Ragazzo tuttofare


D ivertente esordio alla regia di Jerry Lewis in questo film senza capo né coda, come del resto tutti si affannano a precisare fin dalle prime battute della pellicola. Costretto a consegnare alla Paramount un film da distribuire per il periodo estivo, Jerry si mette dietro alla macchina da presa e con un budget ridottissimo, tempi altrettanto stretti e nessun copione in mano, improvvisa una storia comica, con lui protagonista nei panni di un ragazzo d'albergo, pasticcione e in apparenza muto. Ha bisogno di capire cosa sta venendo fuori da quel che gira, per i citati problemi di tempo, non ne avrà senz'altro per un montaggio curato ed efficace. Così si avvale di una serie di monitor nei quali vedere in real time il risultato e questa tecnica innovativa verrà adottata in seguito da tutti i registi col nome di video assist.
Ambientato nel lussuoso Fontainebleau Hotel di Miami Beach, il film, poco più di un'ora, offre sketch a ripetizione del maldestro e catastrofico Stanlio, Jerry Lewis, che arriverà perfino a pilotare un aereo, dopo che è stato mandato dal suo capo in aeroporto a ritirare un pacco. Scollegati tra loro, tra il comico e il surreale, i vari quadretti ci mostrano tutta la sua enorme capacità mimica, che ne ha contraddistinto la carriera. C'è anche lo spazio per omaggiare Stan Laurel con il bravo Bill Richmond che ne veste assai bene i panni in qualche gustosa scenetta. Stanlio, il ragazzo tuttofare, nel finale pronuncerà anche alcune parole allo sbigottito direttore di hotel che lo credeva muto e lo farà, per nostra somma gioia, con l'inconfondibile sua voce italiana dell'indimenticabile Carletto Romano

The Bellboy
Stati Uniti 1960
Regia, soggetto e sceneggiatura: Jerry Lewis
Musiche Walter Scharf
con
Jerry Lewis: Stanlio, Bellboy / sé stesso
Alex Gerry: Mr. Novak, Hotel Manager
Bob Clayton: Bob, Bell Captain
Sonnie Sands: Sonnie, Bellboy
Eddie Shaeffer: Eddie, Bellboy
Herkie Styles: Herkie, Bellboy
David Landfield: David, Bellboy
Bill Richmond: Stan Laurel
Larry Best: Apple Man, l'uomo che mangia la mela immaginaria
Cary Middlecoff: sé stesso
Art Terry: sé stesso
Frankie Carr: sé stesso
Joe Mayer: sé stesso
Stanley Allan: ospite dell'albergo

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Maciste contro i tagliatori di teste

O' Cangaceiro

Gianni & Pinotto - Africa strilla