Sherlock Holmes e l'arma segreta

In pieno conflitto mondiale con un’abile sotterfugio Holmes riesce a far espatriare dalla Svizzera il professor Franz Tobel sulle cui tracce era da tempo la Gestapo. Costui ha messo a punto una micidiale bomba in grado di essere teleguidata sull'obbiettivo. Ma una volta a Londra, con grande disappunto del lord ministro Reginald Bailey, Tobel decide di lavorare per proprio conto all'ultimazione del progetto e per evitare brutte sorprese si avvarrà di quattro scienziati fidati ai quali verrà assegnata una parte della bomba sulla quale dovranno lavorare all'insaputa di quante parti completino il tutto e non conoscendosi tra loro. Ma quello che sembra un ottimo accorgimento contro tentativi di trafugare l'ordigno, naufraga di fronte alla mente criminale del Professor Moriarty che improvvisamente entra in scena e rapisce il professor Tobel e uccide tre degli scienziati recuperando le loro parti. Ne manca una quando Holmes viene a capo del mistero riuscendo a decifrare un codice che Tobel ha lasciato alla sua ragazza pregandola di consegnarlo al detective in caso di sua sparizione. Nel messaggio sono disegnati degli uomini ballerini, tratti da un omonimo racconto, il cui scopo è quello di indicare ciascuno la lettera corrispondente con salti o inversione del modo di lettura. Bazzecole per Holmes anche se l'intuito del fido Watson, a onor del vero, è per lui di stimolo e di aiuto. Ma Moriarty è allo stesso tempo astuto e intelligente, una mente superiore al servizio del male ed è già arrivato ai primi nomi che Holmes trova cadaveri ma lui è arrivato per primo alla soluzione del messaggio criptato e si sostituisce all'ultimo degli scienziati travestendosi e lasciandosi accompagnare nel covo dell'acerrimo e al tempo stesso ammirato nemico. Tra i due nasce un sofisticato ed intelligente confronto verbale e Moriarty non ha tempo di veder morire il suo rivale che rimane vittima di una botola da lui predisposta in caso di fuga. Il piano di Holmes prevedeva infatti di essere seguito dall'Ispettore Lestrade, il fido Watson e altri poliziotti che col loro arrivo pongono fine al complotto liberando Holmes e il professor Tobel. Soddisfatti rivolgono un pensiero affettuoso al nemico rimasto con pugno di mosche: "La Germania voleva la bomba ... gliene spediremo a migliaia". Moriarty sarà poi morto davvero? Di certo interpretato in maniera esemplare da Lionel Atwill che ne rende una versione cinica e al tempo aristocratica e distaccata in una personalità forte e dallo sguardo di ghiaccio. Come sempre eccellente la coppia Basil Rathbone - Nigel Bruce col solito simpatico Dennis Hoey Ispettore Lestrade e Mary Gordon la governante che tutti vorremmo Mrs Martha Hudson.
Sherlock Holmes and the Secret Weapon
Stati Uniti 1942
Regia: Roy William Neill
con
Basil Rathbone: Sherlock Holmes
Nigel Bruce: Dr. Watson
Dennis Hoey: Ispettore Lestrade
Lionel Atwill: Professor Moriarty
William Post Jr.: Dr Franz Tobel
Kaaren Verne: Charlotte Eberli
Holmes Herbert: Sir Reginald Bailey
Mary Gordon: Mrs Martha Hudson

Commenti

  1. ho controllato 10 tondi tondi qui nel blog della coppia e della serie con lo stesso regista Roy William Neill

    RispondiElimina
  2. Sicuri che sia Sherlock e non John Holmes? ... mi risultava che il personaggio ideato da Conan Doyle agisse nel XIX secolo e non nel XX ...

    RispondiElimina
  3. film girati nel periodo bellico di forte propaganda utilizzando personaggi patriottici e lo stesso Holmes in ogni finale con richiami alla libertà o difesa della patria qui ad esempio cita il Riccardo III

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

I Magnifici Sette della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Il maestro di Don Giovanni

Gli ammutinati dell'Atlantico

Gianni & Pinotto - Africa strilla

La Pica sul Pacifico

Lo straniero della valle oscura - The Dark Valley

Zambo, il dominatore della foresta