Pazzi, pupe e pillole


Pazzi, pupe e pillole
J erome Littlefield è un inserviente tuttofare della Clinica Whitestone e per quanto sia volonteroso e diligente, è talmente imbranato da combinarne di tutti i colori per la dannazione della infermiera Higgins, capo reparto sull'orlo di una crisi di nervi. Sia lei che lui debbono sottoporsi per ovvi motivi opposti alle cure dello psichiatra interno, Dr. Davenport che è il più indaffarato della clinica visto che ricovera al suo interno in prevalenza pazienti colpiti da stress e provenienti in parte del mondo dello spettacolo. Come il popolare  Fat Jack che va e viene dal suo reparto e riesce ogni volta a gabbare il povero Jerome immobilizzandolo nella camicia di forza che il poveretto reggeva per lui. Buon per lui che viene protetto dalla direttrice D.ssa Howard che aveva un debole per suo padre, un famoso medico, e avrebbe pertanto potuto essere sua madre. Jerome ha lasciato gli studi di medicina e nonostante i suoi continui disastri è di animo buono col prossimo prodigandosi come può per aiutarlo. Come ad esempio per la povera Susan che ha tentato il suicidio e che lui fa curare a sue spese in quella clinica, perché un tempo innamorato di quella ragazza impossibile con la quale frequentava il college. Per cui si carica di lavoro straordinario per poter pagare il conto senza che la cosa possa arrivare a Susan gravemente depressa per un amore finito. Di questa cosa non ne è molto contenta Julie, un'infermiera della clinica fidanzata con Jerome, ma essendo il ragazzo tipo mite e incapace di sotterfugi, accetta il suo prodigarsi per quell'altra ragazza. Guarita Susan viene a conoscenza del suo gesto e lo abbraccia baciandolo con passione pensando che lui sia innamorato di lei. Ma Jerome, che per una vita ha sognato quella sua compagna di classe così irraggiungibile e bellissima, ora che l'ha ai suoi piedi, capisce che ama soltanto Julie e le corre dietro nel convulso finale dove il presidente della clinica, il temutissimo e severo Mr. Tuffington, passa un bruttissimo quarto d'ora a causa, non è nemmeno il caso di dirlo, della solita goffaggine del nostro buon Jerome.
Pasticcione come sempre il bravo Jerry Lewis mette in mostra l'ennesimo personaggio del suo vasto e bizzarro campionario cinematografico, cucendogli attorno una trama divertente e nel finale, per un buon quarto d'ora, davvero esilarante. Come spesso accade il gioco di parole del titolo originale viene del tutto sovvertito, ma stavolta giustamente perché tradotto nella nostra lingua "L'infermiere disordinato" avrebbe .. stonato. 😁


The Disorderly Orderly
Stati Uniti 1964
Regia: Frank Tashlin
Musiche  Joseph J. Lilley
con
Jerry Lewis: Jerome Littlefield
Glenda Farrell: dott.ssa Jean Howard
Kathleen Freeman: infermiera Higgins
Susan Oliver: Susan Andrews
Karen Sharpe: Julie Blair
Everett Sloane: Mr. Tuffington
Del Moore: Dr. Davenport
Alice Pearce: Mrs. Fuzzibee
Jack E. Leonard: Fat Jack
Barbara Nichols: Miss Marlowe
Muriel Landers: Millicent

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

I Vichinghi (2014)

Il grande colpo di Surcouf

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

Jupiter - Il destino dell'universo