Sparatorie ad Abilene


Sparatorie ad Abilene
C al Wayne, un tempo sceriffo di Abilene, ne fa ritorno dopo la Guerra di Secessione quando ormai era creduto morto da tutti. Grant Evers un tempo suo amico gli ha soffiato la ragazza, Amy Martin, che ora intende sposare con buona pace di Cal che non si aspettava questo dalla sua ragazza. Ma cosa avrebbe dovuto fare con lui dato per morto se non cedere alla lunga alla insistente corte e gentilezze di Grant? Cal seppur spiaciuto deve accettare la nuova realtà come il fatto che adesso in città è scoppiata una guerra di posizione tra gli allevatori, dei quali Grant è il massimo esponente, e i piccoli agricoltori che si vedono i campi devastati dal passaggio di mandrie sempre più numerose, visto che Abilene è diventata uno snodo strategico nel commercio del bestiame con ben 5 nuovi binari rispetto alla tratta unica di prima della guerra. Lo sceriffo è un certo Slade, un tipaccio corrotto al soldo di Grant che invece di far rispettare la legge agisce per conto degli allevatori sempre più prepotenti. Grant per mantenere buoni rapporti con Cal gli offre di tornare a fare lo sceriffo anche se non più propenso ad usare la colt, ma accetta l'incarico con il compito preciso di disarmare Abilene. Slade tornerà nei ranghi degli uomini di Grant e continuerà il suo lavoro di duro persuasore di chi ancora vuol, resistere. Ma quando il giovane Cord Decker, anche lui reduce di guerra,  viene brutalmente ucciso da Slade e dai suoi uomini, Cal Wayne entra in gioco per fare giustizia. Amy Martin la sua fidanzata di un tempo ha preferito lasciare Grant per non doversi pentire per il resto della vita, visto il ritorno di Cal e il suo amore per lui mai sopito. Mentre Grant su tutte le furie con Slade per aver di nuovo sobillato gli agricoltori con il suo brutale omicidio, viene da lui ucciso dopo un violento diverbio. Slade gli ruba la chiave che portava sempre con sé alla catena e Cal, giunto sul posto, comprende che sta cercando di arrivare alla cassaforte del suo ufficio per scappare con quanto più denaro possibile. Lo affronta in città, dopo che questi gli ha sparato a tradimento ferendolo ad una spalla, e sordo alle suppliche di Amy raccatta le forze rimaste e lo sfida a duello in campo aperto uccidendolo con un colpo di precisione. Da adesso in poi le cose prenderanno una giusta piega ad Abilene perché Cal Wayne è finalmente tornato e Amy Martin sarà saldamente al suo fianco per il resto delle loro vite.
Concreto esempio di western con protagonista lo sfortunato italo paisà Bobby Darin, nome d'arte di Walden Robert Cassotto, dalla voce calda e inconfondibile ma dalla salute estremamente cagionevole che ne decretò la prematura morte a soli 37 anni. Leslie Nielsen è ancora solidamente impegnato in ruoli da cattivo mentre Michael Sarrazin, a completamento del cast principale, è all'esordio nel mondo del cinema.
Sparatorie ad Abilene

Gunfight in Abilene
Stati Uniti 1967
Regia: William Hale
Musiche Bobby Darin & Shorty Rogers
con
Bobby Darin: Cal Wayne
Emily Banks: Amy Martin
Michael Sarrazin: Cord Decker
Leslie Nielsen: Grant Evers
Donnelly Rhodes: Joe Slade
Don Galloway: Ward Kent
Frank McGrath: Ned Martin
Bryan O'Byrne: Frobisher
Barbara Werle: Leann
Johnny Seven: Loop
William Phipps: Frank Norton
William Mims: Ed Scovie
Robert Sorrells: Nelson
Don Dubbins: Sprague
James McCallion: Smoky Staub

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta