Totò di notte n. 1


Totò di notte n.1
N inì Cantachiaro e il suo compare Mimì Makò sono suonatori ambulanti di contrabbasso costretti alla fame a causa di un "repertorio" che non riscuote le attenzioni dei passanti. La fortuna sembra assisterli quando Mimì riceve in eredità da una zia un libretto al portatore con un milione e mille lire. E' l'occasione che il furbo Ninì, la mente della coppia, coglie al volo per girare il mondo nel tentativo di farsi un nome ed entrare nel novero degli artisti di fama e delle attrazioni dei locali più prestigiosi al mondo. Li seguiamo quindi in siparietti divertenti a far da contorno o introdurre spettacoli di arte varia in giro per Parigi, Madrid, Londra, New York e addirittura Hong Kong, ovviamente senza fortuna e sperperando tutto il denaro per fare mestamente ritorno a Roma da dove erano partiti. Con Macario a fare da spalla, Totò si esibisce nel suo repertorio classico, ballo compreso, ma è solo un pretesto per introdurre, in un periodo ancora piuttosto puritano della società italiana, qualche timido esempio di spogliarello o attrazione sexy delle città di notte in giro per il mondo. Ecco allora Madame Arthur e i suoi travestiti che sulle prime i nostri stentano a riconoscere come tali, credendole donne da abbordare, o il rischio di mangiarsi un cane in un ristorante specializzato di Hong Kong o lo spogliarello di Dodo' D'Amburg molto apprezzato. E via via ecco star e locali di fama mondiale come The Temperance Seven, The Laurel's, il Flamenco, il Bowling e Holiday on Ice, con le scenografie dei balletti in studio curate da Don Lurio. Insomma qualche sketch e battuta divertente dei nostri per dare un'occhiata pruriginosa alla vita notturna in giro per il mondo, cosa che stava pian piano accendendo le fantasie degli italiani al cinema.


Totò di notte n. 1
Italia 1962
Regia: Mario Amendola
Musiche Armando Trovajoli
con

Totò: Ninì Cantachiaro, il professore
Erminio Macario: Mimì Makò, assistente di Cantachiaro
Gianni Agus: l'impresario di Parigi
Nando Bruno: il padrone della trattoria
Mario Castellani: Felipe
Giulio Marchetti: Manuel
Lando Buzzanca: il passeggero sull'aereo
Nino Terzo: il siciliano a Hong Kong
Margaret Rose Keil: la ragazza sul risciò
Alfredo Rizzo: L'uomo che presta la penna
Carlo Rizzo: il turista fotografo
Linda Sini: la hostess
Margaret Lee: ballerina nella sigla iniziale
Mac Ronay: sé stesso
Mao Tahi: sé stesso
Helmut Zacharias: sé stesso
Dodò D'Amburg: sé stessa
Karin Koidl: sé stessa
Caroline Cherie: sé stessa
Pascaline: sé stessa       
Caroline Lecerf: sé stessa

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta