Captain America: The Winter Soldier


S teve Rogers, ormai ambientato nel ventunesimo secolo, continua a difendere il suo paese come Capitan America al servizio dello SHIELD. Una loro nave mercantile, la Lemurian, è stata abbordata dai pirati e stanno per uccidere gli ostaggi se non verranno accolte le loro richieste. Steve viene mandato sul posto con una squadra speciale e Natasha, la Vedova Nera, in una missione che per gente come loro è semplice routine. Infatti la nave viene liberata con il suo equipaggio, ma Steve nota Natasha intenta a scaricare files dal computer di bordo in una chiavetta USB. E' stato Fury ad ordinarglielo ma non sa altro e Steve è contrariato da questo atteggiamento misterioso e, pieno di dubbi, chiede lumi a Nick Fury in persona. Costui non ha il tempo di rivelargli le sue intenzioni, che viene fatto oggetto di un pesante attacco che riesce a sviare rimanendo ferito seriamente. Affida la chiavetta a Capitan America che dovrà cercare di decifrarla, ne va della sicurezza del paese in un momento che vede lo SHIELD compromesso da traditori al suo interno. Può contare su Natasha e un veterano di nome Sam Wilson per venire a capo della faccenda, anche perché rifiutandosi di rivelare gli accordi presi con Fury, si è inimicato Alexander Pierce, il segretario dello SHIELD, che ora lo fa ricercare dai suoi. Un progetto dal nome in codice INSIGHT, prevede la messa in orbita di satelliti che guideranno enormi eli carri volanti in grado di sterminare in un attimo milioni di persone scelte da un algoritmo, ideato da uno scienziato dell'HYDRA, il Dott. Arnim Zola, che per le loro caratteristiche  personali, possano costituire una minaccia per l' organizzazione. Fury stesso voleva vederci chiaro e aveva cercato di rallentarne il via, ottenendo una violenta risposta. Ora che è stato dichiarato morto, tocca a Steve cercare di impedire la sua messa in opera e per quanto possibile, capire quanto sia rimasto dello SHIELD nel quartier generale Triskelion, "come facciamo a capire chi sono gli amici?" ...  "se ti sparano sono nemici", o se sia ormai totalmente in mano all'HYDRA. Non sarà facile, ma tra colpi di scena, Fury che riappare perché "non si può uccidere uno che è già morto", e nemici ovunque, i nostri riusciranno a scongiurare la minaccia degli eli carri, ma Capitan America dovrà affrontare il suo passato che si è materializzato in un nuovo formidabile nemico, suo migliore amico un tempo e creduto morto nel corso della seconda guerra mondiale. Bucky Barnes, il Soldato d'Inverno, con braccio bionico e programmato per uccidere, non ha più la memoria di chi fosse un tempo. Frutto di esperimenti che lo vedono sovente ibernato in attesa di un risveglio che coincide con una nuova missione di morte, lo vediamo aggirarsi tra gli eroi di cera della seconda guerra mondiale all'interno del museo Smithsonian alla ricerca della sua identità. Sembra che lo scontro e le rivelazioni di Capitan America abbiano fatto breccia tra i meandri del suo cervello. Vedremo in futuro gli sviluppi, anche perché dopo i titoli di coda ecco il perfido Barone Von Strucker che non si preoccupa affatto della fresca sconfitta, perché ha al suo arco lo scettro di Loki che emana una straordinaria energia e una coppia di fratelli "svitati" sotto chiave; uno dotato di una velocità incredibile mentre l'altra con grandi poteri telecinetici.
La dinamica di questi film è ormai sempre la stessa e potrebbe venire a noia se non fosse per la straordinaria resa grafica che li caratterizza. A un inizio sfavillante dell'eroe di turno, dove sembra non abbia difficoltà alcuna nell'espletamento delle sue funzioni, reso anche con spavalderia, si contrappone a metà film un nemico altrettanto forte che riesce a eliminare, o ad averne la meglio, solo nel solito sofferto finale. Stavolta finisce "pari" o nel classico "no contest" pugilistico, ma è l'eccezione che conferma la regola e che nella fattispecie propizia il seguito inevitabile.

Captain America: The Winter Soldier
Stati Uniti 2014
Regia: Anthony e Joe Russo
Musiche Henry Jackman
con
Chris Evans: Steve Rogers, Capitan America
Scarlett Johansson: Natasha Romanoff, Vedova Nera
Anthony Mackie: Sam Wilson, Falcon
Sebastian Stan: Bucky Barnes, Soldato d'Inverno
Robert Redford: Alexander Pierce
Samuel L. Jackson: Nick Fury
Cobie Smulders: Maria Hill
Frank Grillo: Brock Rumlow, Crossbones
Emily VanCamp: Sharon Carter, Agente 13
Hayley Atwell: Peggy Carter
Georges St-Pierre: Georges Batroc
Toby Jones: Dott. Arnim Zola
Garry Shandling: Senatore Stern
Maximiliano Hernández: Jasper Sitwell
Callan Mulvey: Jack Rollins
Chin Han: Consigliere S.H.I.E.L.D.
Jenny Agutter: Consigliera  S.H.I.E.L.D.
Alan Dale: Consigliere  S.H.I.E.L.D.
Bernard White: Consigliere  S.H.I.E.L.D.
Thomas Kretschmann: Barone Von Strucker
Stan Lee: cameo da guardiano dello Smithsonian

Commenti

  1. L'ho preferito molto rispetto al soporifero primo episodio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh in effetti anch'io anche se come dicevo la dinamica ormai in questi film è sempre la stessa e alla fine valgono soltanto per la grafica eccezionale

      Elimina
  2. Concordo....effetti speciali molto belli, trama scarna...anche se in questo episodio, il fatto di non far capire tutto dal primo minuto (come accadeva nel primo) ha reso il film più godibile...
    ...è divertente...per quanto non lo si possa annoverare tra i film Cult...si passano due ore spensierate...

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Il grande colpo di Surcouf