Colpi di dadi, colpi di pistola


Colpi di dadi, colpi di pistola
D urante la Guerra di Secessione, Lincoln per sfoltire i campi di prigionia offre la possibilità di arruolarsi ed indossare la divisa nordista non per combattere i propri ex commilitoni, bensì per essere destinati a presidiare le zone dell'Ovest soggette a scorribande indiane o anche per mantenere l'ordine in alcune cittadine di frontiera. Lee Travis, prigioniero sudista, ha accettato di trasferirsi a Colton in Arizona per assumervi la carica di sceriffo. Abile pistolero e giocatore di carte del Sud prima della guerra, deve prendere il posto del vecchio sceriffo Grover che a detta del sindaco Smith è a libro paga del bieco affarista Tom Rile. Nel suo saloon, l'unico nel raggio di cento miglia, transitano cowboys e vagabondi da ogni parte per essere regolarmente spennati e creare di conseguenza problemi alla cittadina che senza Rile e i suoi scagnozzi sarebbe di certo un posto tranquillo. Travis è osteggiato per il fatto di essere un sudista e Rile gli manda incontro anche un terzetto dei suoi per farlo fuori sulla strada senza però riuscirvi. Tra lui e il neo arrivato sceriffo è subito tensione con Travis che aspetta il prossimo passo falso di quel prepotente per toglierselo di mezzo. Il vice sceriffo, Dan Shelby, rimasto al suo posto è un ex reduce di guerra che ha perso un braccio contro i sudisti e anche da lui riceve diffidenza quando addirittura ostilità. Ma ecco che lo sceriffo, dopo un primo contatto reso vano dal non aver risposto alla parola d'ordine convenuta con la tenutaria del saloon Molly, "forse ci siamo incontrati a bordo del Mohican sul Mississippi diretto a Memphis" incontra la persona giusta, il vero contatto per la sua missione segreta. E' infatti stato incaricato dai sudisti, una volta infiltrato tra gli ausiliari nordisti, di trovare un quantitativo di armi estremamente necessarie in questo frangente della guerra, nascoste tempo prima in un vecchio magazzino fuori città, quando si sperava di conquistare con facilità quella zona. Lei è l'irreprensibile Jill Wyler che gestisce una merceria in paese e che è corteggiata dal vice Dan Shelby che dall'arrivo del nuovo sceriffo è diventato piuttosto sospettoso. Indagando scopre i veri intenti dello sceriffo, ma nel frattempo Tom Rile che aveva a sua volta scoperto quelle armi le stava vendendo un poco alla volta agli indiani. Schiumando rabbia per aver perso il saloon giocando con Travis, Tom Rile conta di rifarsi assaltando il paese spalleggiato dagli indiani armati fino ai denti. Bisogna in fretta organizzare una disperata difesa ma Travis è una spia e va arrestato. Fortunatamente ritorna in paese il vecchio sceriffo Grover che porta la notizia di fine ostilità tra Sud e Nord ma anche l'imminente attacco indiano. Travis è quindi immediatamente liberato e può contribuire da par suo alla riuscita difesa della cittadina di Colton. Tom Rile perisce sotto i suoi colpi e i pochi indiani sopravvissuti si sono dati a precipitosa fuga. Pùò lasciare per sempre quel posto regalando a Molly il saloon - ne desiderava tanto uno tutto suo - e affidando Jill alle cure di Dan Shelby che adesso è lo sceriffo di Colton, grato a quell'uomo, un tempo nemico, che gli ha salvato vita e amore.
Targato Paramount è un modesto esempio di western, buono soltanto per i suggestivi esterni del Red Rock Canyon e del Vasquez in California. Yvonne De Carlo è lentamente e inesorabilmente avviata sul viale del tramonto anche se la sua bellezza è ancora fulgida.

Colpi di dadi, colpi di pistola

Arizona Bushwhackers
Stati Uniti 1968
Regia: Lesley Selander
Musiche Jimmie Haskell
con
Howard Keel: Lee Travis
Yvonne De Carlo: Jill Wyler
John Ireland: Dan Shelby
Marilyn Maxwell: Molly
Scott Brady: Tom Rile
Brian Donlevy: sindaco Smith
Barton MacLane: sceriffo Grover
James Craig: Ike Clanton
Roy Rogers Jr.: Roy
Regis Parton: Curly
Montie Montana: conducente della diligenza
Eric Cody: fuorilegge

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

La spada normanna

Il faro in capo al mondo

Sangue sulla luna

Allied - Un'ombra nascosta