie erano stati risparmiati come pure la loro bellissima figlia Alta che appare d'improvviso in scena colpendo favorevolmente i tre ufficiali. Dopo più di un anno in giro per lo spazio e tutti con una età media vicina ai 26 anni è normale che vengano turbati da tanta bellezza. Tra l'altro la ragazza non ha mai visto giovani e non sa come relazionarsi anche se la corte di quei giovanotti e i loro baci appassionati sono serrati, senza tuttavia procurarle ancora delle sensazioni nuove. Il padre racconta che sua moglie morì per cause naturali e che sua figlia è cresciuta conoscendo soltanto lui e invitando pertanto i giovani a regolarsi, cosa che Adams provvede subito a far rispettare. Quella specie di mostro è scomparso ma Morbius teme che il loro arrivo possa risvegliarlo cosa che avviene la sera stessa, quando viene sabotato il loro impianto di trasmissione. Nessuno ha visto niente e nemmeno la sera seguente quando un ufficiale viene fatto a pezzi. Si rende necessaria una recinzione elettrificata tutto intorno all'astronave e la creatura invisibile le va incontro mostrandosi agli esterrefatti occhi degli uomini di guardia come un essere di pura energia che resiste anche ai colpi dei loro disintegratori, uccidendo altri tre uomini prima di dileguarsi. Adams e l'ufficiale medico si recano subito a casa dello scienziato e Alta, ormai innamorata di lui, decide di seguirlo e abbandonare il pianeta cosa che trova la ferma resistenza di suo padre che non volendo richiama a sé quella creatura al punto che appare chiaro a tutti che sia una emanazione del suo subconscio che la tecnologia Krell con quella grande macchina sotterranea  è riuscita ad ampliare così tanto che ne è risultata la causa dell'estinzione. In grado di creare materia col solo pensiero la macchina era stata involontariamente alimentata anche con i mostri dell'inconscio che albergano in molte menti. Rendendosi conto che è la causa della morte dei suoi compagni prima e forse di sua figlia adesso, rei nel suo subconscio di volerlo abbandonare, il dottor Morbius decide di azionare il comando di autodistruzione del pianeta prima di pararsi col suo corpo di fronte alla creatura e restare ferito a morte. Adams e Alta possono quindi fuggire a bordo ed assistere, a milioni di chilometri di distanza, alla distruzione del pianeta e della sua tecnologia avanti di un milione di anni a quella umana secondo Morbius. Con loro e con grandi capacità tecniche c'è un nuovo pilota a bordo e si chiama Robby.
Classico della fantascienza con una buona trama ed effetti speciali, per quei tempi eccezionali, e che segna l'esordio sul set per la bella Anne Francis e per Leslie Nielsen in un ruolo serio e all'opposto di quelli demenziali che molti anni dopo lo resero famosissimo.

Forbidden Planet
Stati Uniti 1956
Regia: Fred McLeod Wilcox
Musiche elettroniche di Bebe Barron e Louis Barron
con
Walter Pidgeon: dott. Edward Morbius
Anne Francis: Altaira Morbius
Leslie Nielsen: Comandante John J. Adams
Warren Stevens: Tenente Medico Ostrow
Jack Kelly: Tenente Jerry Farman
Richard Anderson: capo Quinn
Earl Holliman: cuoco di bordo
George D. Wallace: nostromo
Robert Dix: marinaio Grey
Jimmy Thompson: marinaio Youngerford
James Drury: marinaio Strong
Harry Harvey Jr.: marinaio Randall
Roger McGee: marinaio Lindstrom
Peter Miller: marinaio Moran
e
Robby il Robot


Commenti