Una notte da leoni 3


T erzo capitolo della fortunata serie e, stando ai titoli di coda, probabilmente l'ultimo. In effetti aggiungere dell'altro a quanto combinato da questi sgangherati personaggi è francamente arduo e forse alla fine ripetitivo e stancante. Stavolta, dopo l'ennesimo incidente catastrofico del mai cresciuto abbastanza Alan e la conseguente dipartita per infarto del sempre più sconcertato padre, la famiglia decide di affidarlo ad una clinica in Arizona, specializzata in psicoterapia e dovranno accompagnarlo i suoi fidati amici. ma durante il viaggio vengono abbordati e sequestrati dagli uomini di Marshall il mafioso che è alla disperata ricerca di Chow, colui che gli ha rubato metà bottino frutto di una precedente rapina. Siccome Alan il pasticcione è suo amico e intrattiene con lui un nutrito scambio di lettere, mail e sms, benché a sfondo infantile e senza senso, per Marshall è quanto basta per cercare di rintracciarlo e recuperare i suoi soldi. Preso in ostaggio Doug, i tre verranno liberati e dovranno riportargli il denaro e Chow, che nel frattempo è evaso da un carcere di Bangkok, pena l'uccisione del loro amico Doug. Ovviamente i nostri riescono a mettersi in contatto con Chow, che essendo però altamente astuto e malfidato riesce a sviare il loro piano di catturarlo e anzi li coinvolge in un'altra rapina ai danni del boss Marshall, facendola passare come recupero del denaro da restituirgli. Insomma i nostri infinocchiati rischiano di farsi ammazzare dal boss che concede loro un'ultima opportunità di portare a termine la missione in quel di Las Vegas dove il fuggitivo si è nascosto nella suite imperiale del Caesar's Palace. Qui dopo rocambolesche peripezie riescono a catturarlo ma quando stanno per consegnarlo al boss, la bontà e semplicità innata di Alan, lo induce a liberarlo prima che il boss apra il fuoco sul bagagliaio dove era rinchiuso. Chow ribalta la situazione, uccide i malavitosi e riprende il denaro risparmiando la vita ai quattro grazie alla bontà di uno di loro, il suo amico Alan. Questi è deciso a cambiar vita e trova in Cassie, una cicciona di un banco dei pegni di Las Vegas, la sua anima gemella e con essa convola a nozze in un finale bizzarro che richiama alla mente i precedenti e per questo, come accennavo all'inizio, stavolta dovrebbe essere stata scritta definitivamente la parola fine.
The Hangover Part III
Stati Uniti 2013
Regia: Todd Phillips
Musiche Christophe Beck
con
Bradley Cooper: Phil Wenneck
Ed Helms: Stuart "Stu" Price
Zach Galifianakis: Alan Garner
Justin Bartha: Doug “bianco” Billings
Ken Jeong: Leslie Chow
John Goodman: Marshall
Heather Graham: Jade
Jeffrey Tambor: Sid Garner
Gillian Vigman: Stephanie Wenneck
Sasha Barrese: Tracy Garner-Billings
Jamie Chung: Lauren Price
Mike Epps: Doug “nero”
Melissa McCarthy: Cassie
Sondra Currie: Linda Garner
Jonny Coyne: Hector
Mike Vallely: Nico
Oliver Cooper: Ronnie
Oscar Torre: agente Vasquez
Betty Murphy: madre di Cassie

Commenti

  1. Nulla di memorabile ma meno fastidioso dei primi due, soprattutto grazie alla maggior presenza di Mr. Chao XD

    RispondiElimina

Posta un commento

i vostri commenti sono molto apprezzati

Post popolari in questo blog

400 giorni - Simulazione spazio

Don Camillo e Peppone - la saga - (1952 - 1965)

I sei della grande rapina

Il grande colpo di Surcouf

Solo per vendetta