Chronicle


U n buon teen-action-thriller-fantascienza e chi più ne ha più ne metta. Nel senso che c'è anche introspezione psicologica prossima alla psicanalisi, problemi giovanili e difficili situazioni familiari. Soprattutto per il più introverso, timido e impacciato del terzetto di amici che una sera, esplorando uno strano buco sul terreno è venuto in contatto con un cristallo luminescente che li ha investiti con strane radiazioni. Andrew, il più introverso, col cugino Matt e Steve, entrambi questi molto più disinibiti e popolari al college, si accorgono di avere avuto strani poteri telecinetici dopo quella esposizione ai raggi e riescono a muovere piccoli oggetti col solo pensiero. Sulle prime è un semplice divertimento e quando decidono di recarsi di nuovo sul luogo dello strano buco, scoprono che il terreno tutt'intorno è ceduto e che la polizia ha recintato tutta la zona ritendendola pericolosa. Poco importa ormai e l'unica cosa è sviluppare quanto più possibile questa loro strana forza, informandosi attraverso internet e cercando di capire e imparare sempre più. Chi riesce a fare un passo avanti lo spiega agli altri e così da un campo di forza creato per proteggersi si passa a spostare oggetti pesantissimi e addirittura a volare dopo una prima fase di levitazione. Matt propone di dotarsi di regole che impediscano l'uso dei loro poteri contro esseri umani, anche se gli scherzi alle persone sono all'ordine del giorno, con relative risate alle loro spalle, specie dei bulletti del college quanto dell'ignaro passante, che si vede l'auto lontana da dove l'aveva parcheggiata non capacitandosene affatto. Ma Andrew ha una difficile situazione familiare, con una madre malata terminale e un padre invalido che stanco di quella vita miserabile e sempre sbronzo se la prende col figlio picchiandolo spesso. Ha ormai acquisito una padronanza tale dei suoi poteri che finalmente può prendersi le sue rivincite e quel successo, tra i compagni di scuola che lo hanno sempre deriso e malmenato, arriva in occasione dell'annuale Talent Show organizzato dall'Istituto, dove con Steve come spalla, strabilia tutti con trucchi di magia incredibili. Ma Andrew è anche capace di far sbandare e precipitare in un lago l'auto di un automobilista che con insistenza voleva sorpassarli. Questo è il primo segnale che qualcosa di sconvolgente sta accadendo in lui e a nulla valgono le proteste ferme dei suoi amici circa il non usare i loro poteri per far male o uccidere esseri umani. Andrew arriva anche a malmenare il padre nell'ultimo scontro tra i due e a Steve, che lo aveva raggiunto in volo in mezzo a un cielo nuvoloso, aveva intimato di lasciarlo solo e alla sua insistenza lo aveva fulminato istintivamente, uccidendolo sul colpo. Da lì un crescendo di azioni criminose con la consapevolezza di essere un super predatore ed estremamente affascinato da questa nuova consapevolezza che si è formata nella sua mente. Dapprima nel tentativo di procurarsi i soldi per le medicine necessarie alla madre e poi, alla morte di questa, una furia distruttiva contro tutto e tutti. Solo Matt può fermarlo e dopo violenti scontri e devastazioni, con esercito e polizia alle loro calcagna, riesce ad ucciderlo ma solo perché costretto a farlo e scongiurare ulteriori disastri. Ora è rimasto solo e può coronare il sogno suo e dei suoi amici di volare in Tibet dove forse i monaci, unici al mondo, esperti in telecinesi, potranno aiutarlo a comprendere questo straordinario potere.
Film senz'altro triste con alcune tematiche che andavano sviluppate meglio a mio avviso e vista l'occasione propizia, ovvero il delirio di onnipotenza tipico del giovane acuito dall'aggiunta di super-poteri prodigiosi. Estremamente coinvolgenti le devastazioni del finale grazie ad effetti spettacolari e in generale godibili per tutto il film le esibizioni ludiche con oggetti e quant'altro.

Chronicle
Stati Uniti, Gran Bretagna 2012
Regia: Josh Trank
con
Dane DeHaan: Andrew Detmer
Alex Russell: Matt Garetty
Michael B. Jordan: Steve Montgomery
Michael Kelly: Richard Detmer
Ashley Hinshaw: Casey Letter
Bo Petersen: Karen Detmer
Anna Wood: Monica
Rudi Malcolm: Wayne
Luke Tyler: Sean
Adrian Collins: Costly
Grant Powell: Howard
Armand Aucamp: Austin
Nicole Bailey: Cala
Crystal Donna Roberts: Samantha

Commenti

I Magnifici Sette della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Il maestro di Don Giovanni

Gli ammutinati dell'Atlantico

Zambo, il dominatore della foresta

La Pica sul Pacifico

Lo straniero della valle oscura - The Dark Valley

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)