Bad Country - Affari di famiglia


N ella primavera del 1983 un unico arresto consentì ad un poliziotto di arrivare ad avere un informatore nella Louisiana del Sud. Insieme essi distrussero un impero criminale. L'arresto di Jesse Weiland, ricercato per reati plurimi, ad opera del detective Bud Carter, sembra aprire a quest'ultimo un'interessante pista che porta a bersagli molto più importanti nel mondo della criminalità. Ma Jesse che è un duro, non vuole collaborare e pur sapendo che rischia 200 anni di prigione, è risoluto nelle sue scelte. Catturato a casa sua, dove è stato rinvenuto un arsenale micidiale oltre a materiale filo-nazista, ha il solo rammarico di non aver assistito alla nascita del suo primogenito. Il tenente Carter tuttavia non ha perso le speranze di poterlo convincere e dopo aver assistito in segreto ad una visita in carcere di sua moglie col figlioletto, gioca la carta degli affetti, prospettandogli protezione per i suoi cari in cambio di collaborazione. Sarà scarcerato su cauzione e la sua famiglia avrà di che sostenersi, cosa impossibile altrimenti se si ostina a restare dentro. Così accetta la proposta e inizia il suo lavoro di informatore, rientrando  al servizio del potente boss mafioso Lutin Adams, in attesa di incastrarlo con prove schiaccianti circa la sua attività criminosa. Ma il suo lavoro è ostacolato dall' FBI che vorrebbe agire diversamente dalla polizia locale a cui Jesse Weiland risponde. Senza contare poi che il boss Lutin dispone di mezzi e infiltrati in grado di scoprire ben presto le tresche della talpa e delle forze dell'ordine dalle quali dipende. Salta così la copertura e a farne le spese è sua moglie e il neonato, fatti saltare in aria con l'agente di scorta, al ritorno dalla spesa. Jesse Weiland decide così di lasciare la polizia e prendersi la sua vendetta personale, uccidendo prima alcuni uomini del boss e facendosi rivelare il suo attuale nascondiglio. Bud Carter sa perfettamente che trovando Jesse, troverà anche Lutin e infatti non ci mette molto a rintracciare entrambi a New Orleans ed entrare in azione con i suoi uomini subito dopo l'irruzione armata di Jesse nel locale di Lutin. In un tremendo conflitto a fuoco finale, Jesse troverà la morte e Lutin, ferito e malconcio verrà arrestato dal tenente Carter.
Buoni interpreti e ottima ricostruzione ambientale per un action di discreta fattura e che chiude addirittura con un pensiero di Sant'Agostino che dice in sostanza: "odiare è come bere veleno sperando che un altro muoia".


Bad Country
Stati Uniti 2014
Regia: Chris Brinker
Musiche Jeff Danna e John Fee
con
Matt Dillon: Jesse Weiland
Willem Dafoe: Bud Carter
Tom Berenger: Lutin Adams
Neal McDonough: avvocato Daniel Kiersey
Amy Smart: Lynn Weiland
Christopher Denham: Tommy Weiland
Chris Marquette: Martin Fitch
Don Yesso: Capitano Bannock
Kevin Chapman: Daniel Morris
Alex Solowitz: Buzz McKinnnon
John Edward Lee: Catfish
Ritchie Montgomery: Nady Grace
Bill Duke: capo John Nokes
Frederick Weller: Detective Shepherd
Patrick Brinker: Detective Cobb
Jeff Leaf: Detective Marandino

Commenti

  1. Ci sono veleni così sottili che per conoscerne le proprietà è necessario avvelenarsi. (O. Wilde)

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Jack Reacher - Punto di non ritorno