Tre sul divano


Tre sul divano 1966
C hristopher Pride ha appena appreso dall'ambasciatore francese di aver vinto un premio in denaro e un soggiorno spesato in Francia dove è stato scelto per realizzare l'affresco del nuovo palazzo del governo. E' l'occasione per partire con la sua fidanzata Elizabeth e sposarsi finalmente, approfittando dell'occasione romantica che Parigi offre loro. Ma lei è psichiatra ed ha in cura tre ragazze con gravi problemi a relazionarsi col sesso maschile e la notizia della sua partenza le getta in un profondo sconforto, tale che la dottoressa, fedele al giuramento fatto abbracciando la professione medica, non se la sente  di abbandonarle per così lungo tempo. Il tutto ovviamente in conflitto con le aspettative di Chris che si vede costretto ad affogare il proprio dispiacere nei Martini. Nemmeno il collega medico Benjamin Mizer riesce a convincere Elizabeth dal proponimento preso, che se da un lato scontenta Chris e lei ovviamente che lo ama, dall'altro le impedisce di andare in conflitto con la sua coscienza, aspetto questo che al momento prevale. Così a Ben viene la brillante idea di usare il fascino di Chris, che faceva sfracelli ai tempi del college, per conquistare le tre donne nella speranza di farle guarire, riacquistando la propria autostima e soprattutto la fiducia negli uomini, liberando così a guarigione avvenuta, la loro premurosa dottoressa. Chris allora si trasforma in tre diversi tipi d'uomo, ognuno adatto al profilo della paziente di turno e inizia a frequentarle, ottenendo un discreto successo, dal punto di vista medico ovviamente, tale che le ragazze confidano a turno nelle sedute, il loro costante miglioramento alla dottoressa Elizabeth che, molto contenta dei progressi, cerca di raccogliere informazioni su questi tre gentiluomini così importanti e risolutivi per le sue pazienti. C'è Ringo che è un ricco allevatore di bestiame con un enorme ranch e modi spicci da cowboy, Warren super sportivo e amante di discipline atletiche quanto di arti marziali e poi c'è Ruperto, tenero e sensibile amante degli animali e di tutti i tipi di insetti. Ma qualcosa non convince la dottoressa che una volta constatata la guarigione delle pazienti e deciso di partire per la luna di miele, si accorgerà che l'uomo adorabile delle sue pazienti, altri non era che il suo amato Chris. Lo shock sarà grande per tutte le quattro donne coinvolte che tuttavia, scoperto il motivo per cui quell'uomo si era comportato così, sapranno, Elizabeth gettarglisi al collo, e le tre pazienti perdonarlo ed augurare alla coppia in partenza per la luna di miele ogni bene.
Commedia discreta, non certo delle migliori di Jerry Lewis, che dirige e produce anche questo che oggi è un film "estivo" e quindi rinfrescante e leggero dove ammirare le sue doti di trasformista attorniato da bravi caratteristi e un nugolo di belle donne.
Three on a Couch
Stati Uniti 1966
Regia: Jerry Lewis
Musiche Lou Brown
con
Jerry Lewis: Christopher Pride e Warren, Ringo, Rutherford (Ruperto versione italiana) e sua sorella Heather (Edera)
Janet Leigh: Dott.ssa Elizabeth Acord
James Best: Dott. Benjamin Mizer
Leslie Parrish: Mary Lou Mauve
Mary Ann Mobley: Susan Manning
Gila Golan: Anna Jacque
Kathleen Freeman: Murphy
Buddy Lester: L'ubriaco
Renzo Cesana: l'Ambasciatore francese
Fritz Feld: Il suo addetto

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Jack Reacher - Punto di non ritorno