Brooklin's Finest

Un film arrivato in Italia direttamente per il mercato DVD saltando le sale può far pensare solamente che è scarso così tanto da evitare i costi di distribuzione e optare per il più comodo canale home-video. In effetti a dispetto del cast di prim'ordine, il film è lento e inconcludente e va ad arenarsi in un finale scontato e ritrito. Ben lungi da altri film polizieschi d'azione, questo si avvale di una trama debole che fa naufragare miseramente su tutti uno dei più belli e amati volti di Hollywood, quel Richard Gere, prossimo qui alla pensione e talmente stanco e inespressivo che sembra voglia andarci veramente. La storia ruota attorno a tre agenti del distretto 65 della polizia di Brooklin. Un Richard Gere che conta solo i 7 giorni che gli rimangono di servizio e che non vuol cacciarsi in nessun tipo di guaio, canzonato ed evitato dai colleghi si vede affidare un paio di reclute da "svezzare". La prima entra subito in contrasto con lui quando non vuole intervenire per sedare una lite e cambia subito istruttore. La seconda si trova coinvolta in una sparatoria e finisce sotto inchiesta interna della polizia. Ethan Hawke è invece un agente con problemi di denaro, con una famiglia composta da tre figli e un paio in arrivo di cui uno non ben formato per l' insufficienza respiratoria che la moglie soffre a causa della muffa presente nella modesta casa in affitto. Lui sogna il colpo per acquistare una nuova casa decente ed è pronto a infrangere la legge sottraendo il denaro agli spacciatori che arresta. Il terzo, Tango (Don Cheadle) è infiltrato nelle gang di colore da così tanto tempo che ormai si è affezionato al capo Caz (Wesley Snipes), col quale è amico di infanzia e che gli ha pure salvato la vita in passato. Vive il dilemma di dover incastrare il suo amico per far carriera e diventare detective scelto. Il finale vede tutti e tre nel medesimo luogo andare incontro ai propri destini. L'unico che sopravvive è Richard Gere che, nel primo giorno da pensionato, riesce finalmente a compiere la giusta impresa liberando delle ragazze sfruttate nella prostituzione e tenute relegate da un paio di brutti ceffi. Ne arresta uno e ammazza l'altro. Sal (Ethan Hawke) invece, irrompe da solo in un appartamento e ammazza 3 spacciatori di droga e mentre tenta di arraffare quanto più denaro possibile viene freddato da un quarto che era rimasto nascosto. Tango nello stesso luogo ammazza i componenti della banda nella quale operava sotto copertura per vendicare l'amico Caz, colui che doveva tradire, eliminato per contrasti dai suoi elementi. Viene a sua volta ucciso da un agente, amico di Sal, che lo inseguiva per farlo desistere dal suo insano ed illegale scopo. Tra sirene e lampeggianti, in una New York brutta, sporca e pericolosa, il solo Eddie, triste e solitario si incammina tra i titoli di coda verso lo spettatore sempre più annoiato. Niente di nuovo, o di diverso, in questa ennesima storia di buoni e cattivi tra coloro che fanno il mestiere che dovrebbe rappresentare l' eccellenza morale a tutela di tutti i cittadini. Serve and Protect da tempo al cinema è diventato un più pratico e prosaico Serve and ... volley.



Brooklyn's Finest
Flag 2009

Regia: Antoine Fuqua
con
Richard Gere: Eddie Dugan
Ethan Hawke: Sal Rosario
Don Cheadle: Tango
Wesley Snipes: Caz
Vincent D'Onofrio: Carlo
Brian F. O' Byrne: Ronny Rosario
Will Patton: Tenente Bill Hobarts

Commenti

  1. scritto pene!

    film visto, ma non ricordo piu niente, perquesto non credo molto buono heheh

    vi consiglio TRAINING DAY

    RispondiElimina
  2. ...film visto. Un buon 6 1/2: a me non è dispiaciuto.

    RispondiElimina
  3. c'è molto di meglio specie con un cast come quello
    e poi Richard Gere che sembra un rottame dall'inizio alla fine e
    con una parte non primaria nel plot narrativo e nonostante tutto lo fai arrivare - unico - alla fine
    ma dei 4 è senz'altro il più scarso in questo film .. una parte non adatta a lui .. insomma troppe
    incongruenze come quella di esser costretto a rubare perchè tieni famiglia in un tugurio non è certo
    da realtà di agente scelto che avrebeb tutti gli aiuti governativi e quant'altro mentre se rubi per arricchirti personalmente ci può stare come visto in tanti film
    non certo per necessità diverse
    come quelle mostrate nel film ..
    non mi quaglia .. come anche l'infiltrato che ormai è quasi un delinquente anche per i suoi colleghi .. storia raffazzonata
    alla peggio secondo me

    RispondiElimina
  4. e ha ragione Mark quando dice di non ricordarsi è l'emblema della pochezza
    io per fortuna (o disgrazia) col blog oggi riesco a postare le mie impressioni altrimenti avrei avuto la stessa sensazione: dopo un giorno manco il titolo avrei ricordato
    :))

    RispondiElimina
  5. film così ce ne sono a migliaia ...

    RispondiElimina
  6. ma non con quel cast
    qui sprecato di sicuro

    RispondiElimina
  7. cast più di nome che di sostanza ... ma oramai mi sono stufato di dire sempre le solite cose ... ;-)

    RispondiElimina
  8. dille!!
    non tenerti tutto dentro
    sfogarti ti farà bene

    RispondiElimina
  9. Tex è ha colto nel segno...FILM INCONCLUDENTE...o siamo tutti ignoranti oppure il registra ha fatto questo film solo per sè stesso...perchè qualsiasi spettatore "terzo" che riesca ad arrivare fino in fondo...alla fine si chiede: e allora????

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Jack Reacher - Punto di non ritorno