Mezzogiorno di fuoco


Mezzogiorno di fuoco 1952
W ill Kane sta per lasciare la cittadina di Hadleyville dove in qualità di sceriffo si è fatto amare da tutti per aver riportato legge e ordine in quei luoghi. Si è appena sposato con Amy Fowler e sta per partire in luna di miele, lasciando per sempre quel posto per dedicarsi al lavoro di bottegaio nell'attività commerciale di sua moglie. Ma dalla stazione giunge trafelato l'addetto al telegrafo con un messaggio che gela tutti all'istante. E' in arrivo sul treno di mezzogiorno Frank Miller, condannato in primo grado all'ergastolo e inspiegabilmente graziato dopo 5 anni di galera. Fu Kane a catturarlo e farlo condannare dal Giudice Percy Mettrick, che, presente alla festa di matrimonio, udita la notizia decide su due piedi che è meglio squagliarsela. Come lui anche altri cercano di cambiare aria prima di mezzogiorno, ora prevista di arrivo del treno e manca poco meno di un'ora. Altrettanto consigliano di fare all'ex sceriffo. Anche la neo sposa Amy lo prega di partire, ma lui è irremovibile sapendo che non potrà nascondersi a lungo alla sua vendetta e non sarà al sicuro con lei in nessun luogo con Frank alle calcagna. Deve perciò affrontarlo e ripresa la stella cerca di formare una squadra di agenti giurati per fermarlo. Tre uomini della banda sono già in stazione ad aspettarlo e il tempo sta passando in fretta, senza giovare a Will che non trova nessuno disposto a farsi ammazzare in quella che sembra un’ imminente esecuzione. Solo contro tutti, abbandonato anche dalla moglie che vuole andarsene con il treno in arrivo, prepara il testamento certo di andare incontro alla sua fine. Lo chiude in una busta ed esce in strada poco prima dell'arrivo di Frank Miller. In quattro contro uno, ma invece di affrontarli in campo aperto, Will li attira tra le case e ne uccide subito uno. Poi nella stalla dove si era rifugiato, ne elimina un altro mentre tenta di farvi irruzione armata. Ne restano due e Amy, non resistendo al suono di quegli spari, è scesa dal treno ed è corsa in paese rintanandosi nell'ufficio di suo marito. Qui presa una pistola spara ad un bandito uccidendolo e rimanendone sconvolta per via della sua religione quacchera. Frank Miller ultimo della banda irrompe nell’ufficio e la prende in ostaggio intimando a Will di uscire. Ma una volta fuori, la donna riesce a divincolarsi consentendo a suo marito di freddare Miller con due colpi in rapida successione. La donna gli corre incontro e i due si abbracciano mentre il paese si rianima improvvisamente e li circonda festante. Will allora, dopo averli guardati con disprezzo, getta a terra la stella e parte con Amy … verso la gloria di un film capolavoro.
Western in "tempo reale" poco più di un'ora scandita continuamente dai vari orologi e dalla colonna sonora magistrale di Dimitri Tiomkin a marcare momenti, tensioni, paure, rimorsi, vigliaccheria di un'umanità, fragile in generale, ma anche in grado di raggiungere vette di eroismo e coraggio nel particolare dell'impavido sceriffo Will Kane.  Pioggia di Oscar a coronamento di un film che è di diritto nella storia nel cinema.


High Noon
Stati Uniti 1952
Regia: Fred Zinnemann
Musiche Dimitri Tiomkin
con
Gary Cooper: Sceriffo Will Kane
Grace Kelly: Amy Fowler Kane
Thomas Mitchell: Sindaco Jonas Henderson
Lloyd Bridges: Vice-sceriffo Harvey Pell
Katy Jurado: Helen Ramírez
Otto Kruger: Giudice Percy Mettrick
Lon Chaney Jr.: Martin Howe
Harry Morgan: Sam Fuller
Ian MacDonald: Frank Miller
Eve McVeagh: Milfred Fuller
Morgan Farley: Dr. Mahin, pastore
Harry Shannon: Cooper
Lee Van Cleef: Jack Colby
Robert J. Wilke: Jim Pierce
Sheb Wooley: Ben Miller

Commenti