Metropolis (1984) - musicato da Giorgio Moroder


Metropolis (Metropolis) è un film muto del 1927 considerato il capolavoro del regista austriaco Fritz Lang. È tra le opere simbolo del cinema espressionista ed è universalmente riconosciuto come modello di gran parte del cinema di fantascienza moderno, avendo ispirato pellicole quali Blade Runner e Brazil.
Ma non è di questo che vi voglio parlare, pur essendo le immagini le stesse.
E' il suo remake con sola aggiunta di musiche, operato nel 1984 da Giorgio Moroder, che mi colpì, allora tredicenne.
Ero divezzo di fantascienza oramai da molti anni, da quando nel '78, a sette anni, il nonno mi portò al cinema Eden, in pieno centro, adesso c'è il Brek, un fast food, a vedere Guerre Stellari, film che per altro marchiò per sempre il mio immaginario.
Dopo Guerre Stellari c'erano stati L'Impero colpisce ancora, Il ritorno dello Jedi, ma anche 2001 odissea nello spazio e 2010 odissea due.
Ma anche Alien, e i serial Spazio 1999 e Star Trek.
Eppure.
Metropolis, un film del '27.... cosa poteva darmi?
Molto. moltissimo.
A cominciare dal cartellone di presentazione, ove un automa androgino in primo piano è quasi soverchiato da uno scorcio di una folle città del futuro, a sua volta sovrastata da una archetipica torre nera con accenni di guglie, quasi a castello medievaleggiante, che si perdono in un cielo ancora più oscuro.
Non era la fantascienza a cui ero abituato io, all'ammeregana, eroica e drammatica, ma anche fracassona e di roboanti colori e mostriciattoli.
Era un film che parlava anche di società, di chi sta sopra e di chi sta sotto (Jodorowsky e Moebius e la saga dell'Incal?), di giustizia, di amore, di politica, di ribellione, di robotica antropomorfa, di Frankenstein, di dominare la morte con la vita artificiale, di ingannare l'amore con una bellezza metallica.
Il tutto mediato da quel cinema fortemente teatrale che è il muto, in cui le espressioni del volto e i gesti del corpo sono spinti al parossismo, ridicoli quasi, visti con gli occhi di oggi, e ci rimandano involontariamente più ad una certa filmografia comica piuttosto che drammatica.
Ma Fritz Lang incarna perfettamente l'espressionismo.
(wikipedia) "Espressionismo è un termine che può essere usato con vari significati. Nel senso più generico indica una tendenza dell'arte che porta a forzare parole o immagini verso un'espressività molto intensa, maggiore di quella naturale: in questo senso ogni forma artistica, in quanto interpretazione della realtà, può essere "espressionista".
Con Espressionismo si intende anche un movimento artistico ben preciso, quello fiorito in Germania all'inizio del Novecento, che trovò un grande riscontro artistico inizialmente nella pittura, poi anche nella letteratura, nel teatro, nella musica e nel cinema. Il movimento assunse una sua fisionomia precisa tra il 1910 ed il 1924. Le sue caratteristiche essenziali erano una forte distorsione del segno (sia esso la frase poetica, la linea pittorica, il gesto teatrale o l'inquadratura cinematografica), un "grido anarchico" (Unschrei) che rompeva gli schemi dell'arte tradizionale. "
Il film, di primo acchito pesantissimo per tematiche, scenografie e montaggio, viene miracolosamente alleggerito e sofisticatamente ritmato dai brani raccolti da Giorgio Moroder, i quali magistralmente avviluppati attorno al pathos che promana dalla pellicola ne determinano una inattesa fruibilità anche per un imberbe com'ero io.
Fu la miscela di musica e immagini veramente d'avanguardia che mi colpirono.
Lang era avanti realmente di 100 anni rispetto agli artisti suoi coevi.
Il robot Maria non è altro che R2D2 di George Lucas, la città anticipa lo scenario che sarà di Blade Runner, e diecine di altri dettagli sono rinvenibili in altrettante opere di fantasia del nostro recente passato.

In una notte di mezza estate lo si può vedere senza drammi :-)


Ecco tre brani che mi colpirono oltre il lecito.






Commenti

  1. Minkia, il Carcamagno ci ha messo 9 mesi, ma in compenso ha partorito un capolavoro ... e non è la corazzata ... per ora l'abbiamo scampata ... ;-))

    RispondiElimina
  2. solo adesso riesco ad esprimere tutta la mia commozione per questo film e per l'ottimo post del carca che si fa aspettare ma poi riesce a trovare sfumature espressive che solo i
    poeti e letterati come lui oltre ai
    santi e navigatori del web riescono a dare a uno scritto
    mi aspetto come minimo M il mostro di dusseldorf e magari il WC del dottor calligaris ...
    eheheh

    RispondiElimina
  3. la prossima volta si vira di brutto... un salvatores/abatantuono oppure un fantozzi o n leone, ma probabilmente Milano calibro 9...:-)

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Etichette

Amedeo Nazzari6 Amore3 Animazione14 Anna Magnani7 Anthony Quinn8 Anthony Steffen15 Audrey Hepburn1 Ava Gardner2 Avventura145 Azione209 Bette Davis1 Billy Wilder3 Biografico14 Bob Hope3 Brancaleone2 Brigitte Bardot2 Bud Spencer16 Burt Lancaster10 Cappa e spada53 Caratteristi4 Cary Grant7 Cecil B.DeMille2 Charlie Chaplin16 Charlot13 Charlton Heston11 Christopher Nolan3 Clark Gable8 Claudette Colbert2 Claudia Cardinale5 Clint Eastwood20 Comico72 Commedia297 Costume7 Danny Kaye2 David Niven7 Dean Martin12 Disney3 Documentario5 Dramma37 Drammatico119 Dustin Hoffman3 Eduardo De Filippo5 Edward Dmytryk7 Edward G. Robinson10 Elvis Presley1 Epico3 Ercole11 Erotico4 Errol Flynn4 Fantascienza126 Fantastico54 Federico Fellini3 Festival88 Fracchia1 Franca Valeri8 Franchi & Ingrassia4 Franco Nero12 Frank Capra2 Fratelli Marx2 Fred MacMurray3 Fritz Lang7 G.M.Volontè2 Gary Cooper8 George Hilton8 Gesù di Nazareth1 Giallo15 Gianni & Pinotto2 Gianni Garko14 Gigi Proietti1 Gina Lollobrigida4 Ginger Rogers1 Gino Cervi9 Giuliano Gemma25 Giulietta Masina4 Glenn Ford8 Grace Kelly3 Greenway1 Gregory Peck10 Grottesco7 Groucho Marx3 Guerra50 Guest post6 Hedy Lamarr1 Henry Fonda10 Henry Hathaway6 Henry King5 Horror18 Howard Hawks8 Humphrey Bogart7 Ingmar Bergman1 Ingrid Bergman2 Italian Spy36 Jack Nicholson1 Jacques Tourneur5 James Cagney4 James Coburn7 James Stewart16 Jane Russell5 Jeff Cameron14 Jerry Lewis15 Joan Crawford3 John Ford14 John Wayne31 Kim Novak1 Kino3 Kirk Douglas21 klaus Kinski9 Kubrick2 Laurel e Hardy22 Lauren Bacall4 Laurence Olivier2 Lee Van Cleef18 Lex Barker6 Lino Banfi1 Lirica1 Luchino Visconti1 Lucio Fulci9 Luigi Zampa7 Luis Buñuel1 Macario7 Maciste9 Marcello Mastroianni4 Margaret Lee12 Marilyn Monroe1 Mario Bava10 Mario Monicelli11 Mario Soldati5 Marisa Mell2 Maureen O'Hara7 Mel Brooks3 Mel Gibson2 Memoria1 Michael Curtiz6 Mitologia14 Musical1 Musicale11 Neorealismo2 Neri Parenti1 Nicolas Cage4 Nino Manfredi12 Noir31 Opera1 Orson Welles3 Paolo Villaggio2 Pasqua1 Paul Newman4 Paulette Goddard4 Peplum47 Peppino De Filippo34 Peter Lorre9 Peter Sellers12 Pietro Germi1 Pirati26 Poliziesco48 Primo Carnera3 Pulp1 Quentin Tarantino8 Raimondo Vianello14 Randolph Scott14 Raoul Walsh10 Rassegne3 Renato Rascel3 René Clair1 Robert Aldrich4 Robert De Niro4 Robert Mitchum20 Robert Siodmak2 Robert Taylor10 Robert Wise1 Romantico6 Sam Peckinpah5 Satirico4 Sean Connery10 Sentimentale15 Sergio Leone3 Sherlock Holmes20 Shirley MacLaine1 Sophia Loren7 Spaghetti Action23 Spaghetti Thriller9 Spaghetti Western193 Spencer Tracy5 Spionaggio44 Splatter3 Sport6 Stampa81 Star Wars4 Stefania Sandrelli1 Steve Reeves9 Stewart Granger9 Storico17 Super Eroi33 Tafazzi1 Terence Hill12 Thriller158 Tina Pica9 Titina De Filippo5 Tom Hanks5 Tomas Milian13 Tony Curtis10 Totò Antonio De Curtis44 Tyrone Power5 Ugo Tognazzi11 Ursula Andress5 Victor Mature5 Victor McLaglen7 Virna Lisi4 Vittorio De Sica23 Vittorio Gassman12 Walter Chiari20 Wes Anderson3 Western217 Woody Allen14 Yul Brinner3 Zeffirelli1 Zorro6
Mostra di più

I Magnifici Sette del mese

400 giorni - Simulazione spazio

The Accountant

Il ponte dei senza paura

Anthar l'invincibile

Tempo di villeggiatura

Il ritorno di Joe Dakota

Oss 77 Operazione Fior di loto