Jack del Cactus


Jack del Cactus 1979
J ack Slade detto "Cactus Jack" è un bandito da strapazzo che cerca di far soldi in maniera così maldestra che perfino il suo cavallo "whisky" lo deride. Tra i due c'è uno strano rapporto di amicizia con il cavallo che sembra decisamente più intelligente del padrone al punto che all'ennesimo tentativo di rapinare la banca di Snakes End, terminato nel solito fiasco, si rifiuta di portarlo in salvo e lo fa arrestare. Tuttavia il banchiere Avery Simpson, tipo losco e di potere, ritira la denuncia in cambio di una sua collaborazione dietro compenso di 500 dollari. Erano 1000 al primo accordo, ma visto il tipo la metà è più che sufficiente. Jack accetta di pedinare la bella Carina Jones alla quale il banchiere ha consegnato una somma in denaro da portare al padre Parody che ha trovato una miniera d'oro. Con quei soldi deve acquistare gli attrezzi giusti e siccome ne deve altri al banchiere, ha firmato una carta con la quale cede ogni diritto di estrazione se non ripagherà il debito. Jack deve recuperare la somma e la miniera sarà del banchiere senza sborsare ulteriori denari. Whisky come al solito non sembra per niente convinto di questa nuova impresa, ma la promessa di tanta biada e un paio di puledrine lo allettano parecchio. La donna, molto sensuale e disponibile verso l'altro sesso, ha trovato in città un fustaccio dall'accento tedesco il cui nome, Bello Straniero, la dice lunga sull'avvenenza del tipo. Solo che è assolutamente acerbo e ingenuo come un bambino al punto che non capisce i tentativi di sedurlo che la donna avvenente attua continuamente lungo il tragitto. Jack dal canto suo, inanella tutta una serie di ridicoli tentativi di derubarli lungo la strada, con agguati a ripetizione che lo vedono soltanto vittima dei suoi assurdi piani e senza che la coppia se ne possa rendere minimamente conto. Arriva perfino ad allearsi con gli indiani di Alce Nevrotico che si dimostrano ancora più imbranati di lui. A quel punto decide di stracciare il libretto sui "Grandi fuorilegge del West" dal quale traeva ispirazione per i suoi piani e di fare a modo suo, non trovando tuttavia alcun miglioramento. Ma giunto a destino insieme alla coppia riesce a far breccia su Carina e questo gli garantirà il successo finale a spese dell'ingenuo giovanottone che non sapeva cosa voleva veramente quella donna.
Farsa western in una sorta di cartone Looney Tunes con attori in carne ed ossa e riferimenti smaccati all'imbranato Wile E. Coyote al quale inopinatamente Kirk Douglas presta il fisico, ma anche il fianco a critiche giustificate per un attore del suo calibro coinvolto in questo contesto che leggero è dir poco. E pensare che gli stupendi scenari della Monument Valley a inizio film, con lui che bardato da pistolero si affaccia sul John Ford's Point, lasciavano presagire tutt'altro che questo svolgimento tratto pari pari dai cartoni animati suddetti. Ann Margret è la protagonista femminile dalla grande sensualità e con un giovane ancora poco noto Arnold Schwarzenegger completa il cast principale con il cavallo Whisky una spanna sopra tutti.


The Villain
Stati Uniti 1979
Regia: Hal Needham
Musiche Bill Justis
con
Kirk Douglas: "Cactus" Jack Slade
Ann Margret: Carina Jones
Arnold Schwarzenegger: Bello Straniero
Paul Lynde: Alce Nevrotico
Foster Brooks: bancario
Ruth Buzzi: damigella in pericolo
Jack Elam: Avery Simpson
Strother Martin: Parody Jones
Jan Eddy: sceriffo
Mel Tillis: telegrafista
Robert Tessier: Dito Schiacciato

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

I Vichinghi (2014)

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

Il grande colpo di Surcouf

Servizio in camera