Rogue One: A Star Wars Story


Rogue One: A Star Wars Story
G alen Erso si è ritirato su un remoto pianeta con la moglie Lyra e la figlioletta Jyn. Valente scienziato a capo di un progetto imperiale conosciuto come la Morte Nera, stanco dell'orrore che stanno seminando nell'universo, ha preferito abbandonare tutto e sperare in un rifugio che gli consentisse una nuova vita. Ma la lunga mano dell'Impero Galattico lo raggiunge su Lah'mu e il Direttore Imperiale Krennic gli impone il rientro dopo aver ucciso sua moglie che tentava una disperata reazione. Fortunatamente hanno messo al sicuro la piccola Jyn che, affidata al ribelle Saw Gerrera, ha potuto salvarsi. La rivediamo quindici anni dopo, quando detenuta per reati contro l'Impero, viene fatta evadere da un gruppo di ribelli. Suo padre, che lei credeva morto, è in realtà stato costretto a continuare la sua opera nella costruzione della devastante stazione spaziale orbitante armata, ma col tempo ha convinto un pilota imperiale, Bodhi Rook, a disertare e portare un messaggio al suo amico Gerrera. Questi tuttavia combatte una sua guerra personale fuori dall'Alleanza Ribelle e chiunque lo avvicini o tenti di farlo viene eliminato dai suoi seguaci, un crogiolo eterogeneo di diverse razze e provenienza. Ne sa qualcosa il povero pilota che viene a lungo interrogato circa le sue vere intenzioni. Si spera quindi che con Jyn, da lui salvata un tempo, si possa venire a conoscenza del messaggio di suo padre. Con il capitano Cassian Andor e il droide imperiale riprogrammato K-2SO, la ragazza si reca su Jedha dove incontra Gerrera e viene a conoscenza del messaggio di suo padre, che in un ologramma spiega di aver appositamente reso vulnerabile la stazione in un punto del reattore principale che non può essere individuato dall' Impero. Questo consentirà ai ribelli con un attacco mirato di distruggerla. Intanto Krennic sulla Morte Nera mostra al Governatore Tarkin la potenza della sua arma, colpendo con una piccola carica un punto del Pianeta Jedha  causando uno spaventoso terremoto e un'onda distruttiva che i nostri riescono appena in tempo ad evitare salendo sulla loro navicella. Con loro si sono uniti il monaco cieco Chirrut Îmwe, adepto della Forza e la sua ombra, il fedele guerriero Baze Malbus. Il gruppo si reca dapprima sul Pianeta Eadu dove c'è un centro di ricerca imperiale nel quale lavora Galen, ormai sospettato con altri ingegneri di aver tradito l' Impero. Ma prima che Krennic possa giustiziarlo di persona, un attacco della flotta ribelle distrugge gran parte della struttura e Jyn vede suo padre morire prima di essere strappata a lui e portata in salvo sulla navetta. Non resta che rubare il progetto contenuto in un imponente archivio sul Pianeta Scarif, protetto da uno scudo che lascia passare solo navi autorizzate. Bodhi Rook, il pilota disertore, sa come farsi strada con una navicella rubata alla quale assegna il codice "Rogue One", riuscendo ad atterrare. Con loro una squadra di pochi volontari che dovrà scatenare l'inferno per dare l'impressione di essere un esercito. Bodhi Rook dovrà tenere i motori accesi per essere pronto a ripartire, Jyn e il capitano Cassian cercheranno il progetto con il droide K-2SO a interfacciarsi con la rete interna per dar loro manforte e istruzioni dettagliate su dove cercare. Intanto fuori infuria la battaglia con gli imperiali che scatenano anche i camminatori e altri mezzi pesanti. In soccorso dei ribelli sono penetrati nello scudo alcuni X-Wing, mentre la flotta ribelle si materializza improvvisamente attorno al pianeta. Mon Mothma, leader dell'Alleanza Ribelle, ha deciso di intervenire in questo momento cruciale ed ha affidato all'Ammiraglio Raddus il comando delle operazioni. Jyn riesce a trovare il progetto e a trasmetterlo alla flotta ribelle poco prima di venire investita dal raggio devastante della Morte Nera, apparsa anch'essa in orbita. Il suo sacrificio e quello di tutti i suoi compagni non sarà vano nella lotta contro il malvagio Impero. Intanto Darth Vader in persona abborda la nave ammiraglia ribelle in difficoltà, da dove una navetta di salvataggio riesce in tempo a fuggire con a bordo la Principessa Leia e il prezioso dischetto contenente il progetto ... meanwhile in space over Tatooine .. sarà l'inizio dell'episodio IV - A New Hope, una nuova speranza, che tutti gli amanti della Saga ben ricordano essendo stato il primo e folgorante capitolo.
Gli esterni di Islanda, Giordania e Maldive, solo per citarne i più noti, esaltati con la moderna grafica computerizzata danno vita a pianeti straordinari sui quali svolazzare in un'orgia visiva senza precedenti. Aldilà della storia, peraltro bellissima e coinvolgente emotivamente, è l'impatto visivo che lascia senza respiro davanti a un mega schermo per più di due ore. La Disney ha promesso un nuovo film della saga ogni anno e noi aspettiamo trepidanti il prossimo.
Che la Forza sia con tutti noi!
Sempre.


Rogue One: A Star Wars Story
Stati Uniti 2016
Regia: Gareth Edwards
Musiche Michael Giacchino
con
Felicity Jones: Jyn Erso
Diego Luna: Cassian Andor
Ben Mendelsohn: Orson Krennic
Donnie Yen: Chirrut Îmwe
Mads Mikkelsen: Galen Erso
Alan Tudyk: K-2SO
Jiang Wen: Baze Malbus
Forest Whitaker: Saw Gerrera
Riz Ahmed: Bodhi Rook
Jimmy Smits: Bail Organa
Alistair Petrie: General Draven
Genevieve O'Reilly: Mon Mothma
Ben Daniels: Generale Merrick
Paul Kasey: Ammiraglio Raddus
Valene Kane: Lyra Erso
Ingvild Deila: Princess Leia
Guy Henry: Grand Moff Tarkin

Commenti

Senatore Bail Organa ha detto…
Tarkin e Leia digitalizzati come stessero per dar vita all'episodio 4 degli anni '70 è un'altra incredibile magia che si somma a tutto il visabilia .. per tacere di me stesso ;)
Edoardo Valentini ha detto…
DAVVERO EMOZIONE FORTISSIMA nel vederli muoversi così specie Peter Cushing morto nel 1994 cosa che fa pensare a un futuro con "resuscitati" tra i più amati della storia del cinema .. Stanlio e Ollio ad esempio ci divertirebbero ancora
Tiger Jack ha detto…
Non posso mancare...
Chirrut Îmwe ha detto…
la Forza è con me e sono un tutt'uno con la Forza
Sarah M. ha detto…
eternal love and gratitude Princess Leia :(
profoundly missed
Sebastiano Valentini ha detto…
Molto bello, peccato non aver visto i primi episodi....mi rifarò!!