Non-Stop


D opo l'11 settembre tutti i voli di linea sono presidiati da due agenti federali all'interno del velivolo e Bill Marks è uno di questi in una normale routine a bordo di un aereo che da New York va a Londra. Ha avuto problemi in passato e tuttora deve fare i conti con l'abuso di alcool, ma niente in confronto a quello che sta per capitargli durante il volo. Inserendosi sulla sua linea protetta, un passeggero inizia a mandargli sms con i quali chiede 150 milioni di dollari su un conto, che risulterà essere dello stesso Bill, pena uccidere un passeggero ogni 20 minuti. Quello che sembra uno scherzo o una minaccia difficile da realizzare, si concretizza quando il suo collega risulta in qualche modo implicato con l'autore dei messaggi. Nella violenta colluttazione all'interno della toilette, Bill lo uccide per legittima difesa, scoprendo che trasportava una valigetta colma di droga. Dapprima Bill pensa di aver risolto il caso, ma i messaggini continuano ad arrivare nel suo telefonino rendendo la minaccia ancora attiva, tanto che muoiono in successione il primo pilota e un passeggero a distanza di 20 minuti come promesso. A peggiorare la situazione,  molto di quel trambusto nelle prime fasi movimentate a bordo, dove Bill ha necessariamente fatto uso di violenza,  è stato ripreso da un passeggero e caricato online. Per smascherare il terrorista ha più volte usato violenza sulle persone sospettate senza riuscire nell'intento e ora quelle immagini e quel conto a suo nome ne fanno un perfetto dirottatore per le autorità e il suo passato sembra confermare il tutto. Ma non è così e Bill passerà da terrorista a eroe, riuscendo a smascherare i veri colpevoli ed ingaggiare con loro una furibonda lotta a bordo di un aereo nel quale sta pure per scoppiare una bomba.
Thriller adrenalinico ma di facile visione con Liam Neeson che piace anche in questi film impossibili, dove la bomba poi scoppia e l'aereo tutto sgangherato atterra comunque in Islanda, che per il lieto fine si offre, a molti passeggeri come meta per una visita imprevista. Julianne Moore caratterizza una figura di donna positiva per il buon esito finale, ancorché misteriosa e perché no, intrigante. Buona in generale la trama con una suspense che coinvolge tutti i 200 passeggeri sospettabili fino alla fine.

Non-Stop
Stati Uniti 2014
Regia: Jaume Collet-Serra
Musiche John Ottman
con
Liam Neeson: Bill Marks
Julianne Moore: Jen Summers
Michelle Dockery: Nancy
Anson Mount: Jack Hammond
Corey Stoll: Austin
Lupita Nyong'o: Gwen
Scoot McNairy: Tom Bowen
Linus Roache: David McMillan
Jon Abrahams: David Norton
Omar Metwally: Dott. Fahim Nasir
Shea Whigham: Agente Marenick
Quinn McColgan: la piccola Becca
Corey Hawkins: Travis Mitchell
Frank Deal: Charles Wheeler

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Maciste contro i tagliatori di teste

O' Cangaceiro

Gianni & Pinotto - Africa strilla