Warcraft - L'inizio


Warcraft
A zeroth è un regno che vive da anni in pace, governato dal buon Re Llane Wrynn e protetto dal fido guerriero Anduin Lothar fratello della regina, e dal potente mago Medivh, il Guardiano del Regno. Sta però concretizzandosi una spaventosa minaccia che arriva dal morente mondo di Draenor che popolato da orchi vuole passare su Azeroth per mezzo di un portale magico. Li guida il potente stregone  Gul'dan che sta unendo tutti i clan in un terribile esercito chiamato l' Orda.  Gul'dan dalla pelle verde trae la sua forza dal  Vil una forza oscura che distrugge tutto quello di cui viene in contatto e l’orco Durotan,  signore del clan dei Lupi Bianchi e padre di Go'el appena avuto dalla moglie Draka, lo ha capito e tenta di ostacolarlo prima che sia troppo tardi. Con lui il fido Orgrim Martelfato ma nulla possono contro il potete orco Manonera, Capoguerra di Gul'dan che ordina lo sterminio dei Lupi Bianchi. Orgrim è costretto a sposarne la causa ma fa fuggire Draka e il piccolo neonato. Poi libera Durotan che costringe il crudele  Gul'dan a duello che secondo la loro legge non può rifiutare. Ma usa la sua potente magia per uccidere il coraggioso Durotan scatenando le antipatie di gran parte degli orchi, subito uccisi o rimessi prontamente in riga con le sue brutali magie. Si deve aprire il portale per far affluire quanti più orchi possibile e allo stesso tempo gli umani debbono impedirlo. Ma il Guardiano è stato contaminato dal Vil che ha combattuto ed ora ne è consumato al punto che Khadgar, suo giovane apprendista un tempo, capisce che deve essere eliminato. Ma intanto Medivh aveva consigliato il Re di attaccare il portale e per il sovrano le cose si stanno mettendo decisamente male. Nel furibondo duello tra Medivh posseduto da un demone e il suo ex allievo ormai molto pratico di magie, il Guardiano soccombe subito dopo essersi ripreso ed aver permesso a molti prigionieri degli orchi di mettersi in salvo per lo stesso portale. Il Re sta per essere ucciso da chi tra gli orchi ne pretende il compito: Manonera. Vistosi prossimo alla fine ordina alla sua fedele Garona, mezza umana e mezza orco, di ucciderlo lei stessa per salvarsi la vita e accrescere il suo potere in seno all' Orda. Pur soffrendo e riluttante, Garona capisce che è l'unica cosa da fare se vuol sperare di riappacificare un giorno umani ed orchi e lo trafigge col suo pugnale. Accettata e acclamata da tutti, Garona, la Mezz'Orchessa è triste e soffre per quanto ha dovuto fare, ma non c'era altra scelta diversa da quella ordinatale dal Re stesso. Lei era stata liberata un tempo dalle grinfie di quegli orchi da Lothar e dallo stesso buon Durotan, il cui piccolo è stato abbandonato in una culla nelle acque di un fiume dalla madre che ha appena fatto in tempo a metterlo in salvo raggiunta da un orco che l'ha uccisa. Lothar piomba con il suo gigantesco grifone sul terreno della disfatta del suo Re e sfida a duello Manonera col quale regolare anche il conto dell'uccisione del suo giovane e unico figlio. Lo uccide a duello e secondo l'usanza degli orchi viene da tutti rispettato in contrasto col volere di Gul'dan che lo voleva uccidere. Può lasciare il posto con il corpo del Re e credendo Garona traditrice per quel pugnale che era conficcato nel collo del sovrano. Intanto il piccolo Go'el, nome voluto da  suo padre, è stato salvato dalle acque e raccolto da mani umane col piccolo che osservando colui che lo ha preso smette con i vagiti e gli ruggisce contro.
Salvato dalle acque come Mosé il piccolo Go'el sarà il perno sul quale ruoterà obbligatoriamente il sequel di questo primo entusiasmante capitolo, un'orgia visiva di due ore che scorrono via lisce in un crescendo di emozioni sempre più forti. Diretto da Duncan Jones figlio dell'indimenticabile David Bowie, il film tratto dall'omonimo video gioco si pone ben oltre le aspettative dei produttori catturando in tutto il mondo una vera e propria Orda di fan scatenati che lasciano presagire tanti altri futuri capitoli in questa avvincente saga.


Warcraft
Stati Uniti 2016
Regia: Duncan Jones
Musiche Ramin Djawadi
con
Travis Fimmel: Anduin Lothar
Paula Patton: Garona la Mezz'Orchessa
Toby Kebbell: Durotan
Ben Foster: Medivh
Dominic Cooper: Llane Wrynn
Anna Galvin: Draka
Ben Schnetzer: Khadgar
Robert Kazinsky: Orgrim Martelfato
Daniel Wu: Gul'dan
Ruth Negga: Taria Wrynn
Clancy Brown: Manonera
Michael Adamthwaite: Magni Barbabronzea
Callum Keith Rennie: Moroes
Burkely Duffield: Callan Lothar
Dylan Schombing: Varian Wrynn
Terry Notary: Grommash Malogrido
Dean Redman: Varis
Glenn Close: Alodi

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

O' Cangaceiro

Gianni & Pinotto - Africa strilla

La Pica sul Pacifico