Cavalcando col diavolo


A lla frontiera occidentale del Missouri la guerra civile americana non fu combattuta tra opposti eserciti, ma tra abitanti dello stesso luogo. Bande di guerriglieri secessionisti chiamate "Bushwhackers" combatterono una guerra sanguinosa e disperata contro l'esercito di occupazione nordista e i cosiddetti "Jayhawkers", formazioni regolari favorevoli all'unione. Schierarsi per l'una o per l'altra fazione era rischioso, ma ancora più rischioso era trovarsi nel mezzo ...
Il giovane Jake Roedel, di origini tedesche non è unionista come il resto della sua gente che non considera sua questa guerra. Piuttosto di idee sudiste essendo cresciuto tra quella gente pur non essendoci nato, Jake assiste impotente all'uccisione del padre del suo miglior amico Jack Bull ad opera di una banda di "Jays" e con lui ed altri lo vediamo un anno dopo in piena guerriglia contro le truppe regolari nordiste e i loro fiancheggiatori. Una scia di sangue che macchia ormai tutto lo stato, con rappresaglie da ambo le parti e crudeltà che sembrano risparmiare soltanto le donne e i bambini, in realtà vere vittime condannate a piangere sui loro cari. Lo stesso padre di Jake "tedesco" unionista è stato ucciso e scalpato per rappresaglia da coloro per i quali parteggiava. In questo drammatico contesto si sviluppano le vicende dei due amici, di Daniel Holt, uno schiavo negro fedele e considerato come un fratello da chi lo acquistò un tempo, e di una strana vedova, Sue Lee Shelley rimasta sposata al suo uomo per sole tre settimane prima che questi venisse ucciso in battaglia. Una donna che vedrà morire anche Jack Bull col quale avrà una breve ma intensa relazione e il frutto di quel tragico nuovo amore nella nascita della piccola Grace. Jake saprà prendersi cura di lei sposandola a sua volta e abbandonando per sempre quella guerra che col tempo appare perduta per valori ed ideali che non si possono più fermare. Nel carro dove cerca di lasciare quei posti per la California, con Sue e Grace, c'è tutta la speranza per una nuova vita e un futuro di pace tra gli uomini. Anche Holt è di quell'idea e per la prima volta si sente libero, pervaso da quello spirito che gli invasori nordisti stanno portando al Sud e, accomiatandosi dai suoi, dopo averli scortati al sicuro attraversando il territorio Cherokee, punta dritto verso il Texas dove spera di rintracciare sua madre e ridarle quella libertà che ha appena iniziato ad assaporare.
Ang Lee dirige con maestria un ottimo cast dove tra gli altri spicca il giovane protagonista Tobey "Spider Man" Maguire. Molto belli i costumi e scene di massa estremamente coinvolgenti e molto ben realizzate.
Ride with the Devil
USA 2000
Regia: Ang Lee
Musiche Mychael Danna
con
Tobey Maguire: Jake Roedel
Skeet Ulrich: Jack Bull Chiles
Jewel Kilcher: Sue Lee Shelley
Jeffrey Wright: Daniel Holt
Simon Baker: George Clyde
Tom Wilkinson: Orton Brown
Margo Martindale: Wilma Brown
James Caviezel: Black John
Jonathan Rhys-Meyers: Pitt Mackeson
Matthew Faber: Turner Rawls
John Ales: William Quantrill
Tom Guiry: Riley Crawford
Jonathan Brandis: Cave Wyatt

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta