Sniper: Forze speciali


A fghanistan, nel bel mezzo della guerra contro i Talebani, una pattuglia delle Forze Speciali USA sta setacciando un settore alla ricerca di un Senatore scomparso e rapito con la sua scorta privata. Sembra fosse lì per verificare di persona se i soldi spesi dall'Amministrazione fossero giustificati o al contrar9io rappresentassero uno sperpero di risorse economiche. La squadra capeggiata dal Sergente Vic Mosby è assistita dall' alto dall'esperto cecchino Sergente Jake Chandler che oltre a eliminare gli eventuali pericoli, segnala la via più sicura da seguire a quelli nei vicoli. Il luogo dove è detenuto il Senatore viene scoperto e il politico liberato, mentre la sua scorta è stata tutta massacrata. Nella sparatoria con i talebani sopraggiunti in forze, qualche elemento viene ferito e si rende necessaria l'evacuazione a bordo di due Hummer. Ma Chandler è rimasto indietro prendendosi cura del suo assistente rimasto ferito e costretto a rifugiarsi nella posizione sui tetti che presidiava. Vic una volta portato il senatore e i feriti al campo vorrebbe ritornare subito a riprenderlo, ma il colonnello comandante gli affida una missione più urgente. Deve recuperare un camion carico di esplosivi e scorte viveri rimasto in panne in una zona dove rischia di cadere in mano nemica con gravi conseguenze per le forze operanti nel territorio contro la minaccia talebana. Con la guida di Bashir, un locale che sa dove si trova il camion, e con un paio di fidati colleghi si reca sul posto con l'intento di far presto e andare a recuperare Chandler. Con loro si intrufola una giornalista, Tyler, detta anche "porta sfiga" per la sua presenza in zone di guerra dagli esiti nefasti per gli USA. Ma stavolta si rivelerà utile e infallibile tiratrice nell'agguato che gli verrà teso dai ribelli. Fortunatamente sul camion c'è una giovane donna locale che ha con sé un bimbo e aveva richiesto aiuto ai soldati per maltrattamenti ricevuti da suoi familiari. Si apprende grazie a Bashir che è la nuora del capo talebano che ha perso suo figlio ed è per questo che i talebani hanno cessato il fuoco una volta intravista tra gli americani. Non possono correre il rischio di uccidere il piccolo ed unico erede del loro capo che ha perso il figlio, marito della ragazza, in una precedente azione. Ecco allora che il sergente Vic prende la palla al balzo e prima di portare il camion al campo, passa a prendere Chandler sicuro che nessuno gli sparerà. In effetti si sbaglia ma l'impresa va comunque a buon fine con soddisfazione generale e parecchi nemici rimasti sul campo nella vana speranza di riprendersi donna e bambino.
Steven Seagal nome di richiamo del film, si limita a starsene seduto e imbacuccato senza sudare, nonostante il caldo del posto, per tutto il film, alzandosi solo per sparare qualche schioppettata dall'alto. I veri protagonisti sono i suoi commilitoni, con il wrestler Rob Van Dam su tutti. Nonostante sia palesemente mediocre come quasi tutti gli ultimi film del Seagal, ha uno svolgimento veloce e si lascia guardare a metà tra un modesto apprezzamento e pari non curanza.


Sniper
Stati Uniti 2016
Regia: Fred Olen Ray
Musiche Nick Soole
con
Steven Seagal: Sgt. Jake chandler
Rob Van Dam: Vasquez
Tim Abell: Sgt. Vic Mosby
Dale Dye: Ten.Colonnello Jackson
Charlene Amoia: Janet
Jason-Shane Scott: Tyler
Daniel Booko: Rich
Anthony Batarse: Bashir
Gerald Webb: Marcus

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Gianni & Pinotto - Africa strilla

La Pica sul Pacifico

O' Cangaceiro