Sfida oltre il fiume rosso


A ll'insegna della tradizione, Richard Thorpe, uno dei più prolifici registi di Hollywood, dirige con mano sicura questo western affidando il ruolo di interprete a Glenn Ford, che al pari del mito John Wayne, sembra disporre di un solo vestito quando gira nei panni del cow-boy. Qui, affiancato dalla bellissima Angie Dickinson, Lisa, tenutaria di un saloon - bordello, è lo sceriffo Dan Blaine, velocissimo con la colt e con un passato da ex rapinatore e galeotto. La prigione gli ha messo la testa a posto e dal giovane scapestrato che era, oggi mantiene l'ordine e la legge vivendo more-uxorio con Lisa e sbrigando quel poco lavoro che un buco di paese come Suwora gli richiede. Ogni tanto qualche pistolero da strapazzo o indiano ubriaco riceve le sue cure e tutto sembra filare serenamente. Fin quando giunge sul posto Lot McGuire, un pistolero che intende misurarsi con lui per stabilire chi dei due sia più veloce. Per Blaine è una storia vecchia e che puntualmente si ripete, ma stavolta vede nel giovane se stesso alla sua età e se ne affeziona al punto da tentare in più riprese di farlo desistere dal suo proponimento e di cambiare vita. Lot è molto veloce e preciso e Dan non potrebbe far altro che ammazzarlo invece di ferirlo soltanto e proprio a causa della sua pericolosità. Anche Lisa, preoccupata per il suo uomo tenta di farlo ammazzare da un balordo di passaggio ma Lot riesce a scamparla e inesorabilmente arriva il momento del confronto. Al banco del saloon, i due dopo aver bevuto l'ultimo goccetto, si affrontano e Blaine è più veloce. Scosso e stanco di quella vita, si sfila il cinturone e lo getta dentro la fossa  sulla bara del ragazzo per poi lasciare il paese al galoppo, inseguito dallo sguardo di Lisa in lacrime.
Quello che salta all'occhio subito è l'assoluta incongruenza del titolo scelto per la nostra lingua, cosa che succedeva spesso ma stavolta rasenta il grottesco dato che non c'è nessun fiume Rosso e il titolo originale tradotto in "l'ultima sfida" era di una facilità estrema da "accomodare" qualora fosse stato già utilizzato. Ma tant'é. Il film è un tantino lungo per il tema scontato che rivela fin dal principio, ma gli interpreti sono ottimi e gli esterni, specie il Sabino Canyon nei pressi di Tucson, sono semplicemente fantastici. Jack Elam non manca mai come il prezzemolo, ed è particolarmente in forma.

The Last Challenge
Stati Uniti 1967
Regia: Richard Thorpe
con
Glenn Ford: sceriffo Dan Blaine
Angie Dickinson: Lisa Denton
Chad Everett: Lot McGuire
Jack Elam: Ernest Scarnes
Gary Marrill: Squint Calloway
Delphi Lawrence: Marie Webster
Kevin Hagen: Frank Garrison
Marian Collier: Sadie
Robert Sorrells: vice sceriffo Harry Bell
John Milford: Billy Turpin
Frank McGrath: Ballard Weeks
Len Lesser: barista del saloon

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Il grande colpo di Surcouf