Ci risiamo, vero Provvidenza?

Castellano e Pipolo celebre coppia di registi, sceneggiatori oltreché autori di tanti varietà televisivi di successo, sono gli autori e sceneggiatori di questo simpatico e divertente film diretto da Alberto De Martino. Ma il vero protagonista è l'eclettico e bravissimo Tomas Milian, al quale il blog in seduta plenaria ha dedicato una etichetta apposita, e che veste per la seconda volta i panni dello stralunato Provvidenza, una sorta di Charlot per quanto riguarda l'abbigliamento e un Ispettore Gadget antesignano per quanto concerne la nutrita serie di congegni che nasconde negli abiti o nella improbabile roulotte-locomotiva con la quale si muove per gli sterrati dell'assolato West. Stavolta è innamorato della bella Pamela e deve aiutare suo padre a saldare un debito d'onore di ben 500 mila dollari contratto col perfido capitano Burton per evitare che lei gli vada in moglie come pegno. Provvidenza dai modi affettati, coadiuvato dal burbero dal cuore tenero Hurricane Kid e dal fido autista, meccanico, cameriere Chao, in un crescendo di gags cercherà in tutti i modi di racimolare la somma e quasi sempre con risultati maldestri. Dapprima truccando la roulette di una casa da gioco, poi costruendo una banca fantasma di mattoncini Lego e incassando i risparmi degli esterrefatti cittadini fino al tentativo di rapinare un treno postale e sempre contrastato dal rivale in amore Burton. E quando finalmente ottiene la somma e corre dalla sua bella per consegnarla, scopre l'amara verità, ovvero che lei è in realtà la moglie del finto padre che a sua volta è il famoso criminale Cian-ku-là. Una perfetta coppia di ladri e quando Provvidenza lo riconosce ed esclama il suo nome, di rimando al suo socio Hurricane non resta che ribadire con un perentorio: "Eh si, Cian-ku-là per davvero!"
Godibile, forse meno del primo della serie, come da alcuni critici affermato, per me che non l' avevo ancora visto è risultato piuttosto divertente e tra le tante scene comiche voglio segnalare l'ospizio dei vecchi pistoleri con i vari Sartana, Ringo, Django e Trinità litigiosi e sdentati oltre alla bella moviola di Nando Martellini per mostrare in rallenty una strepitosa azione di mani del grandissimo e simpaticissimo Tomas Provvidenza Milian.
Ci risiamo, vero Provvidenza?
Italia, Spagna, Francia 1973
Regia: Alberto De Martino
Musiche:  Ennio Morricone, Bruno Nicolai
con
Tomas Milian: Provvidenza
Carole André: Contessa Pamela de Ortega
Gregg Palmer: Hurricane Kid
Manuel Gallardo: Capitano Burton
Yu Ming Lun: Chao
Federico Boido: pistolero
Luciano Catenacci: Cian-ku-là
Gianni Brezza: cameriere ballerino
Nando Martellini: se stesso alla moviola
Nello Pazzafini: proprietario del Casino

Commenti

  1. non lo conoscevo, :-))

    vado subto a cercare di recuperare tutta la saga....:-)
    grazie zione abbrustolito al sole rosso del conero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lui è fantastico più passa il tempo e più lo rivaluteranno non c'è dubbio

      Elimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta