Riddick


A bbandonato in un pianeta desertico, Richard Riddick deve sopravvivere in un ambiente ostile e popolato non solo da feroci bestie, ma anche da terribili Alieni. In questo terzo capitolo della saga interpretato da Vin Diesel, le cose scorrono più o meno come nei precedenti, e l'azione prevale sulla fantascienza pura, così come la tensione da thriller. Ferito e malandato, il nostro riesce a rimettersi in sesto e soprattutto in gioco con la natura avara del luogo, dove alle scarse possibilità di sopravvivenza, ne oppone maggiori di venirne inglobato. Ma Riddick è tutt'altro che d'accordo di diventare cibo per animali che finiscono invece sotto ai suoi di denti. Dopo un incontro ravvicinato con alcune specie Aliene che vivono immerse in pozze con poca acqua, il nostro capita in una vecchia stazione usata da cacciatori di taglie intergalattici e attiva un faro di riconoscimento che dopo averlo scannerizzato, manda i suoi dati via radio nello spazio. Così facendo Riddick, ha chiamato un taxi, ha chiesto un passaggio, che in breve si materializza nel balordo Santana e i suoi scagnozzi, precipitatisi lì per la corposa taglia che pesa sulla testa del ricercato. Arriva anche un'altra navicella con Johns e i suoi e subito si accende una disputa su chi avrà il diritto alla taglia. Johns ha un vecchio conto da regolare con Riddick e si dice pronto a lasciargli il premio, cosa che induce Santana a più miti consigli e soprattutto a collaborare. Ma hanno fatto i conti senza l'oste Riddick e "camerieri" Alieni, che a seguito di una pioggia torrenziale stanno emergendo dal sottosuolo a centinaia e tutti affamati. Da ricercato Riddick diventa un prezioso alleato, l'unico in grado di salvarli e dopo alterne fortune contro i lucertoloni alieni, riuscirà a mettersi in salvo e ripartire da quel pianeta con i sopravvissuti della squadra di Johns. Con lui è stato tutto chiarito e le loro strade possono dividersi in pace, mentre Santana e i suoi giacciono per sempre a pezzetti su quel lurido e osceno pianeta.
Vin Diesel è meno convincente dei precedenti, e pur credendo nel progetto, tanto che ne è co-produttore, sembra in fase di stanca anche se tutto lascia presagire ulteriori puntate. Ma aldilà degli scontri con gli alieni, peraltro ormai nella norma, sembra più un telefilm, una puntata di un serial, risultando quindi come film piuttosto mediocre, nonostante qualche bella iniezione di computer grafica su animali fantastici e paesaggi bizzarri.
Riddick
Stati Uniti 2013
Regia: David Twohy
Musiche Graeme Revell
con
Vin Diesel: Richard B. Riddick
Katee Sackhoff: Dahl
Matt Nable: Boss Johns
Jordi Mollà: Santana
Dave Batista: Diaz
Bokeem Woodbine: Moss
Raoul Trujillo: Lockspur
Conrad Pla: Vargas
Neil Napier: Rubio
Nolan Gerard Funk: Luna
Andreas Apergis: Krone
Karl Urban: Lord Vaako

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Gianni & Pinotto - Africa strilla

La Pica sul Pacifico

O' Cangaceiro