Sahara

Dirk Pitt è un eroe tutto muscoli e cervello. Uno scienziato guerriero senza macchia e senza paura  le cui imprese rivaleggiano con quelle di un Indiana Jones o di un James Bond. Come il primo è sempre sul luogo di importanti rinvenimenti archeologici e come il secondo si trova spesso ad affrontare pericoli  di gravità tali da rappresentare serie minacce nazionali o addirittura all'intera umanità. Con la NUMA, National Underwater Marine Agency, dell'amico ex ammiraglio James Sandecker e con l'inseparabile amico e super tecnico Al Giordino, si occupa di archeologia marina, di recupero antichi reperti o manufatti giacenti da secoli in fondo al mare e anche di tesori di galeoni affondati. Ma una cosa lo assilla più di tutte, il ritrovamento della mitica Texas, una piccola nave confederata che era scampata a Richmond, in Virginia sul finire della guerra civile, ad un violento cannoneggiamento in virtù della sua spessa corazza. Essa trasportava alcune casse di monete d'oro di inestimabile valore e mai al mondo Dirk si sarebbe aspettato di rintracciarla sul fiume Niger o meglio sepolta dalla sabbia sul letto prosciugato di quello che una volta era un suo affluente. Dopo il ritrovamento in Nigeria di un antico idolo, Dirk aveva voluto seguire una traccia che conduceva alla vecchia nave e con il suo amico Al aveva risalito un bel tratto di fiume con un veloce motoscafo del capo. Le tracce lo portavano in Mali da sempre travagliato da guerre intestine tra tribù Touareg e militari del dittatore Kazim. Per di più si stava propagando un' epidemia che aveva come epicentro una zona ben precisa del Mali e una coppia di medici dell'OMS stava recandosi sul posto. Una di loro è la bella dottoressa Eva Rojas che ha già fatto la conoscenza di Dirk in una brutta circostanza  quando la salvò dalle grinfie di certi ceffi in Nigeria. Quello era solo un avvertimento a non mettere il naso nella faccenda che porta ad un gravissimo problema di inquinamento delle faglie acquifere sotterranee causato da una società di smaltimento rifiuti tossici gestita da un francese con la protezione del dittatore e con conseguente avvelenamento della popolazione Touraeg. Ma il rischio ancor peggiore era rappresentato dal fatto che se l'inquinamento dal Niger fosse arrivato  in Atlantico si sarebbe propagato in tutto il  mondo grazie alla salinità dell'acqua costituente un vettore assai più veloce di diffusione. E così Dirk aveva affrontato tutta una serie di pericoli scampandoli con straordinaria agilità e prestanza fisica e facendoli superare anche alla bella dottoressa con la quale può, dopo aver messo al sicuro i dollari in oro della nave scomparsa, godersi un meritato riposo di ozio e amore sulle calde spiagge di Monterey. Gran bel film di avventura, azione e luoghi esotici con buoni interpreti a iniziare dall'atletico Matthew McConaughey inversamente proporzionale in fatto di considerazione alla bella Penelope Cruz. Tanto più lei e aggiungo incomprensibilmente, tanto meno lui altrettanto incomprensibilmente.

Sahara
Stati Uniti, Spagna 2005
Regia: Breck Eisner
con
Matthew McConaughey: Dirk Pitt
Steve Zahn: Al Giordino
Penelope Cruz: Eva Rojas
William H. Macy: James Sandecker
Lambert Wilson: Yves Massarde
Rainn Wilson: Rudi Gunn
Lennie James: Zateb Kazim
Glynn Turman: Frank Hopper
Delroy Lindo: Carl
Patrick Malahide: Ambasciatore Polidori

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Jack Reacher - Punto di non ritorno