Metti una sera a cena


Fondamentale nella personale classifica dei "guilty pleasures": letteralmente grondante dei vezzi d'epoca, dalla tematica erotico-borghese con intellettualismo salottiero ai dialoghi (scritti anche da Dario Argento!) talora terrificanti, all'immancabile (e inguardabile) Capolicchio nel solito ruolo del giovane tormentato-contestatore del Sistema-scopereccio. Ma appunto per tutte queste ragioni imprescindibile per gli adepti del culto tributato a quella stagione del cinema italiano - anzi, in generale a quegli anni là. Il tutto poi servito in confezione lussuosa e - per favore, sia messo agli atti - con la più bella colonna sonora non western di Morricone. 
Bolkan da deliquio, vestita o meno. Regge benissimo anche a visioni successive. Urge dvd!




Metti una sera a cena
Italia 1969

Regia: Giuseppe Patroni Griffi
Musiche: Ennio Morricone

con
Florinda Bolkan: Nina
Tony Musante: Max
Jean-Louis Trintignant: Michele
Annie Girardot: Giovanna
Lino Capolicchio: Ric
e
Adriana Asti
Silvia Monti
Mariano Rigillo
Nora Ricci
guest post
by Cuccureddu

Commenti

  1. Ma ....patroni griffi il neosottosegretario?!?

    RispondiElimina
  2. film degli amici di feltrinelli?

    RispondiElimina
  3. Ma ....patroni griffi il neosottosegretario?!?

    ---------

    si è lui e come vice c'è Pasquale squittieri

    RispondiElimina
  4. spruzzate qua e là di ottimo cuccureddu ;-))

    RispondiElimina
  5. un anno fa' moriva Mario Monicelli.

    Un doveroso ricordo dal blog di cinemaestri

    Ciao Mario. "Antani...."

    RispondiElimina
  6. tutti in piedi ..
    un applauso

    ciao Mario

    RispondiElimina
  7. è stato dedicato un post il giorno della sua morte ... manca eccome al cinema ...

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

I Magnifici Sette del mese

400 giorni - Simulazione spazio

Assassinio sul treno

Assassinio sul palcoscenico

Assassinio al galoppatoio

Sherlock Holmes e la Perla della Morte

Cold Blood - Senza pace

Killer calibro 32