Ed ora... raccomanda l'anima a Dio!


Ed ora... raccomanda l'anima a Dio! 1968
D enver City è la meta di tre sconosciuti che viaggiano sulla stessa diligenza. A portarli lì sono conti aperti che alcuni di loro hanno da saldare con prepotenti le cui tracce portano in quella città. Steven Cooper ha visto da bambino trucidare i suoi genitori da suo zio Jonathan che ne rubato i beni ed oggi è a capo di una vasta organizzazione che tiene in pugno la città. Stanley è stato derubato dell'oro frutto di cinque anni di ricerche e lavoro ed è stato abbandonato creduto morto dopo le percosse. Sanders invece è un giramondo del quale si conosce poco ma di sicuro non ama i prepotenti. E' stato raccolto per strada con la sola sella ed è stato provvidenziale nell'aiutarli a sgominare un assalto armato di banditi. Ora in città si fanno subito notare nel saloon della coriacea Betty per una gigantesca scazzottata che li vede prevalere sugli scagnozzi della donna. Naturalmente anche Corbett che sta per essere eletto sceriffo in città, dopo che il precedente è stato ammazzato, li nota ed avverte il suo padrone Jonathan Clay. Questi apprende che dalla somiglianza uno dei giovani sembra essere un Cooper che si credeva morto al pari dell'altro al quale rubarono l'oro. Bisogna portarglieli vivi o morti ai suoi piedi: questo è l'ordine. Facile a dirsi ma impossibile  a farsi visto che i tre sono maledettamente svelti e precisi con le colt al punto che sfoltiti i ranghi degli scagnozzi, possono dedicarsi ai capi, catturando ed arrestando Corbett mentre Steven affronta faccia a faccia Clay dal quale si fa firmare un atto per riavere le sue proprietà e dopo lo uccide mentre questi tenta di aggredirlo con un coltello. La giustizia è stata riportata a Denver e Stanley viene eletto sceriffo accomiatandosi dai suoi amici con il bel regalo che Sanders gli fa, restituendogli l'oro ritrovato nell'ufficio di uno dei capi.
Buon esempio di western all'italiana con Miles Deem (Demofilo Fidani) alla regia e un suo pupillo Jeff Cameron a menar le mani con Fabio Testi e altri bravi caratteristi compresa anche una nutrita presenza femminile di contorno.


Ed ora... raccomanda l'anima a Dio!
Italia 1968
Regia: Demofilo Fidani
Musiche Franco Bixio, Fabio Frizzi, Vince Tempera
con
Fabio Testi: Steven Cooper
Jeff Cameron: Sanders
Mohamad Ali Fardin: Stanley
Ettore Manni: Jonathan Clay
Cristina Penz: Suzanne
Virginia Darval: Miss Claire
Calisto Calisti: Johnson
Amerigo Leoni: J.H. Corbett
Gualtiero Rispoli: Erikson
Paolo Figlia: Boyd
Giovanni Querrel: Giudice
Luciano Doria: Dottore
Franca Itor: Betty, la proprietaria del Saloon
Giovanni Ivan Scratuglia: bandito
Armando Visconti: bottegaio

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

I Vichinghi (2014)

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

Il grande colpo di Surcouf

Servizio in camera