Radio Days


W oody Allen è la voce narrante di questa commedia nostalgica  che dirige, curandone soggetto e sceneggiatura. Nei panni del giovane Joe ci racconta dei favolosi anni '30 della radio fino all'entrata in guerra dell'America, per chiudere il racconto col capodanno del '44. A Rockaway Beach nel Queens si intrecciano le storie della sua numerosa famiglia e di altri personaggi le cui vite sono scandite dai programmi che la radio manda in onda giornalmente. Dalla colazione insieme alla coppia radiofonica più famosa, alla musica e quiz ad essa legati per passare alla radio che più piace ai ragazzi come Joe e che vede il Vendicatore Mascherato prevalere sui malvagi e i delinquenti della città. Poco importa che nella realtà sia un tracagnotto per nulla simile a un supereroe, ma è proprio questo il fascino della radio, quello di far correre la fantasia e immaginarsi quello che più ad ognuno piace. Poco importa se la coppia di riferimento del pubblico americano si faccia le corna nella vita reale, quello che conta è l'affiatamento che mostra nelle proverbiali seguitissime colazioni radiofoniche mattutine. C'è spazio per la beffa di Orson Wells con la sua Guerra dei Mondi a far sfumare l'ennesimo possibile fidanzato della zia Bea, la morte della piccola Polly caduta in un pozzo, fatto di cronaca che con una diretta di ore, ha tenuto col fiato sospeso un’intera nazione. La radio come fuga dalla realtà e come strumento insostituibile di svago e informazione, tale da inchiodare in casa intere generazioni con una varietà di programmi per tutte le esigenze. E nel finale cogliamo tutta la tristezza del narratore Woody Allen nel constatare che quel mondo sta rapidamente volgendo al termine e che nessuno un giorno ricorderà più quelle voci così amate e popolari. Una chiusura, con le sapienti luci di Carlo De Palma in chiaro stile felliniano a suggello di questo Amarcord alleniano, preziosa testimonianza di un epoca e straordinaria compilation di musiche intramontabili.

Radio Days
Stati Uniti 1987
Regia, Soggetto e Sceneggiatura: Woody Allen
Musiche vari autori   
con
Woody Allen: narratore
Mia Farrow: Sally White
Dianne Wiest: Bea
Leah Carrey: nonna
Jeff Daniels: Biff Baxter
Larry David: vicino comunista
Danny Aiello: Rocco
Seth Green: Joe
Michael Tucker: padre
Julie Kavner: madre
Diane Keaton: cantante
Judith Malina: Mrs. Waldbaum
William Magerman: nonno
Kenneth Mars: Rabbi Baumel
Josh Mostel: Abe
Tony Roberts: Emcee
Rebecca Schaeffer: figlia del vicino comunista
Mike Starr: ladro
Paul Herman: ladro
Kenneth Welsh: speaker radio

Commenti

  1. uno dei film di Allen che più amo :)

    RispondiElimina
  2. Devo assolutamente rivederlo...lo vidi da ragazzino e non ho avuto più modo di rivederlo...

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta