Orizzonte di fuoco


I l vecchio capo Mangas Coloradas si reca a Fort Yuma con il figlio Mangas e il fido Antonio per accettare le condizioni di pace imposte dal Governo degli Stati Uniti. All'improvviso sbuca fuori un colono che maledicendoli, spara al vecchio capo uccidendolo prima di venire a sua volta ammazzato dai soldati del forte. La frittata è fatta e Mangas, dopo i riti funebri, incita i suoi Mimbrenos a prendere e distruggere Fort Yuma. Viene immediatamente mandato un messaggio al Generale Crook a Fort Apache per chiedere rinforzi, ma il corriere cade in mano indiana e ucciso. Tuttavia, il Generale stava già predisponendo un invio di di viveri e munizioni oltre a un piccolo contingente di uomini per il consueto avvicendamento delle truppe. Li comanda il Tenente Keegan, noto per il suo odio viscerale nei confronti degli indiani, con la guida esperta dello scout indiano Jonas. Sua sorella Francesca è innamorata del tenentino e questo rende difficili i rapporti tra l'ufficiale e la sua guida indiana per ragioni di gelosia e di differenza di razze. Con loro c'è anche una missionaria laica che andrà a Fort Yuma per insegnare ai piccoli indiani della comunità: Miss Melanie. Non sanno del pericolo che li attende visto che le loro ultime informazioni parlano di un trattato di pace che sta per essere firmato. Ma durante il viaggio, dopo i primi attacchi di sorpresa e la perdita di alcuni soldati, riescono a comprenderne i motivi dopo aver catturato un apache. Essi intendono impadronirsi dei carri e delle divise dei soldati morti per poter irrompere nel forte e sterminarne gli occupanti, contando sulla sorpresa e sul fatto che uno dei carri è pieno di esplosivi e munizioni. Mangas riesce nel suo intento ma il tenente, lo scout e la maestrina, unici sopravvissuti agli attacchi, riescono in tempo a scongiurare il massacro e nello scontro finale, il tenente ha la meglio sul giovane Mangas uccidendolo. Lui ha perso Francesca ma ha acquistato la fiducia e la stima del suo scout che nel frattempo ha ceduto alle affettuose attenzioni della maestra. Loro sono la speranza che i due popoli possano finalmente vivere insieme e in pace.
Classico western con i giusti ingredienti del genere anche se la trama indugia un po' troppo sui sentimenti tra le due coppie "miste", bianco-indiana e indiano-bianca, a vantaggio senz'altro del pubblico femminile ma perdendo il fascino di un attacco finale al forte di sicuro impatto visivo. Buoni gli interpreti e gli indiani sono originali essendo il film girato nei magnifici esterni dello Utah a Kanab.

Fort Yuma
USA 1955
Regia: Lesley Selander
Musiche Paul Dunlap
con
Peter Graves: Ten. Ben Keegan
Joan Taylor: Francesca
Joan Vohs: Melanie Crown
John Hudson: Sergente Jonas
William Phillips: Sergente Maggiore Milo Hallock
Abel Fernandez: Mangas
Evelyn Keyes: Allison McLeod
Addison Richards: Generale Crook
John Pickard: Capitano Santley
James O'Hara: Caporale Taylor

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta