Odio mortale


F orte Carolina, avamposto francese nella Florida meridionale sta per cadere in mano spagnola per il tradimento del perfido Dominique De Gourges che, fatto uccidere il legittimo Governatore, se ne sostituisce imponendo un regime di terrore nella zona. Scampato all'eccidio, il valoroso capitano André Leboeuf sul finire del diciassettesimo secolo conduce contro il tiranno una guerriglia senza quartiere al comando di una masnada di pirati e dietro al fantomatico nome di Ruiz, l'uomo dalla maschera rossa. E' riuscito a trarre in salvo, nelle concitate fasi dell'assalto spagnolo al forte, la piccola figlia del defunto governatore, Solange, che è cresciuta credendolo suo padre. Quindici anni dopo è una giovane coraggiosa ed intrepida, abile nell'uso delle armi e sempre in prima fila nei combattimenti. Ruiz aspetta pazientemente il giorno in cui vendicherà il tradimento di Dominique, costringendolo nel frattempo a vivere nell'incubo di una minaccia costante che arriva anche dentro le mura del forte. Questo clima lo induce a tradire anche gli spagnoli, quando gli giunge l'offerta degli inglesi di consegnare loro un galeone diretto in Spagna e carico dell'oro azteco, accumulato a suo tempo da Cortez. In cambio avrà protezione e agi lontano da quel luogo. Così l'ignaro comandante della nave Carlos, viene fatto assaltare da un gruppo di tagliagole ma Ruiz e i suoi sono della partita, avendo scoperto la tresca in anticipo e aiutano Carlos a riprendersi la nave e dare il colpo finale al tiranno, dopo un ultimo e acceso duello con Ruiz. Solange, finalmente conosce tutta la verità sul suo passato e Carlos sarà l'uomo della sua vita, quando farà ritorno dalla Spagna al termine della sua missione.
Sebbene avanti con gli anni, Amedeo Nazzari regge bene l'azione con l'aiuto degli stuntmen in quelle più pericolose. Tanti e ben fatti i duelli e gli arrembaggi con l'utilizzo di due galeoni di scena accuratamente inquadrati nelle scene di abbordaggio e cannoneggiamento. Vele al vento e sartiame usato in spettacolari evoluzioni aeree. Insomma un buon film considerati i pochi mezzi, con una resa particolarmente efficace e veritiera. Costumi curati e corazze lucidate per armigeri che sparano a tutto spiano con pistole e archibugi. Buono il resto del cast con tanti volti noti del cinema popolare di azione e ad un occhio esperto non sfugge Sal Borgese nei panni di un pirata e non accreditato nei titoli.

Odio mortale
Italia, Francia 1962
Regia: Franco Montemurro
Musiche Nino Oliviero
con
Amedeo Nazzari: André Leboeuf / Ruiz
Danielle De Metz: Solange
Renato Baldini: Dominique De Gourges
Peter Meersman: Lord Simmons
Angela Luce: Conchita
Carlo Enrici: Peyrol
Aldo Bufi Landi: Capitano Carlos
Romano Ghini: Real
Juan Valejo: il messicano
Ignazio Balsamo: Herrera
Mario Frera: Padre Melito il monaco
Vincenzo Falanga: Scevola
Vittorio Duse: Guercio
Manfred Freyberger: secondo capitano spagnolo
Ugo Fangareggi: Nino

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Gianni & Pinotto - Africa strilla

Gli ammutinati dell'Atlantico

La Pica sul Pacifico