Furia indiana


Furia indiana
O rso Vittorioso gravemente ferito nell'ultimo scontro con i visi pallidi, sta morendo nella sua tenda attorniato da altri capi. Prima di spirare parla loro di una profezia e il piccolo Cavallo Pazzo, poco più che un bambino, isolatosi nella prateria prima di un violento temporale, sembra cogliere i segni di tale predizione in un cavaliere che gli galoppa incontro con un falco rosso tra le piume del capo e in groppa a un cavallo dorato. Anni dopo quei segni si materializzano in distinte occasioni. Il falco rosso appeso ad una lancia di un nemico Comanche e il cavallo dorato del suo amico Twist che gli si para davanti come se lo riconoscesse come suo padrone. I bianchi hanno trovato l'oro nei Monti Neri sacri alla sua gente e molti cercatori sono arrivati pieni di ingordigia e disprezzo per la gente rossa. Così l'esercito ha dovuto intervenire pe proteggerli rompendo i trattati e costruendo un nuovo forte nel loro territorio. Cavallo Pazzo è pronto a indossare le vesti di capo e unire le tribù delle grandi pianure sotto il suo comando, dando loro anche le strategie di guerra imparate dai bianchi e che in breve tempo lo porteranno di successo in successo fino alla grande vittoria su Capelli Biondi Custer a Little Big Horn. Ma peggiori nemici dei bianchi saranno per lui l'invidia di Vento dell'Est - geloso che Raggio di Sole abbia scelto lui come sposo - e il rigido inverno che spopolando la prateria dei bisonti, lo costringe a scendere a patti con l'uomo bianco in cambio di cibo e medicine per la sua gente. Trattato con rispetto come un grande capo, ottiene dal comandante del forte di poter cacciare secondo la loro tradizione ma a patto di farlo solo con arco e  frecce, cosa che lo rende comunque felice promettendo in cambio un futuro di pace definitiva. Ma l'odio rimesta ancora il nero cuore di Vento dell'Est, diventato guida scout del forte dopo la sua cacciata dalla tribù, che con uno strattagemma lo attira in un tranello e lo colpisce mortalmente alle spalle con la sua baionetta d'ordinanza. Fugge come un Caino, inorridito di ciò che ha fatto e sotto gli sguardi duri dei suoi fratelli rossi e lo strazio di Raggio di Sole corre all'impazzata fuori dal forte ...
Un giorno un grande condottiero sorgerà in mezzo a voi. Egli unirà tutte le tribù indiane e le porterà alla vittoria. Quando questo grande guerriero morrà, morrà per mano di un Lakota.


Chief Crazy Horse
Stati Uniti 1955
Regia: George Sherman
Musiche Frank Skinner
con
Victor Mature: Crazy Horse (Cavallo Pazzo)
Suzan Ball: Black Shawl (Raggio di Sole)
John Lund: Maggiore Twist
Ray Danton: Little Big Man (Vento dell'Est)
Keith Larsen: Flying Hawk (Occhio di Falco)
Paul Guilfoyle: Worm
David Janssen: Tenente Colin Cartwright
Robert Warwick: Spotted Tail (Penna Nera)
James Millican: Generale Crook
Morris Ankrum: Red Cloud (Nuvola Rossa)
Donald Randolph: Aaron Cartwright
Robert F. Simon: Jeff Mantz
James Westerfield: Caleb Mantz
Stuart Randall: vecchio Afraid
Pat Hogan: Dull Knife
Dennis Weaver: Maggiore Carlisle
John Peters: sergente Guthrie
Henry Wills: He Dog
Emile Avery: Capitano William Fetterman
Charles Horvath: Hardy

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

Il grande colpo di Surcouf

I sei della grande rapina

Solo per vendetta