I cospiratori

Irlanda 1941. Con l'Inghilterra in guerra l'Esercito Repubblicano Irlandese cercava di liberare le Sei Contee del Nord dal dominio britannico e di unire tutta l'Irlanda sotto la bandiera dello stato libero. In coincidenza con l'invasione tedesca dell'Inghilterra in tutto il Nord si formarono gruppi dell'IRA. Perfino nelle comunità rurali dove la guerra ancora era soltanto il titolo di un giornale. A Duncrana un piccolo villaggio nei pressi del confine con l' Irlanda libera, l'IRA sta facendo proseliti tra gli abitanti per importanti azioni che intendono portare avanti con l'aiuto della Germania Nazista che intende addestrare i volontari con personale specializzato. Naturalmente i ribelli contano di liberarsi dei tedeschi a indipendenza ottenuta e una volta terminata la guerra. Per adesso servono e in molti li vedono come coraggiosi e unici in grado di contrastare e sconfiggere gli odiati inglesi. In questo fermento ogni buon irlandese che si rispetti, parroco compreso, vede di buon occhio la lotta dei patrioti così come la consueta sbornia e la messa domenicale. Dermot O'Neill viene da una famiglia che ha combattuto nella prima insurrezione e tolta la madre che teme per la sua vita, gli altri componenti lo vedono come un suo doveroso contributo alla causa. E così prende parte all'assalto di una caserma per procurarsi armi prima e successivamente facendo esplodere la più importante centrale elettrica della zona. Dermott non ha paura ma entra subito in contrasto con i vertici dell'organizzazione quando decidono di abbandonare al suo destino Sean Reilly, suo caro amico catturato e condannato a dieci anni di carcere. A nulla valgono i suoi tentativi di convincere i vertici ad assaltare la prigione per liberarlo ottenendo un fermo rifiuto circa il rischio e il danno per la causa dell'indipendenza in un momento così delicato. Piuttosto vogliono far saltare la caserma della polizia locale come gesto di rappresaglia e Dermott allora si chiama fuori in quanto quei poliziotti sono irlandesi come loro e non fanno parte dell'esercito britannico. Inoltre in quella caserma vivono con le loro mogli e figli e lui non intende macchiarsi del sangue di innocenti. Così viene considerato un traditore e catturato in attesa di essere processato e condannato a morte. Ma la sua ragazza e altri riescono a liberarlo e la coppia fugge in piroscafo verso l'Inghilterra dove, ironia della sorte, potranno rifarsi una vita. Avvincente dramma politico sullo sfondo di consueti paesaggi e quadri di vita di una certa Irlanda rurale famosa nel mondo proprio grazie al cinema. Buoni gli interpreti quasi sempre avviluppati da dense spirali di fumo con l'immancabile bicchiere in mano. Anche questa è recitazione.

A Terrible Beauty - Night Fighters
UK, USA 1960
Regia: Tay Garnett
con
Robert Mitchum: Dermot O'Neill
Richard Harris: Sean Reilly
Anne Heywood: Neeve Donnelly
Cyril Cusack: Jimmy Hannafin
Dan O'Herlihy: Don McGinnis
Niall McGinnis: Ned O'Neill
Marianne Benet: Bella O'Neill
Christopher Rhodes: Tim Malone
Harry Brogan: Patrick O'Neill
Eileen Crowe: Mrs. Kathleen O'Neill
Joe Lynch: Seamus
Marie Kean: Mrs. Matia Devlin
Geoffrey Golden: Sergente Crawley
Eddie Golden: Johnny Corrigan
Wilfred Downing: Quinn
Hilton Edwards: Padre McCrory

Commenti

I Magnifici Sette della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Il maestro di Don Giovanni

Gli ammutinati dell'Atlantico

Zambo, il dominatore della foresta

La Pica sul Pacifico

Lo straniero della valle oscura - The Dark Valley

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)