Duello nell'Atlantico


A tlantico Meridionale, nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, il cacciatorpediniere americano Haynes al comando del Capitano Murrell è in missione di perlustrazione. L'equipaggio non abituato ad azioni militari conduce una stanca vita a bordo e non conosce ancora bene il proprio comandante reduce addirittura da un affondamento del suo mercantile e da un mese di ospedale. Se l'hanno rimesso in fretta e furia al comando di una nave deve esserci una spiegazione tra le due: o la Marina scarseggia in ufficiali di comando o questo deve essere uno veramente bravo. Lo scopriranno appena dalla sala radar si avvista un eco che corrisponde ad una piccola imbarcazione o forse anche a un sommergibile. La seconda ipotesi è quella giusta e Murrell impartisce subito precisi ordini per fronteggiare quello che ormai è chiaro trattarsi di U-Boot tedesco. Al suo comando c'è l'esperto Comandante Von Stolberg, disilluso dal Nazismo e con ben due figli morti in guerra per servire la follia di un leader spietato. Ma è pur sempre un soldato che viene direttamente dalla Prima Guerra e ingaggia subito con l'avversario una ben precisa strategia che lo vede misurarsi con un altro ottimo ufficiale in una battaglia personale che li vede protagonisti con forti personalità ed equipaggi coesi nell'eseguire gli ordini. In un crescendo di situazioni preda e cacciatore con sovente inversione dei ruoli tra i due, finiranno per colarsi a picco a vicenda ed aiutarsi nel portare in salvo quanti più marinai possibili di entrambi gli schieramenti. Raccolti da una nave americana e svolti i riti funebri di quanti non sopravvissuti, i due comandanti possono stringersi la mano da valorosi ma leali avversari guardando, con la guerra ormai finita per loro, ad un futuro di pace e ricostruzione e dove dovranno prevalere proprio quei valori umani da loro dimostrati in questa vicenda.
Un buon film di guerra dove dare spazio ai valori positivi degli uomini seppur in conflitto tra loro e con una grande interpretazione dei due protagonisti, attorniati da un cast all'altezza e da buoni effetti speciali, ancorché appaia chiaro l'uso di due modellini usati nell'affondamento finale.


The Enemy Below
Stati Uniti 1957
Regia: Dick Powell
Musiche Leigh Harline
con
Robert Mitchum: Capitano Murrell
Curd Jürgens: Comandante Von Stolberg
Theodore Bikel: Heinie Schwaffer
David Hedison: Tenente Ware
Russell Collins: Dottore
Kurt Krüger: Von Holem
Frank Albertson: Tenente Crain
Biff Elliot: Furiere

Commenti