Cinque pistole


S iccome ci piace il western e non trascuriamo nemmeno quello cosiddetto minore, a patto che almeno ci sia il doppiaggio di Emilio Cigoli & Co., ecco che siamo passati da Due pistole per due fratelli addirittura a Cinque pistole per due fratelli .. e un nipote. Ma andiamo con ordine per dare un senso a questa storia minimalista dello sconosciuto Edward L. Cahn. Billy Wade, ex bandito e formidabile pistolero, ha cambiato vita e alleva bestiame con il nipote Ted, il giovane figlio di suo fratello Matt che sta scontando una pena in prigione. Costui viene fatto evadere per portare a termine una rapina da 500 mila dollari mediante assalto ad un trasporto della Wells & Fargo. Per la riuscita dell'impresa a Matt ed ai suoi tre compari, serve assolutamente l'aiuto di suo fratello Billy che non vuol saperne avendo cambiato vita ed essendo in procinto di sposarsi con Arlene. Per questo viene astutamente coinvolto da suo fratello, in una rapina in banca per costringerlo a partecipare. Billy cerca di spiegarsi col banchiere ma viene preso dalla gente inferocita che vuole linciarlo. L'intervento dello sceriffo gli evita l'impiccagione e gli consente una provvidenziale fuga di modo che possa costringere Matt a riconsegnare il denaro e scagionarlo. Lo scontro tra i due porta ad un colpo involontario che uccide Matt cosa che incrina drammaticamente i rapporti con suo nipote Ted che ora lo odia non sentendo ragioni e ritenendolo un assassino. Billy, con l'aiuto della sua fidanzata, organizza un incontro in gran segreto con lo sceriffo al quale promette di consegnargli tutta la banda più quella di Ike Garvey, suo vecchio socio, col quale ha un vecchio conto aperto e che vuol essere della partita, per di più arruolando il giovane Ted col rischio di bruciare il ragazzo per sempre. Billy deve fare il doppio gioco per salvare capra-nipote e cavoli-denaro e ci riuscirà nonostante le precauzioni e la scaltrezza di Ike Garvey, consegnandolo alla giustizia e uscendo pulito da una situazione critica. Può finalmente sposarsi e continuare l'educazione di Ted finalmente convinto della sua bontà e innocenza.
Girato in bianco e nero, con un buon ritmo e una durata di poco più di un'ora, è un film senza eccessive pretese e di "facile beva", impreziosito dalle voci italiane di mitici doppiatori di un tempo. 

Five Guns to Tombstone
Stati Uniti 1960
Regia: Edward L. Cahn
con
James Brown: Billy Wade
Robert Karnes: Matt Wade
John Wilder: Ted Wade
Walter Coy: Ike Garvey
Della Sharman: Arlene
John Eldredge: Endicott
Joe Haworth: Hoke
Boyd Morgan: Hoagie
Gregg Palmer: Mel Dixon
Willis Robards: banchiere
Quintin Sondergaard: Hank
Jeff DeBenning: sceriffo Sam Jennings
Willis Bouchey: George Landon
Jon Locke: Rusty Kolloway

Commenti

Top Five della settimana

400 giorni - Simulazione spazio

Gli invincibili fratelli Maciste

Gianni & Pinotto - Africa strilla

La Pica sul Pacifico

O' Cangaceiro