Cani sciolti


B ob e Stig, ignari di essere il primo un agente della DEA sotto copertura e il secondo un agente dell'Intelligence della Marina, si credono entrambi alleati con un criminale del giro del boss messicano del narco traffico Papi Greco. Aspettano solo l'occasione per incastrarlo e abbandonare al suo destino il compare che serve solo allo scopo. In realtà verranno incastrati loro stessi in un gigantesco vortice di corruzione tra la legge e la malavita. I due, pensando di rubare i soldi che Papi Greco versa ogni settimana in una piccola banca di confine, mettono le mani su un enorme bottino costituito da ben 43 milioni di dollari, cifra assolutamente al di sopra di quanto si aspettavano di trovare. In realtà è un fondo nero, tra l'altro uno dei tanti, che agenti corrotti della CIA, hanno costituito in varie parti. Questo rappresenta una tangente del 7% che il boss deve versare al funzionario Earl, in cambio della protezione e dell'uso, addirittura dei suoi mezzi, per trasportare la merce negli Stati Uniti. Compresa la situazione e svelate le loro identità, i nostri braccati da Earl, da Papi Greco e da Quince, superiore diretto di Stig, debbono tirar fuori il meglio per restare in vita. Nemmeno l'Ammiraglio Tuwey, messo al corrente del tradimento di Quince, è disposto ad aiutarli, preferendo estrometterlo dal corpo e metterci una pietra tombale sopra, piuttosto che far scoppiare un caso così clamoroso di corruzione. Così non resta loro che far buon viso a cattivo gioco e portare i soldi al messicano, dove a riceverli troveranno anche la CIA di Earl e gli uomini di Quince, in un tutti contro tutti per contendersi una siffatta somma. Nel pirotecnico finale Bob e Stig prevalgono e con parte del bottino possono dare vita ad una futura e lucrosa amicizia, confidando di dare una ripulita ad altri fondi neri in giro per piccole e insospettate banche. Sempre che nei loro pressi non vi sia un locale che serve ottime ciambelle. Mai rapinare una banca di fronte ad un locale che ne serve di ottime.
Ottimi interpreti e una trama a dir poco avvincente e zeppa di colpi di scena. Denzel Washington e Mark Wahlberg, la convincente coppia di protagonisti, è ben coadiuvata da un cast all’altezza, che vede la bellissima Paula Patton lasciare il segno per la sua avvenenza dal sapore esotico. Tanta azione, buon ritmo e dialoghi divertenti, fanno senz'altro di questo film un metro di paragone nel vasto panorama del genere. Oltre naturalmente ad ampi spazi di riflessione sulla corruzione e i giochi di potere di un mondo che seppur in disfacimento, tende a conservare con ogni mezzo la propria facciata rispettabile.

2 Guns
USA 2013
Regia: Baltasar Kormákur
Musiche Clinton Shorter
con
Denzel Washington: Robert "Bobby" Trench
Mark Wahlberg: Marcus "Stig" Stigman
James Marsden: Harold Quince
Paula Patton: Deb Rees
Bill Paxton: Earl
Edward James Olmos: Papi Greco
Evie Thompson: Patsy
Fred Ward: Ammiraglio Tuwey
Robert John Burke: Jessup
Greg Sproles: Capo Lucas
Patrick Fischler: Dr. Ken

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Maciste contro i tagliatori di teste

O' Cangaceiro

Gianni & Pinotto - Africa strilla