Appaloosa

Un buonissimo western diretto, prodotto e interpretato da un ottimo Ed Harris a dimostrazione che il genere non muore mai. Lui è Virgil Cole pistolero tutto d'un pezzo e al suo fianco da molto tempo cavalca Everett Hitch, più che un amico, ex militare della massima serietà e fiducia. Si guadagnano da vivere offrendo i loro servigi di "operatori di giustizia", laddove i cittadini li richiedono. In pratica sono pistoleri infallibili e senza paura in grado di contrastare chiunque faccia il prepotente. E ce n'è giusto uno ad Appaloosa, cittadina del New Mexico, tale Randall Bragg che ha eliminato lo sceriffo e i suoi due aiutanti e dal suo ranch appena fuori del paese tiene tutti in pugno con la violenza. Virgil accetta l'incarico e da sceriffo impone subito regole ferree che fa rispettare in maniera più che decisa. Tanto che Bragg piomba in paese per fare la conoscenza di un tipo così deciso e non può che constatarne la veridicità della fama  e che il suo vice e fidato Everett ha sempre con sé un gingillo calibro otto dal quale è meglio evitare di trovarsi a tiro. E' tutto rimandato ad altra occasione che si presenta quando un giovane cowboy si dice pronto a testimoniare contro il suo padrone Bragg reo di aver ucciso i tre uomini di legge. C'è anche il tempo per Virgil di conoscere ed innamorarsi della vedova French capitata lì con un solo dollaro in tasca ed ospitata da lui non appena appreso che non è una puttana di passaggio. Ma il tempo è galantuomo e si dimostrerà tale o meglio predisposta a farsela col maschio dominante per paura del futuro. Tra l'altro non è nemmeno una bellezza ma uno come Virgil che ha avuto solo puttane o squaw indiane è rimasto affascinato dalla sua bravura culinaria e dal sapere suonare il piano, per non dire che tutte le sere si fa il bagno prima di coricarsi con lui. Insomma Virgil è cotto e sta pure costruendo casa per loro ma il dovere viene prima di tutto e con una fulminea sortita col suo pard, riesce a catturare ed arrestare Bragg che processato viene condannato a morte. Durante il trasporto in treno al penitenziario dove verrà eseguita la sentenza, ecco sbucare i fratelli Shelton, con Allison French legata e tenuta sotto tiro, reclamare la consegna del prigioniero pena la vita della futura signora Cole. Bragg viene rilasciato e il gruppo si allontana a cavallo. Altrettanto fanno i nostri e dopo un breve inseguimento li sorprendono a sostare nei pressi di un corso d'acqua dove la fedifraga Allie sta facendo il bagno ignuda con Bragg. Everett passa il cannocchiale a Virgil, anche se per lui non è una novità visto che la donna ci aveva provato pure con lui, mentre Virgil non sembra indispettito più di tanto. Tra l'altro c'è da sventare un assalto di una combriccola di Apache probabilmente scappati dalla vicina riserva di San Carlos e bisognosi di viveri e armi. La pronta reazione dei nostri li mette in fuga e al tempo Bragg viene ammanettato di nuovo. Bisogna uscire da quel territorio infestato e i fratelli Shelton, ottimi pistoleri danno la loro parola che non tenteranno la fuga, ricevendo in cambio le loro pistole. Sulla strada del ritorno un ennesimo tranello consente a Bragg di scappare di nuovo e i quattro pistoleri si trovano di fronte e una volta per tutte si vedrà chi è il più veloce. I fratelli Shelton restano secchi ma sparavano bene, molto bene. Si parlava di loro come dei più veloci e da oggi non sarà più così  anche se alcuni loro colpi hanno raggiunto  i nostri che giacciono a terra feriti. Allison accorre e presta le prime cure al suo Virgil che ha avuto una rotula spappolata e difficilmente potrà camminare come un tempo. Li rivediamo tempo dopo intenti a sistemare la casa quando un telegramma li avverte che Bragg in mancanza di prove e cadaveri è stato graziato dal Presidente del Stati Uniti in persona. Non è più come quello di un tempo e vorrebbe far amicizia con i due anche perchè oggi è ben visto dalla collettività ed ha acquistato l'albergo in paese. Ma i nostri non la pensano così e lo tengono a debita distanza finché Everett che aveva deciso di lasciare il socio alla sua nuova vita e di partire si accorge che Bragg sta facendo la corte a Allie e lei come al solito sembra starci. E’ più forte di lei e finché ci saranno galli attorno è difficile che cambi. E allora Everett lo affronta e sfida a duello senza dare il tempo a Virgil, accorso zoppicante, di chiedere spiegazioni. Bragg resta stecchito, Allie inorridita, Virgil immobile e Everett può salire a cavallo e andarsene. Non dice niente al suo amico che ama la sua Allison così com’ è e quest'altro tradimento non deve impedirgli di vivere il resto dei suoi giorni con lei. Morto Bragg, via Hitch l'unico maschio dominante ad Appaloosa resta Cole e così si spera che la vedova French possa placare i suoi bollenti spiriti dettati a suo dire, per giustificarsi, dalla famosa paura del futuro sopra esposta. Da vedere e stupirsi se è mai possibile che una Renée Zellweger possa concupire si tanti uomini. Cosa gli farà dico io??
Appaloosa
Stati Uniti 2008
Regia: Ed Harris
con
Viggo Mortensen: Everett Hitch
Ed Harris: Virgil Cole
Renée Zellweger: Allison French
Jeremy Irons: Randall Bragg
Lance Henriksen: Ring Shelton
Adam Nelson: Mackie Shelton
Timothy Spall: Phil Olson
Ariadna Gil: Katie
James Gammon: Earl May
Bob Harris: Giudice Callison

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta