La spia - A Most Wanted Man


La spia - A most wanted man
G ünther Bachmann è a capo di un'agenzia investigativa anti terrorismo della cui esistenza ne sono al corrente soltanto le autorità tedesche oltre a varie altre organizzazioni spionistiche mondiali. Deve sporcarsi le mani all'occorrenza usando metodi non convenzionali e impossibili per i canali investigativi ufficiali, quindi mantenendo sempre uno stretto anonimato operativo. Ha una rete efficiente di collaboratori e deve riscattare un fallimento passato. Ad Amburgo, dove venne pianificato l'attentato alle Torri Gemelle, crocevia da sempre di ogni traffico, ferve l'attività delle varie agenzie, spesso in contrasto tra loro, ma unite dallo scopo di battere il terrorismo, di matrice islamica su tutti. Si sta tenendo d'occhio un profugo ceceno, Issa Karpov, che è appena giunto in città e deve recuperare una ingente somma di denaro che suo padre, un generale coinvolto in crimini di guerra, ha affidato a un banchiere tedesco prima della sua morte. Il vero obbiettivo è però un residente, il Dottor Faisal Abdullah, in apparenza filantropo ma che dirotta parte delle donazioni ricevute da fedeli mussulmani, in una ditta di trasporti marittimi cipriota che con ogni probabilità li converte in armi per i terroristi. Servono le prove definitive a Bachmann e il tempo stringe, pressato dai servizi tedeschi e americani che vorrebbero subito mettere le mani addosso ai sospettati, mentre lui vorrebbe assicurare alla giustizia soltanto i veri colpevoli e di grosso calibro. Per questo chiede tempo per le sue elaborate indagini che lo vedono coinvolgere l'avvocato Annabel Richter, occupata nell'assistere profughi con una sua associazione umanitaria e lo stesso banchiere Tommy Brue, nel cui istituto sono custoditi i milioni che Issa intende prelevare. Riesce a indurlo, tramite Annabel, a donare l'intera somma al dott. Faisal per tracciare le successive sue donazioni, consapevole che Issa non è altri che un piccolo pesce utile solo per fare abboccare quello più grande. Ma quando l'operazione sta andando in porto ecco piombare sul caso le forze regolari che fanno piazza pulita arrestando i due sospettati ed esautorando di fatto Bachmann che non può che imprecare coi suoi collaboratori prima dei titoli di coda.
Spy story che predilige all'azione, la lenta introspezione psicologica dei personaggi, facendo emergere un' enorme prova d'attore di Philip Seymour Hoffman, unico motivo valido per cui vedere questo film dalle atmosfere retrò che evocano i tempi della guerra fredda.


A Most Wanted Man
Stati Uniti, Regno Unito, Germania 2014
Regia: Anton Corbijn
Musiche Herbert Grönemeyer
con
Philip Seymour Hoffman: Günther Bachmann
Rachel McAdams: Avv. Annabel Richter
Willem Dafoe: Tommy Brue
Robin Wright: Martha Sullivan
Grigoriy Dobrygin: Issa Karpov
Daniel Brühl: Max
Nina Hoss: Erna Frey
Homayoun Ershadi: Dr. Faisal Abdullah
Mehdi Dehbi: Jamal Abdullah

Commenti

  1. La critica è stata un po' dura con questo film...pompato a dismisura dai produttori con campagne pubblicitarie che ne hanno fatto un capolavoro ancora prima dell'uscita. Invece...un uomo solo al comando: Philip Seymour Hoffman.

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta