I sogni segreti di Walter Mitty


W alter Mitty è impiegato come archivista dei negativi nella prestigiosa rivista Life. Il grigiore di una vita condotta nel semi buio del suo tetro ufficio, le preoccupazioni che una madre anziana e una sorella con velleità da attrice gli arrecano, così come la scarsa capacità a relazionarsi con l'altro sesso, vengono neutralizzate da una fervida fantasia che gli permette di immaginarsi come un eroe senza paura nelle più disparate azioni di coraggio. In quei momenti, ormai lo conoscono tutti, "si incanta", e per qualche minuto è come se non avesse più nessuno attorno. Ovviamente al risveglio è sempre tempo di rimboccarsi le maniche per la dura realtà che subentra al sogno. Stavolta poi c'è da far fronte a Ted Hendricks e suoi "tagliatori di teste" che debbono sfoltire il personale in esubero, visto che la rivista uscirà per l'ultima volta in edicola, prima di diventare esclusiva testata elettronica online. Cheryl, appena assunta e con la quale cercava di stabilire un rapporto, è conscia di dover lasciare il posto per la logica dell'ultimo arrivato è il primo ad uscire. Ma lui, 16 anni di archivio e la chance da giocarsi con l'ultima foto di copertina, fattagli pervenire dall'amico fotografo Sean O'Connell, sembra al momento al sicuro da ogni epurazione. Ma il negativo 25, quello che deve rappresentare la quintessenza della fotografia, la copertina ultima così come spiegatogli in un biglietto dal fotografo, non si trova. Gli altri negativi sono per lo più inutilizzabili e soltanto tre di essi possono celare degli indizi su dove possa trovarsi quel fotografo, così inselvatichito dal lavoro da non avere neppure un cellulare e di ostinarsi a scattare ancora soltanto su pellicola. Mitty riesce a collegare quel rullino con una località in Groenlandia, scoprendo il nome di una nave riflesso in acqua, in uno degli scatti visibili e nonostante avesse fino ad allora soltanto sognato, decide improvvisamente di osare, in linea con uno dei motti della sua rivista, e parte alla ricerca di Sean, riscoprendosi coraggioso, aitante ed estremamente deciso. Dalle acque gelide e infestate di squali della Groenlandia,  ai vulcani dell'Islanda, non c'è ostacolo naturale che possa fermarlo. Né ci riescono i guerriglieri Afghani e le vette immacolate della catena dell' Himalaya dove finalmente rintraccia il suo amico, appostato nel tentativo di immortalare il rarissimo Leopardo di montagna o, delle nevi. Qui Sean gli spiega dove ha nascosto il negativo e che se avesse letto il biglietto accluso, si sarebbe risparmiato la fatica di tutti quei viaggi. Non resta che ritornare a casa sapendo di aver gettato via il contenitore del negativo, un portafoglio nel quale non avrebbe mai pensato fosse custodito. Ma la vecchia mamma lo ha recuperato dalla spazzatura e quando riabbraccia suo figlio e glielo restituisce, ecco Mitty volare dritto in redazione per l'ultima copertina senza curarsi di sapere cosa ritraeva la foto, che Sean gli aveva confidato essere un .. gatto fantasma. Anche Walter è tra quelli licenziati, ma ha almeno la consolazione di aver conquistato Cheryl e la piacevole sorpresa di vedere poco dopo, la sua immagine nell'ultima copertina di Life, dedicata a coloro che l'avevano curata e realizzata in quegli anni; gli impiegati, le persone dietro le quinte a vario titolo e Sean il fotografo aveva scelto proprio lui, ritraendolo davanti alla sede in un momento di pausa.
Ben Stiller, al quinto film da regista, mette in scena una commedia divertente ma, aldilà di paesaggi naturali straordinari, di modesta presa. Se da un lato la visione scorre via piacevolmente e non annoia di certo per gli straordinari esterni islandesi, dall'altro questa ricerca di sé stesso, si esprime in una serie di viaggi e pericoli vari, che solo la finzione cinematografica può risolvere in positivo. L'idea di base c'era ma è stata sviluppata secondo canoni cari al cinema americano e poco riscontrabili nella realtà: Mitty da grigio impiegato a super eroe, ricorda troppo Clark Kent e il suo Superman

The Secret Life of Walter Mitty
Stati Uniti 2013
Regia: Ben Stiller
Musiche Theodore Shapiro
con
Ben Stiller: Walter Mitty
Kristen Wiig: Cheryl Melhoff
Shirley MacLaine: Edna Mitty
Sean Penn: Sean O'Connell
Adam Scott: Ted Hendricks
Kathryn Hahn: Odessa Mitty
Adrian Martinez: Hernando
Jonathan C. Daly: Tim Naughton
Patton Oswalt: Todd Maher
Ólafur Darri Ólafsson: pilota elicottero
Paul Fitzgerald: Don Proctor
Marcus Antturi: Rich Melhoff


Commenti

  1. Esatto zio e diciamocela tutta: bastano pochi minuti a Sean Penn per far capire cosa sia un grande attore ...

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

I Vichinghi (2014)

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

Il grande colpo di Surcouf

Servizio in camera