Maciste e la regina di Samar


Maciste e la regina di Samar
S amar, un  piccolo regno governato dalla crudele Samara, è sotto il dominio di strane creature venute dalla Luna e alle quali la Regina offre continui sacrifici di giovani fanciulle ad ogni plenilunio in cambio della loro protezione e della promessa di diventare un giorno padrona del mondo intero. Sorda ai richiami del vecchio consigliere Gladius di porre fine a questi crudeli rituali, chiamando in loro aiuto il muscoloso eroe Maciste da un paese vicino, lo minaccia di fare una brutta fine se continuerà nel suo intento. Gladius conta che con il suo aiuto la popolazione stanca di vedere le proprie figlie a turno immolate, si solleverà in armi contro questi crudeli nemici. Quindi aiutato da sua figlia Agar contatta Maciste che per strada è già stato attaccato dagli uomini della regina camuffati da predoni. Sbaragliati facilmente grazie alla sua forza, una volta arrivato in città, prende contatto con Gladius e altri cospiratori, tra i quali Darix, cugino di Samara e promesso sposo di Bilis, sorellastra della regina. Spiati dalle guardie vengono aggrediti e Gladius perde la vita mentre Maciste in uno slancio di generosità finisce in trappola e catturato. Finge di essere diventato docile schiavo nelle mani della Regina e al momento opportuno sferra l'attacco decisivo al luogo dove gli esseri Lunari consumano i loro sacrifici. Penetrato nelle cavità della montagna, libera la principessa Bilis il cui sangue gocciolando lentamente sul corpo della loro Dea Selene doveva ridarle nuova linfa vitale. Uccide il Gran Sacerdote e senza sangue anche la Dea finisce in polvere come i giganti di pietra, enormi automi dalla forza incredibile, che finiranno in mille pezzi come tutta la montagna che sovrastava e crolla su quel malefico antro. La minaccia aliena è sconfitta per sempre e Maciste può ripartite per nuove missioni ma stavolta portandosi dietro la sua amata Agar, ben felice di seguirlo.
Conosciuto anche come Maciste contro gli Uomini della Luna o della Luce, è un discreto esempio del genere peplum mitologico che si fonde, in un mix interessante, con la fantascienza, dando vita a un prodotto di facile visione e sicura presa, specie nelle tante sale di periferia e parrocchiali dove riempiva .. il pomeriggio del dì di festa. Il solito occhio allenato riconosce in un brigante il noto e nostrano caratterista Salvatore Borghese mentre le busca da Maciste. Il protagonista Alan Steel, come ormai avrete imparato tutti, è il nostrano Sergio Ciani, volto noto ed apprezzato in tanti film del genere.


Maciste e la regina di Samar
Italia, Francia 1964
Regia: Giacomo Gentilomo
Musiche Carlo Franci
con

Alan Steel: Maciste
Jany Clair: Regina Samara
Anna Maria Polani: Agar
Delia D'Alberti: Bilis / Selene
Stefano Carletti: Remar
Paola Piretti: Taris, figlia di Tirteo
Nando Tamberlani: Gladius
Goffredo Unger: Mogol
Giuliano Raffaelli: Tirteo il locandiere
Roberto Ceccacci: Rudolphis
Attilio Dottesio: Xelon
Franco Morici: Timor
Jean-Pierre Honoré: Darix, cugino di Samara
non accreditato
Salvatore Borghese

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta