Venezia, la luna e tu


B epi, un insolito ma sempre divertente Alberto Sordi, è un gondoliere che riscuote un enorme successo a Venezia presso il pubblico femminile. Forte della sua bellezza e prestanza, corteggia le locali e ne infrange i cuori, al pari delle tante turiste che trasporta nella sua gondola, allietandole con canzoni e lusinghe da Casanova consumato. Il tutto in barba alla sua fidanzata Nina, una avvenente Marisa Allasio, con la quale ha spesso serrati confronti e  senza contare che la ragazza non esita a battersi con le rivali concittadine, ingaggiando spesso duelli rusticani molto apprezzati dai passanti, specie dai militari di bassa leva in divisa, che sperano di vedere sempre di più da quei corpi che si stanno strappando, oltre ai capelli, anche i vestiti di dosso. In genere le cagnare tra i due finiscono sempre col riappacificarsi della donna anche se, prossima a convolare a nozze, tiene il buon Toni, Nino Manfredi, un altro gondoliere "motorizzato", come riserva  pronta a prendere il posto del Bepi se ne combina ancora un'altra. Toni è mite e servizievole, completamente all'opposto dell'irruento Bepi e con lui ha in comune solo il grande amore per Nina che al momento lo vede svantaggiato rispetto al rivale. Ma quando questi allaccia l'ennesima relazione, stavolta con due turiste americane, sembra per Toni una vittoria insperata, dato che Nina ha chiuso definitivamente col rivale e gli ha intimato di seguirla sull'altare. Bepi invischiato suo malgrado, anche se compiacente e attratto al solito dal sesso femminile, innamorato della sua Nina, riesce con qualche espediente a liberarsi delle due e a precipitarsi all'ultimo istante nella chiesa dove si stanno celebrando le nozze che lui vuole impedire. Quando sembra esser giunto in ritardo, Don Fulgenzio, fuori dalla chiesa sembra rimproverarlo di essere arrivato tardi, ma subito dopo esce la sua Nina che non ha pronunciato il fatidico SI bensì un secco NO, non ce l'ha fatta, è troppo innamorata di Bepi. Da quel momento non sarà più gelosa e promette che lo lascerà libero di esprimersi al meglio nel suo lavoro così particolare e caratteristico, ma, senza esagerare s'intende! La rivediamo col primo figlioletto in braccio, controllare e rimproverare il suo Bepi mentre remando si lascia andare alle consuete avances con le turiste a bordo della sua gondola.
Una piacevole e divertente commedia targata Dino Risi e con musiche di Lelio Luttazzi .. vi ha presentato Hit Parade .. urlava la voce di coda di una seguitissima rubrica radiofonica di altri tempi. Curiosa l'improbabile parlata veneta per due interpreti che ovviamente si lasciano sfuggire ovvie battute romanesche talvolta, mi riferisco a Nino ed Alberto ovviamente dato che Marisa è doppiata in veneto dalla divina Maria Pia Di Meo. Commedia d'altri tempi che oltre alla bravura degli interpreti si avvale anche di una buona sceneggiatura oltre ad essere ambientata in esterni straordinari e unici al mondo. Piccola apparizione per un giovane ed aitante Giuliano Gemma, anche lui gondoliere con debole per le turiste. Menzione per Anna Campori la nostra indimenticabile Giovanna la nonna del Corsaro Nero qui in veste di albergatrice. Per finire è stato rieditato anche col titolo I due Gondolieri.

Venezia, la luna e tu
(I due gondolieri)
Italia 1958
Regia: Dino Risi
Musiche Lelio Luttazzi
con
Alberto Sordi: Bepi
Marisa Allasio: Nina
Nino Manfredi: Toni
Ingeborg Schöner: Nathalie
Niki Dantine: Janet
Riccardo Garrone: Don Fulgenzio
Giulio Tomei: nonno
Luciano Marcelli: Gino
Anna Campori: Elvira, padrona della pensione
Ernesto Boni: padre di Bepi
Dina De Santis: Gina
Lilly Mantovani: Anna
Trude Marchetti: Signora Clara, madre di Nina
Mimmo Poli: gondoliere
Marisa Castellani: Lucia
Giuliano Gemma: Brando

Commenti

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Solo per vendetta

Furore